No, Glaxo e Pfizer non sono la stessa cosa

...e ci vogliono pochi secondi per verificarlo.

C’è un messaggio che sta circolando un po’ ovunque da quando sono uscite le notizie promettenti sul vaccino della Pfizer. Un messaggio che purtroppo la maggior parte della gente condivide senza rendersi conto della pessima figura che sta facendo. Noi ci metteremo davvero pochissimi secondi per trattarlo, vista la facilità della verifica. Il messaggio circola sia sotto forma di meme che in formato testuale, qui nella versione che mi avete segnalato più spesso:

…lo sai che il laboratorio di Wuhan è di proprietà della Glaxo che a sua volta e proprietà della Pfizer…

Ma gira anche così:

Questa singola riga vuole avere implicazioni importanti, sostenendo che Sars-Cov-2 sarebbe prodotto da un laboratorio di proprietà degli stessi che hanno poi sviluppato uno dei vaccini. Ma è una bufala, di quelle facilissime da verificare. Prima di tutto il laboratorio di Wuhan non è di proprietà della Glaxo, ma è di propeità del governo cinese. Il laboratorio di cui si parla difatti è il Wuhan Institute for Virology, un laboratorio dove si studiano virus, amministrato dal governo cinese. Laboratorio che ha permesso l’accesso di ricercatori e studiosi stranieri, senza che ci fosse nulla da nascondere. Laboratorio da cui, sono mesi che gli scienziati ce lo spiegano, non è stato creato o fatto uscire alcun virus…

E fin qui il laboratorio. Ma davvero Glaxo e Pfizer sono della stessa proprietà? Nemmeno!

La Pfizer è una multinazionale americana, la GlaxoSmithKline è una multinazionale britannica. Sono concorrenti, operano nello stesso settore, ma non sono la stessa azienda. Ci vogliono pochissimi secondi a verificarlo. E ci vuole lo spirito critico di una gelatina a non rendersi conto che un complotto del genere sarebbe qualcosa di difficilissimo da tenere segreto. Oltre al fatto che se venisse scoperto causerebbe il fallimento di entrambe le aziende. Per realizzare complotti di questa portata servirebbero migliaia di persone coinvolte, per non dire decine di migliaia. Più sono le persone coinvolte più arduo è tenere il segreto.

È triste leggere messaggi dove mi dite che avete parenti e amici cari che condividono questo genere di sciocchezze.

Non credo di poter aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!