Ci avete segnalato una notizia che ammetto, mi ha fatto sorridere moltissimo. Partiamo dal titolo scelto da VoxNews per trattare il tema di oggi:

CORONAVIRUS, AEREI IRRORANO LE CITTÀ SPAGNOLE CON DISINFETTANTI CHIMICI

La foto che accompagna l’articolo è questa:

Vado a vedere la fonte, riportata da VoxNews, che titola in spagnolo:

El Gobierno autoriza a las Fuerzas Armadas a desinfectar con procedimientos aéreos

E usano questa foto:

E niente, fosse per me avrei già concluso qui.

Ma cercherò di raccontarvi qualcosa di più ché sennò Noemi mi dice che sono pigro. L’articolo di Voxnews comincia così:

Il governo spagnolo ha “autorizzato” le forze armate a preparare aerei per l’irrorazione aerea di disinfettanti nelle principali aree metropolitane del Paese mentre i casi confermati di coronavirus per tentare di bloccare l’epidemia secondo La Razón News .

L’articolo spagnolo riporta subito sotto al titolo:

L’autorità sanitaria afferma che è una delle “tecniche più efficaci perché tutte le superfici sono raggiunte rapidamente”. Verranno utilizzati “generatori di nebbia” e non aerei o elicotteri, nonostante il fatto che la BOE parli di “mezzi aerei”

Il concetto spiegato da La Razon è che verranno disinfettate le strutture (come anche i macchinari agricoli) utilizzando macchine per la nebbia e droni. Si tratta di un lavoro che normalmente viene effettuato a mano, quindi non parliamo d’irrorazione di grandi aree metropolitane, ma di disinfezione di specifiche strutture. Il tutto fa parte dell’operazione Balmis, intrapresa dall’esercito spagnolo proprio per dare aiuto e supporto ai civili durante quest’emergenza sanitaria. La disinfezione è stata tra i compiti principali dell’operazione Balmis, fatta usando appunto droni e cannoni da neve adattati. Nulla a che vedere con l’irrorazione paventata da VoxNews. Il nome dell’Operazione è stato scelto in onore del medico Francisco Javier de Balmis che nel 1803 partecipò alla spedizione che portò il vaccino contro il vaiolo in America e nelle Filippine.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!