BOBINABAC2

La bobina BAC

Acchiappaclic? Acchiappafessi?

No, una gran bella barzelletta!

Ci sono persone che non si sa mai con che termini chiamarli.

  • Burloni? In tal caso la burla deve essere palese e qua non sembra, anche se leggendo l’articolo si ride parecchio.
  • Truffatori? Servono prove precise e circostanziate se no si rischia di configurarsi il reato di ingiuria.
  • Creduloni? Forse. Soprattutto nel credere che i lettori di simili corbellerie siano tutti stupidi.

Insomma cari amici, decidete voi in piena libertà di pensiero, l’unica vera e totale libertà che possediamo, per scegliere la parola che ritenete in questo caso più opportuna. Noi vi racconteremo la faccenda.

Di chi parliamo oggi secondo voi?

Del Cern?

Del Fermilab?

Dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare)?

Più o meno…

Parliamo nientepopodimenochè… ehm… (scusate il tentennamento ma la mia tastiera fatica a scrivere certe parole)…

Parliamo di DIONIDREAM.

risata

Basta, su… smettetela di ridere… non sapete nemmeno di cosa andremo a parlare…

risata2

Va be’… fate come preferite…

risata 3

Nel dettaglio vi racconteremo della bobina BAC

Naturalmente voi non sapete cosa sia. Nessuno sa cosa sia (salvo Riccardo Lautizi redattore di Dionidream). E naturalmente manco noi sappiamo cosa sia: non l’abbiamo infatti mai sentita nominare. L’unica cosa che però sentiamo è una grande puzza di fuffa, quella DOC 100%. Anche voi la sentite?

TREMENDOOO!

Che strano… il web ha il magico potere di trasmettere odori…

Bando al sarcasmo. Leggiamo cosa tentano di spacciarci:

Bobina BAC – Ecco come costruirla per risparmiare su acqua, gas e carburante

 Naturalmente immagino che tutti voi abbiate costruito la bobina BAC, così risparmierete su acqua, gas e carburante.

Anzi… mia zia, quella anziana pensionata che alle 22 di sera rimase senza dentifricio e YouReporter avrebbe dovuto farne una notizia ne ha fatte 17 (i pensionati non hanno mai nulla da fare) ed ha risparmiato talmente tanto che è andata a credito col comune che le dà 100€/mese per l’acqua resa, con Hera che le dà altri 100 per il gas reso e l’Eni che gliene dà 200 per tutto il gasolio reso.

È brava mia zia, vero?

Leggiamo l’articolo, va’…

Chi l’ha provata ne è entusiasta

Ecco, appunto… chi l’ha provata? No, perché immagino che chi lo abbia fatto se ne stia ben zitto, vergognoso con se stesso di avere buttato tempo in simili cose.

 e l’ha installata sui tubi della macchina

Quali tubi? Le automobili sono piene zeppe di tubi.

  1. Tubi del circuito di raffreddamento del motore: contengono acqua e antigelo.
  2. Tubi del carburante: collegano la pompa immersa nel serbatoio agli iniettori.
  3. Tubi dell’impianto dell’aria condizionata: contengono l’R410/A il gas per i circuiti dei condizionatori.
  4. Tubi dell’olio dei freni: se si rompe uno di questi tubi vi facciamo gli auguri.
  5. Tubi dell’aria: sono i manicotti che portano agli iniettori l’aria necessaria alla combustione.
  6. Tubi dell’aria per l’abitacolo: se avete caldo esce fredda, se avete freddo, esce calda.
  7. Tubi dei gas combusti: dai collettori di scarico, al catalizzatore, fino al terminale della marmitta
  8. Tubo dell’acqua lavavetri: quando voi spruzzate per cancellare moscerini e zanzare spiccicati sul parabrezza.
  9. Tubo di scarico della batteria: scarica l’accumulo di idrogeno che si forma quando la batteria è in carica. Inoltre scarica l’eccesso di acqua dopo un rabbocco abbondante.

È importante sapere su quale tubo applicare la magica bobina BAC perché sbagliare tubo significa non capire un tubo.

dell’acqua e gas di casa sperimentando meno consumi e più efficienza. Ecco come funziona e come costruirla ed istallarla.

Eccoci… siamo proprio arrivati al nocciolo. Siamo curiosissimi di sapere come funziona e soprattutto capire come mai quegli ignorantoni del Cern, del Fermilab e dell’INFN non ci sono arrivati prima. Fessi! Ma per fortuna che c’è DIONIDREAM…

Si chiama Bobina  B.A.C ( Bobina Bifiliare Chiusa Autoinduttiva ) ed è basato su due brevetti, uno di Nikola Tesla

 Non conoscendo la bobina BAC saremmo curiosi di sapere qual è il brevetto tra i tanti depositati da Tesla.

e l’altro di un ingegnere indiano Velagapudi M. Rao.

