RESPIRIANI

Dai, ma siamo seri, tu grande agenzia giornalistica italiana ti metti a pubblicare un articolo che titola così?

Vivere senza cibo, sempre più italiani scoprono il ‘respirianesimo’

Non vi vergognate?

Vivere senza cibo nutrendosi solo di energia. E’ l’alimentazione pranica, l’ultima frontiera dell'”alimentazione”. Un tipo di disciplina conosciuta anche come inedia o respirianesimo la cui pratica, spesso legata all’immagine di strani santoni indiani o eremiti di epoche passate che, complice anche internet, si sta diffondendo anche in Italia. Su Facebook il gruppo ‘Alimentazione pranica’, aperto a febbraio con l’intento di “condividere esperienze” sul tema, conta a oggi 845 membri.

845 soggetti per cui a breve sarà necessario un TSO! Perché di sola aria come potrebbe confermare qualsiasi medico non si vive. Ce lo insegna la biologia. E tutti coloro che sostengono di farlo stanno truffando chi li segue. Ma questo ADNKronos non ce lo breathariandice. Perché anche loro stanno facendo lo stesso, truffano i lettori sostenendo che esista una tecnica che permette di vivere di sola aria. Sia chiaro, l’alimentazione pranica anche su wiki viene evidenziato che non sia OBBLIGATORIAMENTE il digiuno totale da cibi solidi e liquidi:

la capacità di “nutrirsi di luce” facendo a meno di qualsiasi cibo e liquido o riducendone drasticamente il consumo.

Io vorrei l’autore del pezzo allontanato da qualsivoglia  redazione, ma a scanso d’equivoci il colpevole ha ben visto di non firmarlo, probabilmente provava vergogna.

Fa sorridere che la naturopata che sostiene questo genere di pratica rifiuti test del DNA che provino le sue affermazioni.

Jasmuheen maintains that some of her beliefs are based on the writings and “more recent channelled material” of the Count of St Germain.[6] She states that her DNA expanded from 2 to 12 strands to take up more hydrogen.[3] The extra strands of DNA have not been scientifically verified.

Afferma che il suo DNA si sta evolvendo per merito dell’alimentazione pranica, ma quando le sono stati offerti prima 30mila dollari e poi 1 milione per sottoporsi a test scientifici che dimostrassero la cosa si è sempre tirata indietro. Chissà come mai…secondo le sue parole:

“you cannot view spiritual energy under a microscope”

FUFFA, più fuffa moltiplicata per fuffa. L’energia spirituale è il pane dei respiriani, speriamo che non ci s’ingozzino! Come ci spiega Nikolas intervistato da ADNKronos:

Per questo mi sono documentato, ho letto libri, ho fatto ricerche e ho scoperto che sono sempre esistiti nella storia personaggi che riuscivano e riescono tutt’ora a sostenersi senza cibi solidi e liquidi. Il nutrimento viene dall’energia, Prana in indiano, Chi in cinese. E avviene in modo naturale da sempre perché il nostro corpo è predisposto a nutrirsi di energia. Così ho deciso di provare su me stesso e ora – dice Nicolas – sono tre anni che mi alimento pranicamente”.

Poi basta andare sulla bacheca di Nikolas per accorgersi che non è vero, che lui coltiva frutti e li mangia, quindi di respiriano non c’è nulla. Se non un’idea filosofica. Senza cibo solido e liquido si crepa, non state ad ascoltare questa gente per favore. I loro guru sono truffatori che hanno ben visto d’inventarsi l’ennesimo sistema per continuare a campare senza dover lavorare sul serio. Che venga dato spazio sui giornali a questa gentaglia è davvero offensivo. Come se da domani facessimo curare la rubrica di medicina da un omeopata. Ah no, è vero che alcuni già lo fanno.

Welcome to cialtronevo!

La stampa italiana oltretutto non è nuova a questa fuffa.

Un anno fa faceva il giro delle testate italiane questa:

VALERIA LUKYANOVA SHOCK: “VIVO DI ARIA E LUCE COME BARBIE”

E ancor prima avevamo un Dionidream prima edizione che pubblicava notizie così:

Nasa conferma abilità sovrumane concentrandosi sul Sole?

In entrambi i casi se clikkate il link andate sul nostro articolo dell’epoca.

maicolengel at butac.it

PS

Cara ADNKronos, se un gruppo Facebook da 800 e rotti follower merita un articolo così lungo sulle tue pagine, che dire, mi aspetto quanto prima un pezzo sui Pastafariani, uno sui razionali e uno sui “butacchiani”…perché perdonami, ma noi siamo MOLTI DI PIÙ.

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!