Coppia lesbica uccide bimbo di 4 anni, non diceva papà!

Così LoSai e tante altre testate hanno titolato nel corso del 2013, e l’hanno fatto più e più volte, al punto che la notizia seppur vecchia in questi giorni ha ricominciato a circolare!

Come ci raccontava questa atroce notizia il “bravo” giornalista?

Lydia Nkomo, e sua figlia Aletta Lesiba, entrambe commesse (nere) nel negozio di proprietà della coppia (bianca), hanno riferito di aver visto la compagna della madre biologica scagliarsi violentemente contro il bambino dopo la richiesta, ed il conseguente rifiuto dello stesso, di chiamare la donna, papà.

La fonte della notizia di LoSai sembra essere AffariItaliani con un articolo che risale addirittura al 2012 e che trovate qui: Anonym zu www.affaritaliani.it/cronache/coppia-lesbica-uccidono-il-figlio130612.html
Si tratta di pochissime righe, ma che nella mani di gente con pochi scrupoli (come i pseudo giornalisti di LoSai) possono diventare “un’arma micidiale” di diffusione di odio nei confronti di persone omosessuali.
Ma la notizia (vera, perché i fatti sono successi realmente) in realtà ha radici ancor più indietro, cercando salta fuori che ne aveva scritto (sempre trattandola come news) Nocensura nel 2011 (Anonym zu www.nocensura.com/2011/03/coppia-lesbica-picchia-morte-bambino-di.html) e altri ancora negli anni precedenti… sempre trattando la notizia come novità.

Peccato, perché trattata nella maniera giusta questa non è una bufala, è un gravissimo fatto di cronaca, caso isolato, che è avvenuto nel 2003, quasi 11 anni fa, perché ritirarlo fuori ogni anno se non per fomentare sdegno nei confronti di persone non gradite a questi pseudo giornalisti?

Trovo che giornali online come LoSai, NoCensura e AffariItaliani farebbero un miglior servizio eliminando la notizia, o correggendo il tiro, che si sappia che la cosa è vecchia di 11 anni, e si eviti di specularci ancora sopra! È come se io domani titolassi che è avvenuto un fatto grave: due aerei si sono schiantati contro due grattacieli… non è una bufala, è successo davvero, ma nel 2001…

Se leggete testate e blog che hanno ri-diffuso la vicenda cancellatevi dalle loro liste, smettete di linkarli, eliminateli dai bookmark… insomma state lontano da fonti così poco affidabili!

Qui i fatti come raccontati dai quotidiani sudafricani:
http://www.iol.co.za/news/south-africa/lesbian-couple-guilty-of-gruesome-murder-1.270415

Grazie a Manola Pisano per la segnalazione!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!