C’è un problema: un tal ingegnere dovrebbe apparire in rete se non altro in un qualche elenco di categoria. Ma… zero. L’unico personaggio di spicco con tal nome è il presidente del “KCP Zuccheri ricerca agricola” nonché presidente del “Eimco-KCP Limited, KCP Sugar & Industries Corp Ltd.” un’azienda indiana che nulla c’entra con la bobina BAC.

Tuttavia più avanti nell’articolo torneremo su questo signore (o su un suo omonimo).

E’ un dispositivo passivo che sembrerebbe si autoalimenti dalle frequenze presenti nell’aria e dalle cariche elettriche presenti nei fluidi, migliorandone la qualità.

Ecco, finalmente leggiamo la prima parola corretta: “sembrerebbe”. Già coniugandola al presente indicativo posso utilizzarla per dire che la mia automobile rossa con l’adesivo del cavallino rampante sembra una Ferrari ed io sembro la persona più ricca del mondo. Ma anche David Copperfield sembra che voli. Se poi dal presente indicativo passiamo al presente condizionale, sembrerebbe che… la mia presunta Ferrari in realtà è un Airbus 480. Come dire: col verbo sembrare al condizionale si può tutto al mondo. Anche autoalimentare un avvolgimento elettrico.

A onor del vero, un campo magnetico variabile, in presenza di un opportuna induttanza (una bobina, ovvero un conduttore elettrico avvolto su un nucleo, ma anche una spira) può generare una tensione. Questo lo diceva anche Tesla ed è alla base del generatore elettrico o se volete della dinamo della vostra bicicletta. Tuttavia i campi magnetici o elettromagnetici cosiddetti vacanti nell’aria (escludiamo quindi situazioni limite mantenendoci nel generico), quelli dovuti alle frequenze che riceve il vostro telefonino, la vostra TV o la vostra radio, non hanno sufficiente energia per generare significative correnti elettriche. In antenna, laddove il segnale captato dall’etere si converte in corrente, ci sono valori estremamente bassi molto al di sotto del Volt.

Ancora: come possono le cariche elettriche atomiche alimentare una bobina? Sarebbe come alimentare i motori di una portaerei con l’energia muscolare umana di una persona che pedala su una cyclette collegata ad un generatore.

 Questo dispositivo può essere fatto facilmente in casa ed installato da sé. Chi non fosse pratico può mostrare i video seguenti ad un addetto ai lavori che ve le monterà dove volete. Prima di spiegarti come fare, è importante che tu conosca tutti i benefici indotti da questa fantastica bobina.

EFFETTI BOBINA BAC SULL’AUTO

La bobina può essere installata su tutti i tipi di auto, benzina, diesel, gpl e metano. Va installata prima e/o dopo il filtro carburante.

  • Risparmio carburante del 10-30%
  • Più potenza del motore
  • Migliore combustione del carburante a tutti i regimi.
  • Progressiva Pulizia del motore e della marmitta da depositi di combustioni incomplete.
  • Minor usura della marmitta catalitica perché ottimizzando la combustione, non lascia residui, produce molto meno sostanze tossiche che dovrebbe assorbire il catalizzatore.
  • Il motore ritorna quasi come nuovo nell’arco di 2 settimane circa, cioè il tempo necessario utilizzando l’auto tutti i giorni, perchè si verifica l’effetto di pulizia totale

In assenza delle dovute necessarie spiegazioni sui presunti benefici ci appare molto difficile credere a quanto promesso. Vorremmo sapere come la presunta energia ottenuta della nostra bobina interagisca sulla composizioni chimica/fisica del carburante che è molto diverso tra quelli segnalati: il gasolio è molto oleoso ed ha certe caratteristiche ben diverse dalla benzina, molto più secca. Per il GPL parliamo di gas pesante mentre di metano parliamo di gas leggero. Qualcuno ci può dare spiegazioni?

Inoltre se la bobina BAC è un “generatore” che prende energia dai campi elettromagnetici nell’etere, ci dovrà pur essere un utilizzatore, colui che consuma l’energia prodotta, a beneficio del promesso risparmio di carburante. Noi attendiamo delucidazioni ma siamo molto scettici che arrivino. Che cosa dobbiamo dunque pensare quando mancano le spiegazioni a fronte di promesse mirabolanti?

E infine: chissà se gli ingegneri della Ford, Toyota, Volkswagen e Fiat siano tutti così stupidi e fessi da lasciarsi perdere questo miracolo tecnologico?

