bigpharma

È veramente vasta la quantità di materiale che viene pubblicato su internet, ci vengono fatte tante segnalazioni. Alcune non si possono sbufalare perchè c’è veramente troppa immondizia, altri sono così campati per aria che non c’è neanche un modo corretto per approcciarli. Altri sono cose veramente brutte da vedere e a volte si raggiunge un livello di tristezza notevole. Come questo post

progressocerto

Vabbè, non è che servirebbe davvero esaminarlo bene per rendersi conto che è un documento finto, ma voglio partire da un commento che è la morale di questo tipo di condivisioni

commento

Hai ragionissima, non importa che sia autentico, basta che dica quello che voglio sentirmi dire. E non vorrai mica portare qui le prove, certo, non sia mai, non serve. È così bello poter dire quello che si pensa, non importa che sia corretto o meno, che sia inventato o meno, che possa danneggiare gli altri o meno, basta che sia contro il sistema, contro i poteri forti, contro il buonsenso. Comunque la Big Pharma Industries of America non esiste come azienda farmaceutica. Ho dei forti sospetti che non esista nemmeno il Corso di Laurea Magistrale di Chiurgia. I nomi non oscurati poi sono un po’ strani: Carl Enoch Simonsen, secondo nome di origini ebraiche e il cognome Simonsen, come Caterina Simonsen, la ragazza minacciata di morte perchè sostiene di essere in vita grazie alle cure derivate dalla sperimentazione animale; Giulio Corsoni, stranamente così simile a Giulia Corsini, consigliere di Pro-Test Italia, definita assassina perchè difende la scienza. Proprio delle coincidenze incredibili.

Il testo è così stupido che solo i cerebrolesi che abbracciano i nuovi estremismi possono avere un dubbio sulla sua autenticità. La parte dove ho quasi riso è

[…]diffusione delle notizie provenienti da fonti allineate quali “CICAP”, “Nature”, “Pro-Test Italia” (si legge benissimo babbei nda), “SuperQuark”, “Medicina 33”

Ecco, su Medicina 33 sono quasi cascato dalla sedia, povero Luciano Onder! Ma il CICAP poi con la medicina cosa ha a che fare? Cioè non capisco come il CICAP, che non ha nessuna autorità nè potere, sia diventato un nemico che la grande Big Pharma debba temere. La paranoia di certi ambienti nei loro confronti è patetica. L’inserimento dell’ “eccessivamente efficace metodo Di Bella”, che mi ricorda molto il “quasi velleitario” della telecronaca di Piccinini del recente derby di Milano, il “The China Study”, la “scientificamente provata efficacia delle diete vegane” e varie cose nel testo lo rendono ridicolo. Ridicolo perchè sono tutti gli argomenti di cui si sta parlando recentemente, che coincidenza. Sti americani sono sempre sul pezzo, bravi. Per fortuna che la pagina Facebook ha nel nome la parola Progresso ed Etico e non Trogloditi e Infami, altrimenti avrei pensato che lo stessero facendo apposta. Non è che l’altro commento sia molto meglio

commento2

Sveglia! I miracolati curati dalla omeopatia non si riescono più a contare in effetti (considerando poi che il documento scottante tratta dei tumori è proprio il metodo più adatto), bisogna fare qualcosa per arginarli. Sveglia! In realtà non ci sono molte parole per descrivere chi perde il suo tempo a creare dei falsi tristi come questo. Almeno io non ne trovo di adatte a questo blog, non posso abbassare così tanto il livello. Per tanti il nostro blog è uno strumento attraverso il quale verificare le notizie che girano sul web perchè non hanno il tempo per analizzare quello che si trovano davanti, e si fidano di noi. Investiamo il nostro tempo e fatica per indagare, informarci e cercare di passare informazioni corrette. Voi potete condividere i nostri pezzi cercando così di arginare un po’ la disinformazione, però senza rinunciare al senso critico anche nei nostri confronti, noi possiamo sbagliare e a volte sbagliamo. Però se vedete amici condividere cose come queste investite 2 minuti nel far capire loro quanta merda contiene e che imbottendosi di questi ideali estremisti senza senso finiranno per farsi del male. Perchè arriviamo tutti “all’inevitabile decesso”, ma così loro finiranno per arrivarci molto presto.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!