ARSENICOACQUA

Retenews24 dovrebbe provare a cambiare nome, suggerisco ReteOldNews24, visto che le notizie che danno a volte sono davvero vecchie.

Ieri è stato il caso dell‘arsenico nell’acqua, copiando e incollando un articolo di KikkaPromoNews di giugno 2013 che a sua volta riportava informazioni di un articolo di Le Scienze del 2010. Capite già come un pezzo del genere sia da prendere con le molle, è roba vecchia estrapolata da altri contesti, approfondita zero. Insomma non è fuffa ma ci va vicino!

Cosa ci raccontano?

Arsenico nell’acqua, Pericolo Cancro. Analizzate tutte le marche italiane: Ecco in quali si trova e in che quantità

Nell’articolo che accompagna ci danno informazioni corrette, sia chiaro, ci spiegano  che il limite imposto è di 10 microgrammi al litro e che in nessuna delle acque controllate si è superato suddetto limite (limite che oltretutto è lo stesso in tutti i Paesi):

limitiacqua

Invece nella lista di acque che compare subito sotto evidenziano alcune marche a rischio, ma come? Abbiamo appena detto che fino a 10 microgrammi non è considerato pericoloso, e fino a pochi anni fa il limite era di 50 microgrammi, non facciamo troppo allarmismo, non dico che siano questioni da prendere alla leggera, ma pensiamo piuttosto che tutti beviamo acqua da sempre, e che le falde che ne sono inquinate lo sono da sempre, in quanto l’arsenico è presente in natura.

Capiamoci, le falde acquifere con arsenico lo sono naturalmente, non è che le inquiniamo apposta, sia chiaro, quindi chi si abbevera a quelle fonti da sempre assume arsenico in quantità elevate, oggi dopo anni di non controllo e altri anni con limiti tollerati elevati si è ridotto quel limite di tantissimo, fino a scendere sotto i 10 microgrammi, mi sembra che questo sia un passo avanti, una questione da “festeggiare”, non una su cui fare allarmismo (e pessima pubblicità a delle marche di acqua che comunque rispettano i parametri fissati dalla legge).

Ah dimenticavo, la regione in cui il problema è più accentuato è il Lazio, con quasi 9 falde acquifere inquinate. Qui trovate l’analisi completa dei campioni di acque del rubinetto.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!