EFFETTI BOBINA BAC SULLE TUBATURE DELL’ACQUA

  • Va installata all’ingresso del tubo dell’acqua che dal contatore va in tutta la casa. Può poi essere anche installata per un effetto maggiore sulle tubature dell’acqua dei singoli rubinetti, come quelli della cucina, lavandino, doccia, lavatrice, ecc.
  • Riduzione di Calcare, Fluoro, Sostanze Chimiche disciolte e Metalli Pesanti.
  • Acqua più leggera e pura da bere. L’acqua viene magnetizzata ottenendo una maggiore coerenza e quindi è più benefica per il corpo.
  • Potenziamento effetti di tisane, infusi naturali, profumi, essenze verie e Fiori di Bach.
  • Lavatrice più pulita, lava bene con meno detersivo e senza additivi, lasciando i tessuti morbidi e profumati, nessun anticalcare o ammorbidente.
  • Le pianta innaffiate con questa acqua crescono meglio, più vigorose e sane.
  • L’acqua della doccia lascia la pelle liscia e morbida e i capelli si rinforzano
  • Poiché le tubature che passano per la casa ora hanno l’acqua magnetizzata, tutto il nostro ambiente risulterà più sano e quindi si osserva che si dorme meglio e più profondamente, ci si ricorda meglio i sogni.
  • I cani perderanno meno pelo e sarà più lucido.
  • Secondo alcuni c’è una riduzione di “interferenze psichiche” nella casa e una progressiva decalcificazione della ghiandola pineale.

Anche qua nessuno ci spiega come una bobina che possa nel migliore dei casi generare potenzialmente qualche µV, possa alimentare non si sa quale magico utilizzatore atto a filtrare calcare, fluoro, metalli pesanti, ecc… Anche il ferro è un metallo pesante ma è utile, anzi, necessario al fisico umano, così come lo sono alcuni sali minerali che rientrano in quelle che il testo sopra etichetta come sostanze chimiche. E una bella fesseria arriva leggendo che l’acqua si può magnetizzare. Non sapevo che fosse un metallo ferromagnetico. Che la molecola sia composta da idrogeno e ossigeno legati da un legame debolmente polarizzato, questo si sa, e spiega della coesione della goccia d’acqua rispetto ad esempio ad una goccia di olio oppure del fatto che serva così tanta energia per estrarre i due gas (O e H) dal liquido. Ma che possiamo trasformare un bicchiere di acqua in una calamita… Insomma, ci sembra una grande cazzata!

Come uno studente quindicenne di liceo sa bene, per ottenere più forza di coesione in un legame chimico serve che gli atomi abbiano tra loro maggior differenza di elettronegatività.

Naturalmente non poteva mancare un’altra chicca: la nostra bobina potenzierebbe l’effetto di tisane, profumi, essenze, ecc., una cretinata fatta apposta forse per tutte quelle persone un po’ troppo credulone che pensano di medicarsi con i beveroni che tanto ingrassano le tasche chi li vende. Peccato che il nostro “fuff-o-meter” arrivi fino al 100%: chiederò a Maicolengel di estendere la portata oltre, anche se questo dato non ha senso. E naturalmente sono tutte scemenze anche i riferimenti alla lavatrice e alle piante che crescono meglio, nonché all’acqua della doccia che lascia i capelli più belli e la pelle liscia (perchè poi la doccia sì e la vasca da bagno no?).

Ovviamente con l’acqua magnetizzata che gira per la casa dormirete e sognerete meglio. Domanda: ma voi dormite con i rubinetti aperti? Chiedo questo perché se i rubinetti sono chiusi come fa l’acqua a circolare nei tubi? Essa sarà perciò ferma. Ma se fosse davvero magnetizzata si potrebbe opinare che stando ferma trasferisca la sua carica magnetica ai tubi in ferro (il ferro è magnetico) trasformandoli col tempo in… calamite? Aiutooo…

I cani non perderanno più il pelo, e chi magari ha problemi sessuali diventerà un novello Siffredi o una novella Cicciolina. Senza poi contare che le interferenze psichiche citate e promesse vi faranno vincere al super-mega-enalotto. Fantastica la BAC!

Ogni altro commento è per noi superfluo. Sbizzarritevi voi nei commenti se volete: almeno si ride un po’!

EFFETTO BOBINA BAC SULLE TUBATURE DEL GAS

  • Risparmio sulla bolletta del gas
  • I fornelli della cucina sono più potenti
  • Migliora l’efficienza della caldaia
  • Si stanno studiando gli effetti di tale bobina installata sulle piante e sull’uomo.

Vabbè… passi promettere risparmio sulla bolletta (lo farei anch’io se fossi il produttore della BAC). Passi che i fornelli aumentano improvvisamente la loro potenza come se in cucina fosse arrivato il Mago di Segrate (lo farei anch’io se producessi la BAC), passi che la caldaia diventa una centrale nucleare (lo farei anch’io se producessi la BAC) ma promettere che la bobina BAC (di cui non sappiamo ancora come funzioni elettricamente) applicata al tubo del gas possa dare effetti sulle piante e sull’uomo, mi sembra una grossa presa per il culo. (E scusate per le parolacce “bobina BAC”).

