GERMANWINGS5

Domenica ho postato un pezzo su Ermes Maiolica, e sia qui che su Facebook ho ricevuto molte lamentele, chi mi chiedeva di smettere con le sbufalate di cose così idiote, chi mi diceva che non si trattava di satira (e avevano ragione si tratta di trollate spesso molto ingenue), chi cercava di spiegare perché Ermes non è Lercio.

Io non voglio parteggiare per gli uni o gli altri,  ma sicuramente preferisco alcune sciocchezze di Ermes rispetto a ad articoli  come quello apparso sul Solo24Ore in questi giorni, articolo  che pur riportando nel footer questo specifico disclaimer:

Il solo24 ore vuole essere un blog satirico senza alcun collegamento con la nota testata il sole 24 ore. Ogni argomento trattato non è riconducibile ad avvenimenti realmente accaduti o persone realmente esistite. Esso non costituisce “prodotto editoriale” ai sensi e per gli effetti della legge 7 marzo 2001, n. 62, né si applicano allo stesso le disposizioni previste per la stampa, ivi incluse le norme di cui alla legge 8 febbraio 1948, n. 47. Il solo24ore è un sito satirico e quindi alcuni articoli contenuti in esso sono inventati. La redazione non intende minimamente offendere nessuno. Testi, video e immagini inserite e contenute in questo blog sono tratte da internet e pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo.

è tutto tranne che di satira visto che da nessuna parte si usa un’immagine iconica e/o famosa per far capire che di satira si tratta o si usano frasi senza senso, anzi, le cose sembrano venire prese molto seriamente:

Ore 10 e 27 minuti primi viene lanciato IL PRIMO SOS: stando a una prima ricostruzione il pilota avrebbe chiamato la compagnia dichiarando, “abbiamo i motori in avaria, l’aereo sta perdendo quota, ci schianteremo” a questo punto la compagnia avrebbe bloccato tutti i contatti radio con la torre di controllo, pilota e copilota sarebbero stati abbandonati lassù a 13 mila metri dal suolo con 150 passeggeri. Così facendo non ci sarebbe più stata la possibilità di lanciare nessun allarme, nessuna richiesta di soccorso, nessun MAY DAY, non era più possibile comunicare con la torre di controllo ed è proprio in questo momento che la compagnia avrebbe mandato ai piloti l’ultimo messaggio “NON POSSIAMO FARE NULLA PER AIUTARVI, DOBBIAMO TUTELARE LA COMPAGNIA, SPIEGHEREMO TUTTO ALLE VOSTRE FAMIGLIE E DAREMO LORO UN GROSSO RISARCIMENTO” così si sarebbe chiusa la comunicazione.

Non c’è da sbufalare nulla, come spiega il disclaimer ogni argomento trattato non è riconducibile ad avvenimenti realmente accaduti o persone realmente esistenti. Chi ce lo fa fare di smontare le assurde tesi? Nessuno, e difatti non è mia intenzione smontare nulla, dovete capire che un sito che pubblica un disclaimer come quello lo fa apposta per pararsi il sedere, per poter dire, ma noi l’avevamo detto che qui si scherza. Se avete condiviso la cosa ripresa dal Solo24ore sappiate che avete preso la classica sòla complottara…nulla di più nulla di meno.

Più lo fate più a me viene spontaneo definirvi uTonti, anche quando mi fate notare che è irrispettoso nei confronti dei poveretti che ci sono caduti. Non lo è, siete uTonti se ci siete cascati, che non vuol dire che siate bocce perse, potete sempre progredire al livello Utente, ma DOVETE imparare a leggere un sito nella sua interezza, verificare chi ci sia dietro, controllare se hanno un modulo contatti, un disclaimer dove spiegano cosa dicono e cosa fanno, leggere magari gli altri titoli che compaiono sulla testata…nel caso specifico ad esempio basta darci un’occhiata per vedere che tra qualche articolo copiato ed incollato dai mass media, qualcun altro copiato da siti complottari quel che va per la maggiore su paginette come questa sono articoli di questo livello:

solo24orelicei

Roba buona davvero solo per dei liceali annoiati. Non vale la pena neppure mettercisi per un secondo a parlare di GermanWings, le supposizioni sono campate per aria senza nessuna fonte a confermarle. I dialoghi della scatola nera non vedono il copilota passare 8 minuti al telefono con la moglie, come non vedono strane coincidenze ed accadimenti, non esiste traccia di comunicati come quello riportato. Dovreste arrivarci da soli che un articolo come quello è intriso di fuffosità fino al midollo, e invece c’è gente che chiede lumi. Ma non vi si accende una lampadina? Esistono davvero fatti tenuti segreti che il Solo (o la fonte da cui quelli del Solo han copiato) ha potuto scoprire mentre le testate note e verificate non ne fanno menzione, tutti al soldi del NWO? Ma non diciamo boiate, non esiste un complotto ordito dalla GermanWings o dalla Lufthansa, sono solo falsi riportati su siti che amano spargere complottismo a destra e a manca, perché minando le versioni dei fatti si crea scompiglio, si genera convinzione…si guadagnano proseliti.

Chi casca in questi trucchetti è spesso un debole che non si fida, un moderno San Tommaso che vorrebbe un filmato dalla cabina dell’aereo in cui si veda quanto è successo, e anche con quello avrebbe comunque dubbi che si tratti di simulazione computerizzata, la lotta con questi soggetti è ben spiegata nella Teoria della montagna di merda. E noi debunker, sbufalatori amanti della corretta informazione non ne usciamo proprio bene.

maicolengel

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleCane arrosto, bimba in pianto…
Next articleVivo o morto o Ermes…
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.