bellunogommepasti

Vabbè, a partire dalla foto con cui questo articolo viene spesso condiviso possiamo dire si tratti di fuffa, ma non al 100%!

È vero che a Belluno un piccolo gruppo d’immigrati ha inscenato una protesta (non per le strade della città ma dentro al comprensorio dove sono ospitati). La protesta non è causata dal cibo, ma da quello che si capisce dal tipo di sistemazione (due stanzoni malamente attrezzati)…

Rosarno_Scontri_ImmigratiR375

La foto che accompagnava molti degli articoli (ora rimossa e sostituita con altre sempre generiche e riferite a fatti di anni addietro) si riferiva a proteste di oltre 5 anni fa e riguardava i fatti di Rosarno, dove dopo un attacco da parte di due balordi contro i braccianti nordafricani della zona era scoppiata una rivolta degli immigrati. Sia chiaro, rivolta partita dall’attacco di due ITALIANI che si erano divertiti a sparare con un fucile ad aria compressa contro il campo dove stavano gli immigrati, ferendone tre di cui uno in maniera seria. Usarla per articoli di 5 anni dopo denota il carattere prettamente denigratorio nei confronti degli stranieri delle testate che li pubblicano.

Poco importano i fatti, l’importante è che voi lettori ne siate schifati, l’importante è farvi odiare questa gente…perché anche se le testate che spacciano la foto hanno tutte saldi radici cattoliche c’è poco da fare l’odio per lo straniero è ancor più consolidato nelle loro vene che l’amore per il prossimo. Non ne potete più degli immigrati, lo capisco, ma stravolgere le notizie a vostro uso e consumo non vi rende onore.

La struttura dove sono ospitati questi 40 profughi ha un tetto massimo di 32 persone (ma normalmente ne accoglie una ventina) … al momento sono circa 40. Non vengono fatti corsi per aiutarli ad imparare almeno una base d’italiano ed alcuni sono tenuti nella struttura da oltre 4 mesi. Le loro richieste non sono difficili, dare loro ciò che già si da agli altri profughi accolti nell’area di Belluno o lasciare che vengano trasferiti da altra parte. I benefit richiesti non sono pasti migliori, ma migliori condizioni igenico sanitarie, corsi d’italiano e la possibilità di cercare lavoro. SI è vero, hanno anche chiesto se fosse possibile agganciare il segnale satellitare per vedere (nell’unica tv del centro dove sono accolti) qualche programma nella loro lingua, cosa al momento impossibile.

Come sempre il problema pare uno solo, chi li ha accolti intasca lo stesso assegno che intascano le altre strutture, ma non riesce a trasformarlo in ciò che servirebbe a questi immigrati…non so se sia perché qualcuno ci mangia sopra più che da altre parti o per problemi di carattere diverso. Ma cavalcare la cosa come problema CAUSATO dagli immigrati è aizzare le folle alla solita xenofobia. Peccato, perché il nostro è già di per se un paese multiculturale, l’immigrazione può esser motivo di ricchezza, ma evidentemente non siamo capaci di accorgercene!

Tristemente su questa storia non è possibile linkare una fonte super partes, le testate che l’hanno trattata sono tutte particolarmente violente nell’attacco allo straniero…chi poteva raccontare i fatti in maniera diversa ha scelto che non erano abbastanza eclatanti da venire narrati. Peccato, un’altra occasione persa per un certo giornalismo italiano.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!