Il senatore Simone Pillon in questi giorni è sulla bocca di tanti per la sua proposta per bloccare il porno in Italia. Ma non è di questo che voglio parlare. Il 23 giugno 2020 Simone Pillon ha pubblicato questo post sul suo diario Facebook:

Un medico bresciano di cui ho grande fiducia mi raccontava della meraviglia espressa dai medici cinesi davanti al fatto che qui da noi si curassero gli anziani colpiti dal Covid.
A quanto riferivano, in Cina chi ha meno di 70 anni non viene neppure ricoverato. Le guardie armate di mitra che custodiscono le porte degli ospedali hanno l’ordine di “convincere” gli anziani a tornarsene a casa.
Figlio unico di Stato.
Aborto selettivo sulle bambine.
Eutanasia per decreto e stop delle cure agli over 70
Ecco le meraviglie della sinistra al potere…

Che la Cina non sia trasparente col resto del mondo è un dato di fatto, ma non è nemmeno che sia la Corea del Nord: in Cina vivono moltissimi stranieri, è possibile trovare molto materiale in lingua inglese per verificare se quanto asserisce il nostro senatore trova qualche riscontro.

Intanto la foto che Pillon mostra a sostegno di quanto riporta è uno screenshot da un video che mostra soldati all’entrata della stazione dei treni di Wuhan. Non di fronte a un ospedale.

Erano lì per controllare che la gente non lasciasse la zona di Wuhan, specie se contagiati. Non per allontanare gli anziani dagli ospedali.

Ma anche la storia che gli anziani non vengano curati in Cina è un qualcosa che ci racconta Pillon, ma non trova riscontro nelle cronache. In Cina, a quanto riportano anche cronisti esteri, la popolazione, sempre più vecchia, è trattata con molto rispetto:

Perché Pillon deve raccontare qualcosa senza una fonte? O meglio una fonte la fornisce, un amico medico bresciano, ecco io vorrei il nome di questo amico medico. Vorrei capire perché un senatore della Repubblica debba comunicare ai cittadini tramite social network diffondendo disinformazione. Purtroppo la ragione la immagino: lui sa benissimo che la sua disinformazione resterà impunita, nessuno gli dirà nulla. Anzi, è probabile che lo rivoteremo pure.

Ma aspettate, perché non è finita, Pillon parla del “figlio unico di Stato”, che non è una bufala, peccato che dal 2015 la legge sia stata abolita. Oggi, per cercare di ringiovanire una popolazione la cui età media è sempre più alta, i cinesi sono agevolati a fare più di un figlio per famiglia. E quello che Pillon chiama aborto selettivo sulle bambine sulla carta è illegale. Purtroppo sappiamo che per diversi motivi i cinesi continuano a prediligere figli maschi, ma non è più una questione statale.

Come invece il senatore sostiene nel suo post.

Stiamo parlando di una persona che è pagata coi soldi di tutti, un senatore della nostra Repubblica. Io sono sempre più basito dal basso livello dei politici italiani, se ne salvano davvero pochi nel marasma generale.

maicolengel at butac punto it

(ma davvero nessuno si è accorto che Pillon nel suo post ha scritto “se hai MENO di settant’anni”? NdNoemi)

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!