BREASTCANCER

Sta circolando all’impazzata una vecchia notizia decisamente preoccupante, parliamo di cancro al seno, e il loro legame con l’uso di particolari anti traspiranti.

L’appello che circola dice così:

Ci9 stato chiesto di diffondere il più possibile quest’informazione:
Ilclorìdrato di alluminio sarebbe la causa di numerosi cancri al seno, una specialista in biologia cellulare, la sig.ra Gabriela Casanova Larossa dell’università in Uruguay ha scritto questa spiegazione sulle orìgini del cancro a! seno: Qualche tempo fa ho assistito ad un seminano che trattava del cancro a! seno. Al momento delle domande-risposte, ho chiesto perché ‘ascella è il posto dove si sviluppa maggiormente un cancro al seno. Allora non ho ricevuto risposta alla mia domanda, ma ho appena ricevuto una lettera che risponde alla mia domanda, e desidero condividerla con voi.
La causapnncioale dej cancro al seno è [utilizzodi ANTI-TRA SPI RANT/ * La maggioranza dei prodotti sul mercato sono una combinazione di anti-traspiranti e deodoranti.
Guardate, la combinazione dei prodotti che avete in casa. Se ce ne sono che contengono clorìdrato di alluminio (anche deodoranti) bisogna buttarli via e trovare altre marche che non hanno componenti a base di alluminio. Ce ne sono sul mercato​. Eccovi una spiegazione molto semplice. Il corpo umano ha solo poche zone suscettibili di eliminare le tossine: dietro alle ginocchia, tra le gambe e tra le ascelle. Le tossine vengono eliminate sotto forma di sudorazione. Gli anti -traspiranti impediscono questa’sudorazione, quìndi EVlTANO la missione del corpo che consiste nell’eliminazione delle tossine attraverso le ascelle. Queste tossine non scompaiono. Sono trattenute nelle ghiandole linfatiche che si trovano sotto le braccia. La maggioranza dei cancri al seno iniziano in questa regione superiore a! seno. Gli uomini sono meno suscettibili di sviluppare questo tipo di malattia perché anche se utilizzano anti-traspiranti questi vengono trattenuti in superficie dai peli delle ascelle e non vengono applicati direttamente sulla pelle. Le donne che si rasano sotto le ascelle accrescono il rischio di piccole ferite causate dalla lametta e applicando questo prodotto subito dopo la rasatura permettono ai prodotti chimici di penetrare più facilmente nel corpo. Per favore, informate tutte le donne e gli uomini che conoscete. Il cancro al seno prende proporzioni veramente allarmanti!

Prendere una cosa così e passarla per buona è ridicolo, ma siamo tutti d’accordo una donna, anche se si accorge che il testo è scritto da un’incapace, ha il dubbio, e magari evita, smette, cambia marca dei prodotti che usa abitualmente, per ansia, per terrorismo psicologico, o ancor peggio per strategia commerciale.

Io non sapevo nulla di composizione degli anti traspiranti, o di maggiori incidenze su chi ne fa uso, rispetto a chi usa altri prodotti, ma una breve ricerca sul web ha permesso di portare subito alla luce un significativo messaggio del National Cancer Institute americano, il cui sunto si riassume in due semplici punti:

  • There is no conclusive research linking the use of underarm antiperspirants or deodorants and the subsequent development of breast cancer.
  • Research studies of underarm antiperspirants or deodorants and breast cancer have been completed and provide conflicting results. 

che tradotto:

  • Non esiste nessuna ricerca che abbia collegato l’uso di anti traspiranti o deodoranti allo svilupparsi del cancro al seno.
  • Gli studi, in merito all’uso dei prodotti e il cancro al seno, che sono stati completati finora hanno portato risultati contrastanti.

Quindi si necessita di maggiori studi, ma qualcosa lo si può dire comunque! Il messaggio riportato lassù circola dal 1999, da allora si sono portati a termine 3 studi in merito a questa correlazione, tre studi che ci hanno portato questi risultati:

Nel 2002 su 1606 donne censite di cui 813 con cancro al seno e 793 senza non si è trovata alcuna relazione statistica tra l’uso dei determinati prodotti e lo sviluppo della malattia.

Nel 2003 intervistando SOLO donne che avevano sviluppato cancro al seno il Dott. Kris McGrath ha evidenziato che le donne che avevano usato anti traspiranti e si erano depilate più spesso avevano avuto la diagnosi prima di quelle invece che non ne facevano uso o non si depilavano. Nei commenti in giro nei vari siti di oncologi mi è parso di capire che molti sostengano la teoria che intervistando SOLO le donne con cancro al seno McGrath abbia solo evidenziato che quelle che si depilano e si dedorano probabilmente hanno iniziato a controllarsi prima delle altre, a abbiano fatto caso prima ad eventuali cambiamenti.

Nel 2006 uno studio su un campione minuscolo di donne (104, di cui 54 con cancro al seno e 50 senza) non avrebbe evidenziato alcuna correlazione.

Lascio a voi qualsiasi considerazione del caso, ma credo fosse necessaria un po’ di chiarezza.

Nei vari messaggi che ho visto circolare si fanno anche nomi di ospedali e/o a.s.l. che avrebbero messo in circolazione la cosa, NON fatevi fregare, i fatti sono quelli riportati qui sopra, la lettera è la stessa che circola da 15 anni, smentita nei suoi contenuti più e più volte. Snopes ne scrisse già nel 1999 stesso, ma ha aggiornato la sbufalata a gennaio di quest’anno.

A dimostrazione che a rimetterla in giro c’è qualcuno anche negli States!

I siti che hanno diffuso questa notizia sono siti che l’hanno fatto alla leggera, come se invece che di cose serie (da verificare con attenzione e spiegare ai propri lettori) si fosse trattato di gossip…perché? Ma perché a quesi siti in realtà NON interessa il vostro bene, informarvi davvero su rischi o altro, ma solo che voi ci andiate, leggiate e allarmati condividiate … click, click, click…

Non fatevi fregare!

Per una completezza d’informazione qui trovate un lungo articolo dell’American Cancer Association in merito, con fonti, dati statistiche il più aggiornate possibili.

E perché lui è sempre il Re, il buon Disinformatico aveva già provveduto a sbufalare tutto, come sempre!