Mi avete segnalato un video apparso su Facebook, pubblicato da una pagina che si chiama Carabinieri 112 Centrale Operativa, pagina creata il 9 gennaio 2020; in poco più di un mese quasi 10mila like, senza inserzioni attive.

Il video è questo:

 

Si vede un uomo di carnagione scura con indosso un cappuccio ma con le mani chiare aggredire una donna con violenza, il video è sicuramente scioccante. La pagina Carabinieri 112 Centrale Operativa lo condivide con questo testo:

#Immigrato #rapina #e #aggredisce #una #donna #in #stazione.
Non ho parole,massima solidarietà a questa povera donna ❤️

Vi lascio immaginare i livelli dei commenti sotto al video, il razzismo tocca le solite vette, senza che i due admin della pagina facciano nulla. A loro sta evidentemente bene così, sono loro stessi che hanno ispirato quei commenti con il loro post, e con i tanti pubblicati nei giorni precedenti.

Il video viene dalla Spagna, Barcellona per esser precisi, e risale a qualche giorno fa. Quella rapina ha fatto scalpore e se ne trova traccia su svariati siti online, con una piccola differenza: nessuno parla di immigrati. Perché il ragazzo non è stato preso, e potrebbe tranquillamente essere uno spagnolo. Vedete, dare dell’immigrato a uno perché sembra avere il colore della pelle diverso dal nostro è già razzismo.

Ho amici nell’Arma, non sono affatto razzisti, anzi, indossano con onore la loro uniforme, e credo gli darebbe molto fastidio vedere una pagina infangare quanto di buono fanno ogni giorno.

Perché una pagina dedicata all’Arma non può cadere in questo genere di comunicazione, rovina tutto il buono che viene fatto dai ragazzi in uniforme. Prima di commentare questo articolo state attenti, pensateci due volte! Non apprezzo nemmeno chi definisce tutte le Forze dell’Ordine in malo modo, ho avuto più volte a che fare con agenti che, pur in condizioni ai minimi del possibile, hanno sempre cercato di fare il loro lavoro al meglio. Non lasciate che episodi che hanno riguardato solo alcuni soggetti siano alla base di un’opinione su tutte le Forze dell’Ordine. Generalizzare porta (nella gran parte dei casi) a conclusioni errate.

Facebook ci aiuta a comprendere quali gruppi siano collegati a questa pagina:

Se a gestire queste pagine ci siano davvero carabinieri credo andrebbero segnalati alle loro caserme, se come invece immagino ci sono solo privati cittadini un filo razzisti le pagine vanno rimosse e chiuse, non sono quello che dicono di essere.

Non credo di dover aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!