Questa è di quelle bufalotte davvero sciocche. Basata in parte sulle affermazioni di un consigliere comunale di minoranza, ma solo in parte, il resto è fantasia italiota (a proposito, italiota secondo la corretta definizione dei vocabolari italiani degli ultimi  anni non è più rivolto ad indicare solo italiani con ascendenze greche, come tanti puffaroli mi scrivono spesso in mail per sbeffeggiare la mia scarsa conoscenza della lingua, ma ha assunto da tempo anche il significato di: Di persona italiana a cui arbitrariamente si attribuiscono limitatezze mentali e basso livello culturale)

crocecimitero

Come riporta correttamente Il Quotidiano della Calabria non è stata rimossa la croce, ma è stato sostituita tutta la vecchia cancellata, appunto perché vecchia. Ma la dichiarazione di un consigliere crea il caso!

Il cancello di ingresso del cimitero comunale di Crotone è stata sostituita, nulla di eccezionale tranne che per il fatto che la croce che era in cima al cancello è stata rimossa probabilmente, denuncia un consigliere di minoranza, per una scelta di laicità.

 

Ma come? non abbiamo appena detto che il cancello è stato sostituito nella sua totalità? Che significa la croce è stata rimossa? Non è stato rimosso un bel nulla, si è fatto un cancello nuovo, sicuramente votandolo in sede di consiglio comunale e la scelta è ricaduta su questa forma, che di croci non ne ha.

Non è una censura islamica, non è una scelta di ieri. Ma una cosa ponderata, discussa, decisa a votazioni. Se la scelta fosse stata fatta per non turbare l’animo di chi non vede la croce come simbolo religioso allora tutte le lapidi e le croci del suddetto cimitero andrebbero rimosse. Cosa invece non fatta.

No, si tratta solo di supposizioni di un consigliere comunale di minoranza che probabilmente a suo tempo non ha avuto voce in capitolo sulla scelta del cancello (appunto perché in minoranza) e oggi deve far sentire la propria voce sui giornali. Ma il peggio (come sempre) è dato dalle testate come quella ripresa in apertura. Difatti il consigliere ha solo detto che non sa perché la croce sia stata tolta per laicità o solo dimenticanza, le testate xenofobe devono subito mettergli in bocca parole non riportate da nessuno, dove il consigliere si sarebbe scagliato contro appunto gli islamici! Sarebbero loro la causa della rimozione. Ma non diciamo sciocchezze, la scelta l’ha fatta il Comune in piena e totale libertà, nessuno islamico si è lamentato della cosa.

Onestamente vivendo in uno stato che dovrebbe essere laico non ci vedo nulla di male, nella mia città sono stato a svariati funerali, alcuni religiosi altri no, ma tutti sono stati seppelliti al cimitero comunale, che fossero o non fossero cristiani. Ma cogliere la palla al balzo per fare politica è tipico di chi è mentalmente ottuso, o come dicevamo poco sopra: italiota.

Non sono il solo ad essermi accorto della normalità della scelta, il blog Briganteggiando ne ha parlato in maniera corretta e precisa, e l’autore vive proprio a Crotone…che dire, uno squarcio d’intelligenza nel buio dell’ottusità!

 

Per i più curiosi, qui il cancello senza e con croce:

croce-cimit

crocicrotone