BENETTI-TERAPIA

Questa circola da un bel po’ (almeno l’anno scorso – e questo lo dicevo nel 2013, siamo nel 2015) e mi ero già occupato della notizia prima ancora di aprire la pagina Facebook e questo piccolo blog.

[AGGIORNAMENTO DEL 07/09/2018: ieri questo articolo ha avuto quasi 4000 letture, evidentemente la notizia di Roberta Benetti circola ancora.]

La notizia riportata in svariate pagine Facebook e blog anti-chemioterapia è questa:

” Roberta Benetti, la ricercatrice italiana che ha scoperto le molecole che bloccano la proliferazione tumorale e che, aggredendo soltanto le cellule malate, potranno rappresentare l’alternativa alla chemio e alla radioterapia. Si apre, dunque la strada per l’uso di queste molecole nelle future terapie antitumorali.
Questo tipo di terapia  in futuro potrebbe sostituire le tecniche attualmente utilizzate nel trattamento del cancro ossia la chemioterapia e la radioterapia.”

A oggi (16/10/2013) su questa pagina è stata condivisa più di 170.000 volte

(a oggi quello stesso post ha quasi raggiunto il milione – maggio 2015)

[Settembre 2018, le condivisioni hanno raggiunto il milione e 300mila]:

Ma la notizia è disinformazione:

Sì, è vero, la Dott.ssa Benetti esiste, come anche la sua importantissima ricerca, ma come lei stessa ha tenuto a precisare in più di un’intervista:

“…la scoperta, come è stata pubblicata sull’e-magazine dell’Università di Udine, è reale ed è un grande risultato, ma in termini di applicabilità terapeutica, lo studio sul miR-335 è ancora molto lontano dalla clinica e nessuno di noi ricercatori si è mai permesso di affermare che possa sostituire la chemioterapia”

Qui potete trovare una lettera scritta dalla Dott.ssa Benetti al Blog Polisemantica.
Con questo non si vuole sminuire la scoperta (oltretutto datata 2010), ma solo far capire che la strada è ancora molto lunga, e che non è detto che anche se si raggiungerà il successo questo voglia dire la fine delle chemio e radioterapie.

Chi la condivide fa male,

perché spinge i malati a richiedere il trattamento della Dott.ssa Benetti, e a dubitare che, per ora, radio e chemioterapie siano l’unica cura possibile per certi tipi di tumore. Speriamo tutti in un futuro dove si sarà sconfitto il cancro, ma fino ad allora occorre fare grossa distinzione tra scienza e sensazionalismo.

Leggendo tra i vari che l’hanno condivisa mi è capitato tra le mani questo pensiero:

“Come mai le persone ricche e potenti (senza bisogno di fare nomi) il tumore non l’hanno mai preso? Sarà davvero semplicemente “fortuna” e la diretta conseguenza di uno stile sano, o c’è qualcosa che a noi poveri comuni mortali sfugge?”

Nota del 2015

La pagina da cui era tratto il commento aveva pubblicato un articolo vagamente complottista, BigPharmaSveglia!1!! ora cancellato, forse non più in linea coi loro contenuti, chissà. Per fortuna ci viene incontro TheWayBackMachine, qui la fonte originale http://www.quintuplica.com/roberta-benetti-cura-cancro/ e qui uno screenshot del pezzo, a futura memoria:

complottoquintuplico

Ma siamo pazzi? I ricchi e potenti non si ammalano di tumore? Non ne subiscono le devastanti conseguenze?
Ma internet non lo sapete proprio usare?

Qualche malato celebre che non è più tra noi a causa di patologie oncologiche:

  • Walt Disney (disegnatore e fondatore dell’impero Disney)
  • Frank Sinatra (cantante)
  • Steve Jobs (Fondatore di Apple)
  • Farrah Fawcett (attrice)
  • Patrick Swayze (attore)
  • Ted Kennedy (politico)
  • William Rehnquist (capo della corte suprema americana)
  • Tony Snow (addetto stampa del Presidente Bush)
  • Oriana Fallaci (giornalista)

Solo su IMDB (Internet Movie DataBase) sono elencati più di 60.000 attori e 2.500 attrici morti negli anni a causa del cancro, esistono tante liste americane che includono i politici e altre personalità, basta saper cercare!

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!