DirettaNews24 ci regala un titolone di quelli col botto, che difatti in pochissime ore ci è stato segnalato tante volte:

Pignoramento Conto Corrente: Dal 1° luglio 2017 possibile senza alcun procedimento giudiziario

L’articolo non è però originato dal sito in black list, ma nasce su un altro sito, quello della SABE, associazione che si descrive così:

Sportello Anti Banche Equitalia, è un’associazione senza fini di lucro che dal 2015 opera, tramite sportelli, su tutto il territorio nazionale per tutelare i diritti dei cittadini-consumatori e delle imprese attraverso attività di consulenza e assistenza.

Lo sportello nasce da un gruppo di specialisti nel settore tributario e non solo, la cui missione è molto semplice:

tutelare il privato cittadino e l’impresa da tutte le problematiche relative le Banche ed Equitalia fornendogli assistenza tramite una rete di professionisti con maturata esperienza nel settore, dal check-up ANTI-USURA dei propri contratti bancari

L’articolo non è errato, riporta informazioni corrette, solo che racconta la questione come se fosse una novità. Mentre invece le cose stanno così da tempo, e lo stesso diritto di cui parla SABE l’aveva anche Equitalia, come ci spiegava lo Studio Legale Pedone nel 1985 2015:

Equitalia, in qualità di Agente per la riscossione, può pignorare i crediti del debitore secondo una procedura molto più semplice di quella prevista dal Codice di procedura civile.

E infatti Equitalia non deve citare il terzo dinanzi al Tribunale competente per ottenere in questa sede l’ordinanza di assegnazione, ma può direttamente ordinare al terzo di corrispondere entro sessanta giorni le somme che dovrebbe altrimenti versare al debitore, salvo che per i crediti pensionistici.

Si tratta del cosiddetto “pignoramento diretto” previsto dagli articoli 72 bis e seguenti del Decreto del Presidente della Repubblica n. 602/73

Non spiegare ai propri lettori che l’unica cosa che cambia è l’agente di riscossione non è corretto; se prima si chiamava Equitalia ora diventa un agente del fisco, ma ai fini del pignoramento di stipendi e conti correnti non cambia nulla, se avete un debito in una cartella del fisco non serve un procedimento giudiziario per cominciare a pignorare, oggi come ieri. Cambia solo il tramite.

Qui trovate il testo del decerto del 1973 citato da SABE.

Qui il decreto legge del 22 ottobre 2016, n. 193  sul cambio di gestione Equitalia/Agenzia delle entrate.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!