Alessandro Sordelli ci segnala l’ennesimo caso di allarmismo.

Sta circolando l’allarme sulle uova alla diossina. In pratica, in nove pollai presenti nella zona Mantovana son state trovate uova contaminate da composti PCB.

Allora:
1: I PCB (policlorobifenili) non sono la diossina, per quanto le molecole siano simili.
2: Come riporta Altroconsumo (http://www.altroconsumo.it/alimentazione/sicurezza-alimentare/news/uova-alla-diossina-nessun-rischio-sugli-scaffali) l’allarme è fin troppo esagerato.

Le uova non erano destinate al commercio, provenivano da pollai a gestione familiare, ed erano destinate al consumo in proprio.

Alcuni siti, come la gazzetta di Modena, l’han riportato (anche se nascosto in una marea di allarmismo), ma decine di altri siti hanno riportato la notizia ingigantendola a dismisura!

Non fate i polli e informatevi meglio!

 

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!