Olmsted

Questa è una di quelle storie che stanno circolando a supporto della raccolta firme contro l’obbligatorietà dei vaccini. Quando vi dico che questa gente vi sta prendendo per i fondelli lo penso seriamente e vorrei che almeno uno di quelli che hanno firmato si fermasse a ragionare.

UCCISIONE DEL GIORNALISTA INVESTIGATIVO DAN OLMSTED DA PARTE DELLA CIA, E SOLIDARIETÀ DI ROBERT DE NIRO INSIEME CON DONALD TRUMP
L’icona di Hollywood Robert De Niro si schiera con Trump, dopo che la CIA ha ucciso il giornalista investigativo, esperto di autismo. Robert F. Kennedy Jr. e Robert De Niro offrono $ 100.000 a chiunque possa fornire la prova che i vaccini siano sicuri. (World Project Mercury)

Così comincia l’articolo postato su Change come aggiornamento alla raccolta firme. Vediamo di capirci: la moglie, presente al fatto, ha sostenuto che il marito sia morto per un overdose di farmaci presi di sua spontanea volontà, da gennaio a oggi nessun’altra tesi è apparsa sul sito di Olmsted, gestito dai suoi collaboratori, né da parte della moglie. L’aggiornamento è lunghetto, non ve lo riporto per intero.

Vediamo solo le “grandi rivelazioni” di Olmsted.

Olmsted ha utilizzato le sue conoscenze nel campo dei farmaci per denunciare la misteriosa ascesa di una nuova malattia infantile del 20° secolo chiamata autismo:
“Dove sono gli autistici tra gli Amish? Qui nella contea di Lancaster, cuore della Pennsylvania olandese, ci dovrebbero essere ben più di 100 casi con una qualche forma di disturbo. *(Gli Amish non si vaccinano per fede religiosa e non presentano alcun caso di autismo).

Questa è una storiella che mi viene segnalata ripetutamente, e forse è il caso di parlarne. Olmsted cominciò a diffondere questa teoria senza alcuno studio in merito ma basandosi solo e unicamente su sue osservazioni e supposizioni. Il suo punto di partenza era che gli Amish come comunità non prendessero farmaci e quindi non vaccinassero, purtroppo per Olmsted nel 2011 uno studio ha riportato invece che la maggior parte degli Amish vaccina i propri figli.

Among the 359 respondents, 68% stated that all of their children had received at least 1 immunization, and 17% reported that some of their children had received at least 1 immunization. Only 14% of the parents reported that none of their children had received immunizations. Eighty-six percent of the parents who completely exempted their children from vaccines stated that the main reason they do not vaccinate their children is concern over adverse effects. Many parents indicated that they allow their children to receive only some vaccines because of concern about the way certain vaccines are produced.

The reasons that Amish parents resist immunizations mirror reasons that non-Amish parents resist immunizations.

Tra i 359 intervistati, il 68% ha dichiarato che tutti i loro figli avevano ricevuto almeno una vaccinazione, e il 17% ha riferito che alcuni dei loro figli avevano ricevuto almeno una vaccinazione. Solo il 14% dei genitori ha riferito che nessuno dei loro figli aveva ricevuto vaccinazioni. L’86% dei genitori che hanno esentato completamente i figli dai vaccini ha dichiarato che il motivo principale per non vaccinare i loro figli era stata la preoccupazione per gli effetti negativi. Molti genitori hanno indicato che permettono ai loro figli di ricevere solo alcuni vaccini a causa della preoccupazione per il modo in cui alcuni vaccini sono prodotti.

Le ragioni per cui i genitori Amish sono restii alle vaccinazioni rispecchiano le ragioni per cui i genitori non-Amish sono restii alle vaccinazioni.

La disinformazione, nulla di più di tanta disinformazione che penetra anche in comunità come quella Amish. Voi mi direte, ma allora come la mettiamo col fatto che tra gli Amish non ci sono autistici? Non è vero che non ci sono, solo che proprio per le caratteristiche della comunità è più facile che non vengano segnalati o monitorati nella maniera corretta, è però possibile che ve ne siano meno, ma non per colpa o merito dei vaccini. Gli Amish sono una comunità chiusa, l’autismo si ritiene avere correlazioni genetiche o epigenetiche, può essere che le variazioni dei geni all’interno di una comunità così chiusa siano tali da rendere meno comune l’autismo (ma molto più comuni altre condizioni come il nanismo, la sindrome di Angelman, vari disturbi metabolici ecc ecc). Vi ricordo oltretutto che nelle percentuali di soggetti che soffrono di un disturbo dello spettro autistico ce ne sono tantissimi ad alto funzionamento, perfettamente in grado di integrarsi nella società, anzi spesso e volentieri lo fanno meglio di tanti altri soggetti che amano definirsi normali ma che normali non sono.

Andiamo avanti: un altro cavallo di battaglia che vedo circolare a sostegno della raccolta firme sono i tanti che citano la Svezia e il suo no all’obbligatorietà. Ma c’è una profonda differenza tra la Svezia e l’Italia, partendo dal fatto che loro l’immunità di gregge l’hanno bella solida, basta fare un po’ i curiosi per fare un test che amo molto, cioè cercare se anche da loro gli antivax hanno la stessa voce che hanno da noi.

Basta andare su Google, cercare “I vaccini causano l’autismo?” nella lingua del paese che vogliamo testare.

In Italia se cerco da un browser pulito (cioè senza che sappia chi sono e conosca la cronologia delle mie ricerche) il risultato è spiazzante: 6 su dei primi 10 risultati sostengono la correlazione tra vaccini e autismo. In Svezia la prima pagina è fatta invece di 9 risultati che spiegano che non c’è alcuna correlazione. In Svezia sono evidentemente più intelligenti o meno complottari.

Sia chiaro, per merito di MedBunker, Wired e altri siti mainstream almeno 4 risultati italiani sono corretti, ma nella prima pagina non compaiono siti ufficiali del Ministero della Salute, bensì per lo più magazine e blog personali, la maggior parte antivaccinisti. È ovvio che in un paese dove la popolazione non ha un calo dell’immunità di gregge e non ha un movimento antivaccinista forte come da noi non si senta il bisogno di alcun obbligo vaccinale.

Non ritengo sia utile perdere altro tempo sul finto omicidio di Olmsted e sul complottismo che lo vorrebbe assassinato dalla CIA per coprire un complotto di BigPharma, se ci credete e date spazio a queste storie sulle vostre bacheche non avete la mia stima (non che ve ne importi molto) e non siete interessati a quel che ho da dire.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!