Dai, continuiamo a leggere che ci stiamo divertendo un mondo:

ISTRUZIONI SU COME COSTRUIRE LA BOBINA DI BAC

  • Prendi un doppino stereo di 1 metro con sezione 1 mm².
  • Fissa un estremità sul tubo con del nastro isolante.
  • Avvolgi il filo sul tubo in modo sempre DESTROGIRO, IN SENSO ORARIO VERSO DESTRA , sempre nel verso che segue l’acqua. (Questo punto è cruciale, altrimenti non funziona: pollice destro direzione del flusso e dita chiuse della mano come verso di avvolgimento)
  • Fai 13 giri sul tubo
  • Arrivato alla fine cerca di comprimere bene i fili che devono essere il più compatti possibile
  • Fissala con del nastro isolante
  • Gira i fili verso il capo opposto fino a sovrapporli in lunghezza almeno di 5 cm.
  • Rimuovere con una forbice l’isolamento di plastica ai capi del filo per almeno 2 cm.
  • Unire assieme il rosso iniziale e il nero finale, e il nero iniziale con il rosso finale e nastrare il tutto.

 Che accozzaglia di baggianate!

  1. Il doppino stereo sarebbe la piattina? Di solito in ambito elettrotecnico il doppino è riferito comunemente al cavo telefonico. Perché ci dicono di usare la sezione 1 mm2 ? Se fosse da 0.75 cosa cambierebbe? Con le debolissime correnti galvaniche che presumibilmente sarebbero in gioco anche un filo di rame del diametro di un capello andrebbe bene.
  2. Il tubo su cui avvolgere il conduttore di che materiale deve essere fatto? L’induzione su una bobina varia a seconda del nucleo su cui è avvolta. In aria avrà certi valori, su nucleo ferritico ne avrà un altro. Si vede che chi scrive (e chi ha progettato questa farsa) non sa nulla in proposito.
  3. Il campo elettromagnetico alternato su una bobina genera correnti alternate. Perché dunque dare una polarità alla nostra bobina spiegando che il cavo vada avvolto verso destra se poi sarà attraversato da (micro)correnti alternate?
  4. Perché 13 giri di tubo? Dov’è la formula per arrivare a ciò? Io lo so: il 13 è un numero portafortuna e suona quindi bene verso i creduloni.
  5. Unendo assieme i cavi come spiegato sopra si ottiene un cortocircuito elettrico. Cioè la differenza di potenziale prodotta genera una corrente che non avendo nessun utilizzatore se non la resistività e/o l’impedenza del conduttore stesso (o di un’altra bobina) manda il circuito in cortocircuito. A maggior ragione riteniamo per questo che il dispositivo NON ABBIA NESSUNA PROBABILITÀ DI FUNZIONARE. Nemmeno teorica, perché se fino a prima potevamo ipotizzare microscopici effetti fisici ed elettrici (completamente trascurabili data l’entità) in tal modo un circuito del genere toglie ogni dubbio di sorta: un generatore che è egli stesso utilizzatore?

8908688

VIDEO ESPLICATIVI SU COME FARE LA BOBINA DI BAC E COME INSTALLARLA

Alcuni video sono più vecchi e altri più recenti. E’ importante sapere che ad oggi è stato osservato che si hanno effetti maggiori con bobine a 13 giri con sezione di 1 mm².

In attesa dei calcoli che portino a spiegare perché la bobina deve avere 13 spire, noi riteniamo credibile aspettarci che ci venga proposto di costruire l’ammennicolo il giorno 13 del mese alle 13:13.

Spiegazione introduttiva sulla Bobina di Bac, quali sono i materiali necessari e come costruirla

Seguono i video che spiegano la costruzione. Ve li risparmiamo, tanto, per quel che servono… Fermo restando che chiunque li può vedere alla pagina di Dionidream linkata prima.

La cosa degna di nota è vedere nel video la presunta differenza che una bobina BAC farebbe sul fornello acceso in un prima e dopo la sua installazione. Prima infatti si vede una fiamma perfetta, dopo si vede si una fiamma più lunga che forma quindi un diametro fiamma più grande attorno al bruciatore, tuttavia si nota che è stata aumentata la portata del gas (presumibilmente dal riduttore di pressione), inoltre;

le estremità della fiamma stessa sono rosse, tipiche di quando la carburazione è imperfetta. In altre parole è stato facile fare questa presunta dimostrazione: è bastato difatti variare la regolazione del riduttore di pressione del gas al fornello. Con il risultato, tra l’altro, di peggiorare la combustione, credendo invece di fare il contrario.

Che polli! E chissà se questi ci credono tutti stupidi?

Ridicolo è poi il video in cui si monta l’avvolgimento sul tubo del rubinetto dove gli autori gridano quasi al miracolo per un’acqua più “liscia” che si sente al tatto. Quasi quasi era meglio Wanna Marchi!

Sì, decisamente gli autori credono che siamo tutti stupidi!

Su internet ci sono tantissime testimonianze di persone entusiaste di come “un mucchio di fili” possa fare tutto questo.

