finecomplottisti

SPOILER ALERT: nessuna bufala qui, bensì uno studio che può interessare noi e i nostri lettori.

Un interessante articolo della BBC titola così:

Maths study shows conspiracies ‘prone to unravelling’

L’articolo riporta le conclusioni di uno studio del Dr David Grimes di Oxford, che ha sostenuto con un’equazione matematica quanto tempo potrebbe reggere una cospirazione senza essere rivelata al grande pubblico, basandosi su tre fattori: il numero di persone coinvolte, la durata della cospirazione, e la probabilità intrinseca di un fallimento della stessa. Ha poi applicato tale equazione alle più celebri teorie del complotto: l’atterraggio sulla Luna, i cambiamenti climatici, la correlazione tra vaccini e autismo, la cura per il cancro nascosta dalle case farmaceutiche.

Questa equazione dimostrerebbe che tali complotti, se davvero esistessero, sarebbero ormai stati rivelati da tempo, più nello specifico:

the Moon landing “hoax” would have been revealed in 3.7 years, the climate change “fraud” in 3.7 to 26.8 years, the vaccine-autism “conspiracy” in 3.2 to 34.8 years, and the cancer “conspiracy” in 3.2 years.

Alla base dell’equazione c’è la distribuzione di Poisson, utilizzata in statistica per indicare le probabilità che un evento succeda in un determinato intervallo di tempo. Per determinare il terzo fattore utilizzato, ovvero la probabilità intrinseca di un fallimento della cospirazione, il Dr Grimes ha analizzato i dati provenienti da vere cospirazioni rivelate, ovvero il programma di sorveglianza PRISM sviluppato dall’NSA che coinvolgeva circa 36000 persone e che è stato svelato da Edward Snowden nel 2013, dopo circa 6 anni dall’attivazione di tale servizio di cyber-spionaggio classificato come di massima segretezza; lo studio della sifilide di Tuskegee, durante il quale una cura a base di penicillina è stata davvero tenuta segreta per studiare gli effetti della sifilide su “cavie umane”, cospirazione che coinvolgeva più di 6700 persone e che è “scoppiata” dopo 25 anni a causa della confessione di uno dei medici coinvolti; per finire, uno scandalo che ha coinvolto l’FBI e i suoi metodi di indagine e che ha provocato l’arresto e l’esecuzione di innocenti, conosciuto da circa 500 persone e rivelato anch’esso da uno dei medici che ne era a conoscenza dopo circa 6 anni. L’equazione che ne è venuta fuori rappresenta il “best case scenario” per i cospiratori, assumendo ad esempio che tutte le persone coinvolte siano molto brave a mantenere i segreti e che nessuno stia investigando al riguardo. Da questo si è dedotto che le probabilità di un fallimento intrinseco siano di 4 su un milione.conspiracies-tv-show-moon-landing-small-64512

Questo numero è basso, ma cresce esponenzialmente con il passare del tempo e con il numero di persone che vengono a conoscenza del complotto, fino ad arrivare alla rivelazione pubblica nei tempi ipotizzati sopra.

Ad esempio

the Moon landing hoax, for instance, began in 1965 and would have involved about 411,000 Nasa employees. With these parameters, Dr Grimes’s equation suggests that the hoax would have been revealed after 3.7 years.

Additionally, since the Moon landing hoax is now more than 50 years old, Dr Grimes’s equation predicts that, at most, only 251 conspirators could have been involved.

Thus, it is more reasonable to believe that the Moon landing was real.

Il Dr Grimes è il primo ad avere dubbi che questa ricerca possa davvero far oscillare le certezze dei complottisti, ma pare essere un buon punto di partenza scientifico per dimostrare se davvero sia possibile mantenere segreto un complotto per molti anni senza che vengano rivelate prove inequivocabili del complotto stesso.

noemi at butac punto it

Sostienici su Patreon, basta il costo di un caffè!

images (50)