Su VoxNews nei giorni scorsi è apparso un post composto da una sola foto, questa:

Spilla che riporta la scritta Different Cultures * Shared Future – IO SONO BENVENUTO – #withrefugees Museo Egizio

La foto riportata da VN viene da un post pubblicato da un esponente di CasaPound su Facebook, post che si accompagna da questa unica frase:

Ma da quando il Museo Egizio, Torino fa politica?

La spilla è vera, non siamo di fronte a nessuna bufala, ma le cose vanno un filo spiegate, per capire di cosa stiamo parlando perché la manipolazione dei fatti passa anche tramite post di questo genere.

Da tempo il Museo egizio di Torino è nel mirino degli estremisti di destra (Vox e CasaPound rientrano perfettamente nella categoria). Il suo direttore aveva tenuto testa a Giorgia Meloni qualche tempo fa (anche se ne farlo era caduto anche lui in qualche errore che abbiamo poi dovuto trattare qui su BUTAC) e questo è evidentemente uno sgarro che non si dimentica. Guarda caso nei commenti che ho visto in giro alcuni rimpiangono il direttore precedente.

Ma vediamo cosa è questa spilla. Il Museo egizio da alcuni anni festeggia la Giornata Mondiale del Rifugiato (che si celebra il 20 giugno) con un’iniziativa che si chiama Io sono il benvenuto. Dal 2000 su decisione delle Nazioni Unite si è deciso di onorare in quella data tutti i rifugiati di tutti i Paesi del mondo. Non è quindi una novità e non è un’iniziativa del Museo egizio, ma qualcosa di globale che esiste da quasi 20 anni. Il Museo egizio non ha fatto altro che creare una propria occasione per onorare i rifugiati, in date vicine a quella ufficiale al museo possono entrare gratuitamente i rifugiati di ogni nazionalità. L’iniziativa si chiama appunto Io sono il benvenuto.

Io sono il benvenuto è un’iniziativa, organizzata con UNCHR, che è nata nel 2017, ed è un appuntamento che evidentemente piace molto a Torino. Il video di quest’anno che è stato pubblicato sulle pagine social del Museo la dice lunga su quanta politica venga fatta in quest’evento:

Comprendere cosa sia il Diritto d’asilo e perché si sia scelto di festeggiare la Giornata Mondiale del Rifugiato sarebbe importante. Non si tratta di fare politica, ma è evidente per qualcuno l’accoglienza è solo politica, curioso che tanti di questi si definiscano cattolici.

Per aiutarvi vi ripropongo un video del canale Youtube Dumb Res, dove il Diritto d’Asilo è spiegato nei dettagli:

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it