Sul blog Medicina a Piccole Dosi (MPD) è apparso il 19 maggio un articolo che titola:

Pres. Madagascar: “L’ OMS mi ha offerto 20 milioni come mazzetta”

L’articolo riporta una vera intervista video al presidente del Madagascar, dove lo stesso si lamenta di come l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’abbia maltrattato. Ma nell’intervista non si fa il minimo cenno a questa mazzetta che l’OMS avrebbe offerto al presidente.

La fonte dell’accusa sarebbe Tanzania Perspective, tabloid di cui MPD propone uno screenshot della prima pagina.

Tanzania Perspective non ha un sito web, ma è vero che ha titolato come da screenshot il 14 maggio 2020. Il problema è il basso livello d’affidabilità della testata, che già qualche settimana fa era stata sbugiardata dai fact checker di AFP.

A parte altre testate che riprendono la notizia da Tanzania Perspective, il racconto non appare sui quotidiani più affidabili della regione. La notizia la troviamo quindi riportata solo sui tanti siti che stanno spingendo per la cura fitoterapica che piace al presidente del Madagascar.

Nello screenshot qui sopra vedete come su FB nei giorni scorsi siano state condivise anche altre notizie col presidente del Madagascar come protagonista. Ma anche l’altra che vediamo circolare, con fonte sempre Tanzania Perspective, è risultata fasulla (glielo spiegate voi ad AmbienteBio e Kyballion TV?). Emma Eros, nome presente a fondo screenshot, fa parte di quella schiera di antivaccinisti nazionalisti australiani che da settimane attaccano la figura di Bill Gates. Il tutto senza lo straccio di una fonte affidabile. Davvero è questo il modo in cui vogliamo informarci nel XXI secolo? Davvero non abbiamo imparato a verificare le nostre fonti?

La Tanzania oltretutto è dal 29 aprile che non fornisce dati aggiornati sul contagio. Ne hanno parlato testate affidabili spiegando che questo è molto preoccupante. Sia chiaro, i numeri dei malati in Tanzania e Madagascar sono relativamente bassi, ma le dichiarazioni di alcuni politici locali purtroppo mettono preoccupazione. Sembra di trovarsi ai tempi del negazionismo sull’AIDS.

Io comunque sono andato a cercare il presidente del Madagascar sui social, dove è particolarmente attivo, e della notizia di Tanzania Perspective non ho trovato traccia. Ho scritto alla pagina per avere conferma o smentita della notizia. Spero in qualche risposta.

Ma l’articolo di MPD non è interessato ai fatti, è abbastanza palese che tutto il testo serva solo ed unicamente ad attaccare l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che evidentemente non sta loro molto simpatica.

Sulla BBC il 12 maggio 2020 è uscito (nell’edizione in swahili) un interessante articolo che spiega al meglio la situazione nei Paesi africani. Nel frattempo la notizia di Tanzania Perspective è stata ripresa da più profili legati al complottismo mondiale. Testate e tabloid di quelli che nei mesi scorsi hanno riportato le tante sciocchezze che si sono dette sul Sars-Cov-2, testate e tabloid da cui sono mesi (se non anni) che cerchiamo di mettervi in guardia.

Anche nel nostro Paese ci sono tante persone che sostengono cure di vario genere per COVID-19. Come spieghiamo da tempo le cure non si presentano sulle prime pagine dei giornali o sui social, ma su riviste ad hoc dove i dati vengano pubblicati seguendo il metodo scientifico. Riviste che permettono la revisione da parte dei propri pari, che verificano se quanto sostenuto è affidabile o meno.

Chiunque strombazzi le proprie scoperte usando blog e giornali come canali di condivisione non è un vero scienziato, ma qualcuno che sta cercando un buon modo per farsi un po’ di pubblicità: d’altronde la pubblicità è l’anima del commercio.

L’infodemia ha fatto grossi danni, onestamente non so come ne verremo fuori.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!