Assolutamente vero! Lo possiamo confermare anche noi facilmente. Basta controllare. Così però come è assolutamente altrettanto vero che tanta gente ha trovato efficaci i placebo senza sapere prima che fossero tali. Chi crede che la bobina BAC funzioni, fa bene a farla. E se trova benefici, meglio per lui. Ma da qui a spiegarne scientificamente l’efficacia ce ne passa. Ed infatti le spiegazioni scientifiche latitano. E dove queste mancano, cos’è che abbonda?

Bravi, avete indovinato!

Da quanto sappia non ci sono test scientifici (finanziati da chi?) che dimostrano tutto questo,

 Ma no! Ma non mi dire… Chissà mai perché… chi può finanziare una barzelletta del genere?

Ah… certo… sarà sicuramente un complotto organizzato dal gruppo Bilderberg che vuole spadroneggiare sul mondo vendendoci più carburanti, acqua e gas.

Certo… deve essere certamente così!

ma è ispirato a questo brevetto consultabile Burner fuel line enhancement device. Conosco molti ingegneri che non ne avevano mai sentito parlare

Per forza: è il brevetto N. US5134985 rilasciato il 28 gennaio 1991, scaduto nel 2004 perché non è stata pagata la tassa per il suo mantenimento. Questi ed altri dati li trovate qua.

E se in venticinque anni nessun ingegnere lo ha mai proposto immettendolo di fatto sul mercato, vuoi mai che ci sia un motivo?

Se mia zia (sì, sì, sempre lei, è famigeratissima…) inventa la “Pippopoppo”, un veicolo che con 100 grammi di aria ti fa fare 1000 km di strada e nessun ingegnere ne sentirà mai parlare, serve anche che ti dica il perché di questo o ci arrivi da solo?

Quello che invece effettivamente corrisponde è il nome dell’inventore indiano: Rao Velagapudi M, ma non possiamo sapere se è lo stesso amministratore di cui parlavamo prima oppure un omonimo. Evidentemente se ha lasciato scadere il brevetto significa che nessuno lo ha voluto sfruttare, ovvero ha fruttato zero, e anche qua dobbiamo chiederci il perché.

e incuriositi l’hanno installata constatando che effettivamente funziona.

Ecco… vorremmo proprio sapere i nomi di questi ingegneri. Pagherei, per conoscerli. Qualcuno lo ce li può portare? Avremmo molte domande inevase da rivolgergli.

Per chi volesse approfondire, leggere testimonianze e ricevere direttamente il kit per costruirla (che si trova altrimenti in ogni ferramenta) può visitare il sito Ecocreando dove c’è un gruppo di persone che stanno testando con diversi apparecchi l’efficacia di questo dispositivo realizzabile gratuitamente da tutti.

Ecocreando? Ma da tempo, assieme a Dionidream, è nella nostra Black List, la famigerata lista dei siti fuffa. Nell’attesa di sapere comunque quali siano questi apparecchi e quali dati elettrotecnici, chimici e fisici hanno prodotto, noi etichettiamo questo articolo come…

 Fuff'o meter

(Eh sì, quattro livelli non erano più abbastanza.)

Ancora loro scrivono:

Voglio far notare che è assolutamente non invasiva dato che viene installata esternamente ai tubi, quindi se non funzionasse significa che rimane tutto uguale a prima. Inoltre poiché il costo è di un paio di euro bisogna provarla.

Se per non invasiva si intende qualcosa di cui nessuno si accorge, allora sì: siamo completamente d’accordo. E siccome noi scommettiamo che non funzionerà (se non per effetto placebo quindi per chi ci crede) proponiamo di lasciare tutto come è ora, e chiedersi se tra tanti veri ingegneri al mondo, servisse proprio questo signore a rispolverarci un brevetto di venticinque anni fa, da dodici anni scaduto senza che nessuno ci facesse nemmeno caso.

Cosa rispondiamo? Con un altro fuff-o-meter? Saremmo noiosi…

 Ringrazio il mio amico Simone che me l’ha fatta conoscere e che è entusiasta per i benefici che ne sta avendo. Io l’ho appena installata e vi terrò aggiornati nei commenti sulle mie impressioni.

 Chissà quali mai saranno?

Fatemi sapere la vostra esperienza nei commenti.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

 Per fortuna! Ci mancava pure questa.

FUMETTO 1

Ma non è finita… (credevate eh?)

Siccome volevamo andare ai confini della realtà come nella famosa serie televisiva degli anni 60, ovvero sondare fin dove poteva arrivare la fuffa100% DOC (e anche DOP), siamo andati a leggerci l’articolo originale. A quanto pare, l’autore della trovata sembra essere (scusate il verbo “sembra” che tanti allergeni ci dà, ma non possiamo stabilirlo con certezza assoluta) non il Cern, non il Fermilab, non l’INFN ma… ECOCREANDO già prima citato e linkato: poveri noi!

 suicidio

Fareste bene a memorizzarvi questo nome perché il sito si occupa (oltre che della bobina BAC) anche di acqua magnetizzata (ma la conosciamo già) e di stufe pirolitiche (tra i tanti impieghi della pirolisi non siamo riusciti a trovarne uno autorevole a fini di riscaldamento domestico).

