bulldgo2

No, non sta per aprire un Bulldog coffee shop a Roma, o meglio non un emulo dei famosi coffee shop olandesi, visto che in Italia per ora tutto ciò è vietato dalla legge! Non sono contrario alla liberalizzazione, ma all’utontaggine sì, e questa era notizia uTonta un bel po’.

La fonte è uno dei tanti siti di notizie inventate online, il Corriere del Corsaro, uno degli ultimi nati in casa panzane! Ve ne cito un bel pezzo.

A Luglio ci sarà l’inaugurazione dell “Bulldog” che aprirà a San Lorenzo, e per la prima giornata, si potranno assaggiare i “prodotti” che saranno poi venduti durante l’anno a prezzi di lancio: Marijuana a partire da 5 €/g. e Hashish da 6 €/g, dal giorno seguente saranno applicati invece i prezzi di listino.

Il Sindaco ha così commentato: “Sarà un evento “storico”, come in Olanda e in altri paesi della Comunità Europea ci stiamo aprendo a nuovi orizzonti, l’obiettivo nostro è quello di eliminare la criminalità che gira intorno al mercato della droga, come dimostrano i dati statistici nelle città dove le droghe leggere sono legalizzate vi è un tasso quasi irrilevante di criminalità legata allo spaccio di tali sostanze”.

bulldgo

Perché proprio la scelta del “Bulldog” per la notizia satirica? Perché è un locale “storico” in quel di Amsterdam, e con una storia molto particolare:

This is where the legacy started in 1974, in a sex-shop located in the cellar of house number 90. It started out as a living room for friends where secretly a joint was smoked, but soon tourist knew to find the place and The Bulldog was born. During the early years the shop also became sort of a trainings center for the local police as there often were more than a couple of raids a day. In the shop you can see and learn its history and discover some of the many hiding places for cannabis during those days. Today The Bulldog The First is more than just a cellar, but a comfortable shop with an upstairs and downstairs, a souvenir shop and canal- side patio.

Tutto qui: una notizia inventata che circolerà per chissà quanto tempo!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!