apirobot1

Questa storia che le api stanno venendo sostituite da api robot l’avevamo già trattata il 3 Giugno del 2013 (il blog ancora non esisteva), la notizia bufalosa veniva da Informare per resistere…ed ora a distanza di un anno viene, come sempre, rimessa in circolo da altre grandi menti del web (se ha funzionato una volta perché non ripetere, tanto a loro interessa il vostro click, mica informarvi).

426728_178042122361387_993065635_n

Ci racconta Daniele Penna di Salto Quantico (ma siamo sicuri non si tratti di pagina troll, non c’è UNA sola notizia che sia reale, tutto quello che è postato sulle sue pagine è bufala o disinformazione…) che:

Le api stanno scomparendo? Arrivano le Api Robot della Monsanto

Che dire non sto nemmeno a riscrivere ciò che dicevo l’anno scorso su FB, ve lo riporto parola per parola:

InformareXresistere  è sempre fonte di piccole chicche, questa volta parliamo di HoneyDrone, piccole api robot che sarebbero state sviluppate dai laboratori di Harvard per impollinare fiori e per operazioni di logistica militare! Ovviamente i fiori li impollinerebbero SOLO per la Monstanto, che come ben sappiamo è dietro ogni nuova scoperta tecnologica per quanto riguardo natura e metodi di inseminazione! Peccato che l’articolo sia come sempre ricco di cazzate, a partire dall’immagine usata che non viene da Harvard (che guarda caso si studia droni ma ha foto lievemente più verosimili sul proprio sito) ma viene invece da un sito che si chiama BrandPowder e si occupa di Visual Communication, non di robotica! E sul sito ufficiale BrandPowder troviamo un articolo sulle api droni, ma è un’articolo bufalissima, partendo dalle immagini usate (tutte photoshoppate) arrivando alla ricercatrice TORINESE che le avrebbe ideate!
Qui il link all’articolo di brandpowder, e nei commenti sotto la pagina di InformareXResistere!

 

 maicolengel at butac punto it