Sono loro che DONANO AL MONDO questa tecnologia, appunto la Bobina BAC: pensate un po’ che altruisti. Dopo venticinque anni che l’ha brevettata un indiano, a brevetto scaduto da dodici, loro la donano al mondo come se fosse opera loro.

Anche io potrei donare al mondo il fuoco o la ruota! Chissà se per questo vinco il Nobel?

Ogni idea è frutto di studi derivati da Nikola Tesla , Magnetismo, FluidoDinamica, ad ognuno il proprio merito e rispetto. Questo studio si prefigge di rendere alla portata di tutti, l’applicazione pratica dell’ Energia che crea il tutto di cui l’elettromagnetismo è una manifestazione molto potente nella nostra realtà.

Sì, come abbiamo visto, il concetto che un campo magnetico variabile possa creare una differenza di potenziale ai capi di una spira o bobina è fisica dell’elettromagnetismo. Ma che la BAC funzioni come dicono è tutta un’altra cosa. Anche un fiammifero vi può bruciare un dito, ma non vi riscalda un appartamento.

Questa è la prima applicazione pratica, e la prima volta che si combinano queste tecnologie per il risparmio di energia nelle sue varie manifestazioni, e dell’acqua dell’utilizzo di tutti i  giorni, per ridurre inquinamento e costi.

Non è la prima applicazione pratica dato che il brevetto N. US5134985 risale a, ripetiamo, venticinque anni fa.

  • “Perchè dal risparmio di oggi, parte l’economia delle tecnologie di domani”  Marco Cocca
  • “C’è vero progresso, solo quando i  vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti.”  Henry Ford

Belle parole ma la fuffa rimane! Anche perché se Henry Ford è un nome che tutti conoscono, Marco Cocca è…? L’idraulico di Ecocreando?

Gli utilizzi e applicazioni della BOBINA BAC

Su tubi carburante Benzina – Diesel -GPL – Metano – Automobili – Moto – Barche – Scooter – Generatori – Caldaie a Gas – Forni a Gas – Fornelli a Gas – Maggior potenza , minor consumo  20 -30% circa  – Fiamma e Combustione Migliorata

Un campo magnetico concentrato, prodotto dalla BOBINA BAC genera polarizzazione delle particelle di carburante e le carica positivamente, ed è in grado di bruciare più velocemente e quasi integralmente, diminuendo il consumo del carburante, e aumenta le prestazioni del motore (potenza, giri motore).

Incredibile! Se Dionidream ci diceva che è il campo elettromagnetico di un ambiente a produrre una corrente circolante nella bobina BAC, ora si dice che è la bobina a produrre un campo magnetico, che tuttavia inevitabilmente dovrà attingere corrente da qualcosa. Ordunque: da dove proviene la corrente che la BAC trasforma in magnetismo?

Forse bisogna innalzare ulteriormente il fuff-o-meter… col rischio poi di arrivare a fondo scala e romperlo… (che è pure nuovo.)

Le condizioni di combustione dalla miscela magnetizzata sono vicini a quegli ottimali,

Quale miscela magnetizzata? L’acqua? Il gas metano? Il GPL? la benzina o il gasolio? E il metano? Come si magnetizza?

si riducono le sostanze tossiche e risulta, che da punto di vista della tutela dell’ambiente l’azione della  BOBINA BAC è simile all’azione della marmitta catalittica.

Ma la marmitta catalitica (con 2 t e non con 3) trattiene nel catalizzatore ciò che abbatte e che non finisce in atmosfera. La BAC dove mette ciò che trattiene? Dove finiscono i presunti metalli e altro filtrati dall’acqua?

Ancora: un convertitore catalitico funziona in base a precise temperature di esercizio. La bobina BAC va invece a temperatura ambiente.

Ne leggiamo di cazzate eh?

Inoltre il carburante magnetizzato non solo non si deposita sotto forma di sedimento o fuliggine su valvole, iniettori, cilindri o candele, ma le pulisce anche, dalle incrostazioni precedenti. Di solito questo processo richiede del tempo, perciò l’efficienza ottimale, si raggiunge progressivamente.

Lo ripetiamo: se qualcuno ci spiega cosa è il carburante magnetizzato noi ringraziamo anticipatamente. Forse un nuovo sistema di fare il pieno: tu vai al distributore con la calamita e… et voilà… fatto il pieno, grazie al carburante magnetico. D’altronde, potrete ben capire… se esistono le risonanze magnetiche, esistono i nastri magnetici, esistono le carte magnetiche, esistono i campi magnetici, quelli in cui crescono gli alberi con le calamite appese, esisteranno anche i carburanti magnetici. Scusate l’ironia ma da tempo non leggevamo un’accozzaglia di scemenze tali.

