LACANAPACURA

Titoli come questo per me sono da galera, chi scrive articoli così dovrebbe essere allontanato dal web seduta stante, e non gli dovrebbe venir permesso di fare figli e avere relazioni sociali. Ma l’analfabetismo funzionale vola alla grande nel nostro paese, anche tra alcuni commentatori abituali di Butac (il Bongiorno si vede dal mattino, no?)

Cosa ci racconta una testata scientificamente affidabile come Pane E Circo?

David Hibbitt è un ragazzo inglese cui è stato diagnosticato nel 2012 un cancro al colon in fase 3. Dopo essere stato sottoposto a chemioterapia, radioterapia e un intervento chirurgico, i medici gli dissero che non ci sarebbe stato più niente da fare..al massimo avrebbe vissuto per altri 18 mesi.

David non si è dato per vinto e ha cominciato a informarsi e studiare sulle possibili “strade alternative”. La cura che sembrava più adatta al suo caso era quella a base di olio di cannabis, così ha deciso di provarla.

Quindi tre anni fa gli hanno diagnosticato un cancro al colon, tre anni fa si è sottoposto a TUTTI I TRATTAMENTI per eliminare il suddetto. A dicembre 2013 dopo due operazioni e i previsti cicli di radio e chemioterapia i medici hanno detto che il cancro era svanito. Quindi siamo nel 2014, quando un mese dopo il “tutto a posto” dei medici David trova una piccola massa nell’inguine, lui sostiene (perfino il Daily Mail spiega chiaramente che è quanto sostiene lui, senza verifica alcuna da parte dei medici) che i medici gli avrebbero detto che per quella non ci sarebbe stato nulla da fare. Ma David da febbraio ad agosto 2014 si sottopone comunque a radio e chemioterapia. Ad agosto smette, e dopo sue personali ricerche decide di curarsi con l’olio di canapa.

Ad ottobre, pur continuando con la canapa, si fa operare per rimuovere i linfonodi colpiti dal cancro. Quindi arriviamo a gennaio 2015, quando un ulteriore visita dice che David non ha tracce di masse tumorali nel suo organismo.

Merito della canapa?

Vediamo di riassumere:

2012: diagnosi di cancro al colon

2012: operazioni chirurgiche che rimuovo la massa e trattamenti radio e chemioterapici

2013: Il tumore sembra sconfitto, ma dopo un mese si trova un’altra piccola massa, si opera, si rifanno i trattamenti radio e chemioterapici, il tumore sembra sparire.

2014: Stesso copione, stessa risposta, David continua fino ad agosto i trattamenti radio e chemioterapici e ad ottobre si fa operare un’altra volta, però da agosto inizia a curarsi anche con la canapa.

2015: Ancora una volta le analisi sembrano dire che non abbia più tracce di masse tumorali.

Cosa l’ha curato? la canapa?

La cosa più bella alla fine dei giochi è che il Daily Mail che PaneECirco usa come fonte, pur essendo una testata notoriamente fuffara, tutte le informazioni che vi ho riportato qui sopra le cita per bene. P&C invece pur usando loro come fonte ha deciso di ometterle in toto, sia mai che i lettori mangiassero la foglia.

Ma per favore, vergognatevi.

Di gente che si è curata con l’olio di canapa avevamo già parlato.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!