Uno sente la notizia e dice, caspita, e chi cacchio si era rapito 123 bambini? Legge il resoconto e rimane un filo perplesso.

Riporta Huffington Post:

Durante un’operazione di polizia nell’area di Detroit (USA) sono stati ritrovati in una sola volta 123 bambini che risultavano essere scomparsi da mesi. Come riporta il New York Postla polizia stava indagando su una rete di rapimenti di minori che poi venivano coinvolti in traffici sessuali.

I bambini sono stati ritrovati in un grave stato di denutrizione e di sofferenza psicologica. Tuttavia dagli accertamenti svolti non sembrerebbe che siano stati vittime di violenze sessuali. Gli agenti di polizia hanno impiegato molte ore per ritrovare le famiglie dei ragazzini, tutti riconsegnati ai loro rispettivi familiari.

La notizia è decisamente priva di molti elementi. Chi, cosa, dove, quando e perché sono decisamente generici. Come è possibile che in una singola operazione siano stati recuperati 123 bambini? Chi lo sa…

Nel frattempo però tante testate riprendono la storia:

Qui su BUTAC non ci eravamo ancora accorti di nulla, quando d’improvviso arriva la segnalazione di Francine Reculez…

Repubblica rilancia una notizia dell’huffpost Italia su 123 bambini scomparsi ritrovati tutti insieme a Detroit. Un rapido giro in rete e capisci che non è affatto vero, o perlomeno molto diverso.

Oltre al messaggio ha già fatto tutto lei, e mi manda un link del Detroit News:

Michigan State Police: Kids found in missing persons sweep weren’t all missing

Il succo si riassume qui:

The press release said: “Out of 301 files of missing children, 123 were identified and recovered safely during the operation. All 123 children were physically located and interviewed — standard protocol for the Michigan State Police.”

However, only four of the children in that group were actually missing; the rest were merely listed as missing in police computers, Michigan State Police Lt. Michael Shaw said. Shaw said most of the kids had been reported as missing in the past, but their parents never alerted police they’d returned home.

Solo 4 dei ragazzi erano davvero scomparsi, gli altri 119 erano ancora tra le segnalazioni come scomparsi, ma erano già tornati a casa, senza che le famiglie avessero mai pensato di avvertire le autorità.

LEGGI ANCHE:  La madre malese che picchia il bimbo

E i 4 ritrovati? Erano davvero in “un grave stato di denutrizione e di sofferenza psicologica”? Chissà, per ora quanto è noto è che:

There were three possible human trafficking victims; we haven’t proved that one way or another yet,” Shaw said. The fourth missing youth was a 14-year-old boy whose mother had abandoned him after his father went to prison, he said.

Che tradotto:

“C’erano tre possibili vittime della tratta di esseri umani: non abbiamo ancora trovato prove a supporto o contro la tesi”, ha detto Shaw. “Il quarto ragazzo scomparso era un quattordicenne la cui madre lo aveva abbandonato dopo che suo padre era andato in prigione”, ha detto

A parlare è il tenente Michael Shaw della polizia del Michigan. Gli articoli italiani risalgono tutti alla seconda metà del 10 ottobre 2018. L’articolo del Detroit News è del 9 ottobre. la verifica dei fatti, anche quando sono grossi come in questo caso (123 bambini rapiti negli Stati Uniti e recuperati non sono piccola cosa), non viene fatta. E questo è davvero grave.

Ma le leggende urbane nascono anche così, ci vedrei bene Romero a fare un film con un rapitore seriale che accumula 123 bambini (ma più probabilmente teenager, da come se ne parla sul Detroit News) in un solo luogo…

Per non dimenticare

Ecco una piccola lista di alcune delle testate (non è l’elenco completo, solo delle meglio indicizzate) che hanno trattato la storia senza fare alcun fact-checking!

In ordine sparso:

maicolengel at butac punto it

PS Grazie Francine

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!