Su Tubi portanti Acqua – tubi impianto termosifoni – Rubinetti – Doccie – Caldaie
Eliminazione in parte, di depositi, odori, sapori di calcare, cloro e sostanze presenti nell’acqua.
Ciò che normalmente chiamiamo “ACQUA”, è quasi sempre una “Soluzione di Acqua + Minerali e Metalli”.

Sì, è vero, ma non ci dite dove rimangono questi metalli e/o sali quando la BAC è in funzione. Lo sapete che noi siamo curiosi e incredibilmente ficcanaso, vero? Mica per nulla siamo protetti da San Tommaso.

Quindi, vuol dire che nell’acqua sono sciolte altre sostanze tipo calcare , cloro , arsenico, fluoro e altro. L’Acqua Magnetizzata, per la configurazione molecolare che assume, dagli esperimenti eseguiti sembrano dimostare la tendenza a “espellere da sè stessa”  le sostanze disciolte.

Quali esperimenti? Da chi? In quali laboratori? Dati inesistenti o introvabili SEMBRANO dimostrare che… la mia auto rossa con l’adesivo del cavallino rampante sembra essere una Ferrari.

Cioè tende a rendere parte delle sostanze, INSOLUBILI, e comincia a pulire e decalcificare l’interno del tubo dove passa. Si capisce dal fatto che si possono notare a occhio nudo, sul fondo di bicchieri e bottiglie trasparenti, residui e granellini delle sostanze addensate espulse dall’acqua.

Quindi le scorie non vengono filtrate e scendono giù dal rubinetto assieme all’acqua purificata? Ma allora cosa purifica? Sta a vedere che alla fine ci danno ragione a noi…

Altre info su Acqua Magnetizzata  –>  http://ecocreando.weebly.com/acqua-magnetizzata-con-bobina-bac.html

Ahh… finalmente qualcuno che ci spieghi cos’è questa acqua magnetizzata! Ma… un momento.. ma sono sempre loro… nel loro sito… Ah, ecco, mi pareva… Per un attimo ho temuto che l’acqua magnetizzata esistesse davvero! Pensate: come farebbe un rappresentante di calamite a bere? Gli si incollerebbero tutte allo stomaco!

Risultati ottenuti dalle sperimentazioni effettuate:

Ovviamente le modalità di prova sono sconosciute.

Riduzione del calcare in lavandini, lavatrici,  doccie, innaffaiatoi da giardino. Maggior assorbimento dell’acqua magnetizzata, da parte dei tessuti biologici e sintetici, con conseguenti migliori lavaggi con temperature + basse e meno detersivi. Migliore pulizia della pelle, per la propria igiene, miglior pulizia nei lavaggi dei cibi.

Lavaggio con lavatrice
Situazione iniziale: Lavatrice di 4 anni, lascia ancora macchie anche con additivo a base di “Ossigeno Attivo” e detersivo in capsule a 60 gradi
Successivamente:Lavatrice lava bene, senza aloni e macchie, senza additivi, solo detersivo in capsula a 60 gradi. Dopo qualche lavaggio, i panni lavati sono piu’ morbidi al tatto.

Acqua rubinetto cucina: L’Acqua inizialmente aveva molto calcare disciolto e il sapore non era piacevole affatto.
Dopo l’applicazione su tubo lavandino, mandata acqua fredda, si comincia sempre piu’ a sentire  l’acqua “molto piu’ leggera” al gusto, al palato.

Anche i cibi cotti con quest’acqua, sono piu’ “digeribili”, appesantiscono meno lo stomaco, a parità di quantità di cibo confronto a prima di essere preparati, lavati, puliti, cotti, con quest’acqua.

Sono tutte parole senza nessun fondamento scientifico dimostrato, semplicemente perché sono sconosciuti i dettagli tecnici e i calcoli.

Lavaggio delle superfici senza lasciare aloni. Vetri e superfici + pulite e senza residui.
Fornello Gas cucina: Dopo l’applicazione della BOBINA BAC sul tubo del gas, la fiamma è + forte a parità di posizione del regolatore del fornello, Il gas brucia meglio, scalda di più c’è anche meno inquinamento interno alla casa.
Caldaia a Gas: Dopo l’applicazione della BOBINA BAC sul tubo del gas, la caldaia produce acqua più calda nella stessa posizione del miscelatore.

Addirittura… chissà mai come potrà avvenire questa miglioria termica? Da dove proviene il calore ottenuto in più, oppure perché ne va disperso di meno? Siamo curiosissimi, perché ciò parrebbe un miracolo.

