Questo articolo riprende il contenuto di un nostro post pubblicato su Facebook a maggio 2013.

Argomento della settimana: il femminicidio! Non certamente una cosa da scherzarci sopra. Il motivo del mio interesse? Da svariati giorni circolano infografiche da far paura a chiunque, nelle quali si evidenziano 124 donne uccise nel 2012. C’è da farsi venire i brividi, a leggere l’elenco di queste poverette. Però… sì, c’è un però.

I numeri citati provengono da un sito la cui mission è di conteggiare tutte le morti di donne. Lo dice chiaramente nei suoi criteri di numerazione. Nel conteggio, riporta anche le donne morte per ragioni che nulla hanno a che vedere col Femminicidio. Tolte quelle, il vero numero dei femminicidi nel 2012 gira intorno 67. Comunque tantissime, ma stiamo parlando della metà dei numeri sulle infografiche che girano in rete.

Siamo vicini ai parenti di queste vittime, ma nel cercare sempre la verità contro la bufala, ci tenevamo a far chiarezza a riguardo. Le ragazze di Bollettino di guerra ci hanno provato, scrivendo CHIARAMENTE che le vittime da loro elencate non sono tutti casi di femminicidio, ma la stampa sorda alla verità e il tam tam dei social network, fatto da imbesuiti che pubblicano tutto senza mai controllare, continua a diffondere dati fasulli!

Riporto per correttezza anche il link al post.

http://bollettino-di-guerra.noblogs.org/post/2013/01/08/criterio-per-la-numerazione-per-il-conteggio-delle-vittime/