ASTEROIDELEGGO

La notizia è di quelle stupide, che non dovrebbero trovare spazio su di un giornale, ma tant’è, The Huffington Post US ha colto la palla al balzo ieri ha lanciato questa sciocchezza sul web: Pat Robertson 84enne americano, conduttore sulla rete ABC Family di uno show che s’intitola The 700 CLub, mica roba da ridere, si tratta dello show a tema religioso più longevo della storia della TV visto che la prima puntata è andata in onda nel lontano 1966. Robertson oltre ad esser un telepredicatore è uno scrittore e nel 1995 aveva già scritto un libro che raccontava appunto che la terra sarebbe finita con un BANG…

impact3

In realtà il povero Robertson non ha detto esattamente così, ma titolare in maniera sensazionalistica è tipico dei giorni nostri, la frase precisa è la seguente:

That’s what Jesus himself said! So, hey, just get ready. Get right. And stay right with the Lord. It could be next week, it could be 1,000 years from now. But nevertheless, we want to be ready whenever the Lord says, ‘I’m wrapping it up, and it’s time to come home.

Questo è ciò che ci ha detto Gesù stesso! Per cui, hey. Siate pronti. And restate con il Signore. Potrebbe succedere la settimana prossima, come potrebbe succedere tra 1000 anni. Ma comunque sia siate pronti, quando il Signore ci dirà “Sto facendo ordine, è tempo per venire a casa”

Lo capite vero che si tratta di un sermone, di una predica, NON DI UNA PREVISIONE, il povero Pat non sta facendo altro che il suo mestiere, esattamente come la protezione civile fa il suo quando ci avverte che domani (o tra 100 anni) il Vesuvio potrebbe eruttare!

leggochoc

Pubblicare queste sciocchezze su testate giornalistiche è IMHO un grave errore, sicuramente serviranno da riempitivo, ma non apportano nulla, quando invece si potrebbero sfruttare giornate di poche news interessanti per dedicarsi ad approfondimenti, studi, ricerche, magari un po’ di vero giornalismo…e non riportare un sermone di un telepredicatore come se si trattasse di una notizia a cui dare ascolto.

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!