Doccia: Dopo l’applicazione della BOBINA BAC sul tubo dello spruzzino della doccia, la pelle rimane + pulita e morbida usando meno sapone e shampoo
Veicoli a 2 – 4 ruote: Consumo ridotto del 30% su camper  Ducato 2500 TD  Diesel anno 1984 – Consumo ridotto del 35 % su camper Ducato 2000 TD Diesel anno 1990
Dai test risulta immediata un aumento di potenza del motore e di accelerazione, poi in pochi giorni il computer di bordo “si autoregola/assesta” alla nuova condizione e vedrete i consumi diminuire perchè dovrete premere meno il pedale per accelerare… 

Singolare che il computer di bordo si “autoregoli” a seconda della bobina BAC. Un’ennesima barzelletta se nessuno ci  spiega come avviene questo fantomatico processo? Se alla Microsoft ne vengono a conoscenza metteranno la BAC pure nel prossimo sistema operativo Windows.

Ci possono essere risultati diversi da veicolo a veicolo. anche se stesso modello e alimentazione diversa: 1 a benzina e 1 a diesel, ma la differenza è davvero minima.
Possibile anche dal fatto che utilizzino carburanti diversi con proprietà intrinseche diverse a livello molecolare atomico. es. Benzina normale e Benzina V-Power
Invitiamo anche altre persone a testare e confrontare i risultati ottenuti con tutti, per poter migliorare ulteriormente e approfondire le ricerche.

Dopo venticinque anni dal brevetto…

Seguono alcuni link a pagine a contenuti simili e infine ancora indicazioni e vantaggi. Abbiamo riportato solo quelli più ridicoli emblematici perché tanti li abbiamo già visti in precedenza. (Perdonategli gli errori di grammatica vi prego.)

  1. Mai più ugelli di rubinetti e doccie intasati dal Calcare

  2. Lavatrice piu’ pulita, lava bene con meno detersivo e senza additivi, lasciando tessuti morbidi e profumati, nessun anticalcare o ammorbidente

  3. Acqua da bere e per cucinare pura, leggera, gradevole al gusto e molto energetica, conseguentemente minor appetito e calo naturale di peso corporeo, senza cambiare la propria alimentazione. Si tende naturalmente e senza sforzo a diminuire le porzioni delle pietanze.

  4. Rinvigorimento muscolare, diminuizione di dolori, accelerazione del processo di guarigione da malattie di qualunque tipo, quindi meno visite mediche e meno farmaci da assumere nel tempo.

  5. Scarichi fognari piu’ puliti e quindi minor bisogno di manutenzione e spurgo.

  6. Doccia più detergente, molto rinvigorente e lascia la pelle liscia e morbida

  7. Sonno migliorato, piu’ riposante e piu’ intenso.Si tende a sognare di piu’ e a ricordarsi meglio i sogni. Chi non sogna da anni anche, ricomincia a sognare.

  8. I cani si sverminano da soli, espellendo “gli intrusi” con le feci, perdono meno pelo ed è più lucido. La loro salute complessiva migliora notevolmente.

  9. Acqua in pentola bolle prima, a parità di gas utilizzato

  10. I cibi lavati, cotti e preparati hanno un sapore migliore, sono piu’ leggeri e digeribili.

  11. Non crescono alghe e non si depositano insetti e larve, in stagni, laghetti e piscine con acqua sempre in movimento.

  12. Cattivi odori quasi assenti, dagli scarichi della toilette.

  13. Innalzamento della propria Energia Vitale e progressivo sblocco e decalcificazione della Ghiandola Pineale.

  14. Riduzione e sparizione successiva di “Interferenze Psichiche”, diurne e notturne.

  15. Progressiva Pulizia del motore e della marmitta da depositi di combustioni incomplete

  16. Il motore ritorna quasi come nuovo nell’arco di 2 settimane circa, cioè il tempo necessario utilizzando l’auto tutti i giorni, perchè si verifica l’effetto di pulizia totale.

Eccoci giunti alla fine.

Dite la verità, vi siete divertiti, vero? Eh, lo possiamo immaginare…

Tuttavia vorrei lasciarvi con un ultimissimo commento, perché, come si dice nella Città Eterna, “quanno che ce vo, ce vo”: una breve deduzione alla lista dei 16 “vantaggi” di cui sopra, espressamente il n. 12 dove si dichiara che con la BAC spariscono gli odori dal gabinetto.

Evidentemente questa miracolosa bobina agisce anche sulla nostra cacca, profumandola.

Cacca

Grazie BAC, ci mancavi.

Lola Fox

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleSbufalare è inutile?
Next articleAveva un tumore, curata con la psicologia
Seguace di San Tommaso, sento di dover mettere il naso dappertutto ma quasi sempre sento solo puzza di fuffa100%. E sul rapporto causa-effetto nutro qualche preoccupazione: sono i bufalari e/o gombloddisdi a creare creduloneria, o è questa a indurre bufale ? Di certo è che la grande massa internauta non è preparata ad una informazione libera si da controlli di potere, ma anche da verifica della fonte.