bicarbonatorqi

Brucio subito la sorpresa, la sostanza magica è…..rullo di tamburi….il bicarbonato!

Curiosity 2013, un bel blog dove tutto è un complotto, ci introduce un filmato che ci rivelerà quale sia la sostanza più benefica per l’uomo ” ma nessuno ci dice niente perché costa solo 50 centesimi e le Big Farma non ne possono trarre profitto!!” (si sono scordati qualche punto esclamativo, eccone qualcuno per rendere più autorevole il pezzo :!!!!!!!!!!!)

Qual è la sostanza più benefica per l’uomo? Indizi: è un sale, è naturale, è economica, non venduta in farmacia né monopolizzata dalle multinazionali e può essere usata come: digestivo, antiacido, basificante, emolliente per bagni e pediluvi, decongestionante per le vie respiratorie, anti prurito, anti irritazione per le punture di insetti… e le ultime ricerche confermano che ha una potente azione antitumorale. Qual è la sostanza?
Guarda il video estratto dalla conferenza del dr. Enrico Fincati “Q Life, Liberi dal Sistema”, tenutasi a San Marino.
l percorso “Q Life Liberi dal Sistema” offre una maggiore consapevolezza su molti temi di attualità (dal mercato dei farmaci al sistema monetario, dall’accesso alle fonti di energia rinnovabile all’auto­approvvigionamento al cibo) al fine di consapevolizzare ciascuno di noi e aiutarlo a diventare davvero indipendente sotto ogni aspetto: salute, energia, cibo e denaro.
Una nostra vecchia conoscenza, Fincati e il metodo RQI. In realtà avevamo già parlato di questo video in un’altra occasione, sottolineando alcuni aspetti, ma questa volta voglio entrare nel merito di quello che viene raccontato. Guardiamoci il video

Il video è stato pubblicato sul canale ufficiale del Metodo RQI il 29 Aprile 2014, lasciando da parte la gag esilarante all’inizio e il bannerone che parla di inesistenti censure di Youtube, di cosa si parla? Viene introdotto il bicarbonato di sodio come una sostanza che serve a moltissime cose
bicarbonato
Come mai nessuno me li spiega?
Onestamente io ho sempre fatto i suffumigi a base di bicarbonato e mia mamma l’ha sempre usato per deodorare il frigo, quindi non è vero che nessuno li spiega, probabilmente bisognerebbe solo informarsi, magari anche sul sito della Solvay o magari googlarlo
bicarbonato 2
L’unico uso extra elenco di cui parla sarebbe l’utilizzo da parte degli antichi egizi, pensa te, per mummificare. Ottimo tentativo di usare “la saggezza degli antici” per dare autorevolezza a quello che stai raccontando, ma gli antichi egizi non usavano il bicarbonato di sodio, NaHCO3, che sarebbe la sostanza benefica che ci tengono nascosto, ma il natron, Na2CO3·10H2O. Parenti stretti, ma non la stessa cosa, ma che ce ne facciamo della precisione, stiamo solo parlando della sostanza più benefica al mondo che nessuno ce lo dice e qualche elemento in più cosa vuoi che cambi.

Costa 50 centesimi al kilo, non è brevettabile […]

Sapete che sono pignolo, guardando in internet il prezzo è attorno ai 3€ al kilo, non 50 centesimi, ma andiamo oltre e arriva la rivelazione

Ma vi dirò di più: non è utilizzabile solo per queste robette qui
Viene mostrato un articolo di Repubblica.it (questo, e vorrai mica mostrare articoli di riviste specializzate quantomeno) nella quale si parla di due cose diverse, una molecola inventata negli USA che sarebbe in grado di disorientare le cellule del cancro e disattivare i geni mutati, che è però ancora a livello sperimentazione animale, e dell’utilizzo di farmaci antiacidi come possibile cura del cancro come alternativa alla chemioterapia. Quello che il presentatore della serata fa è creare un filo logico tra il bicarbonato di sodio (che definisce basificante naturale) e queste cure antiacido (che definisce terapie basificanti che riducono l’acidità del corpo). Ma l’articolo dice quello? No, ovviamente. L’articolo, che è del 2010, quindi 4 anni fa, parla esclusivamente di farmaci antiacidità, cioè inibitori della pompa protonica (che ultimamente ho imparato a conoscere bene, ma per motivi diversi da quelli di Grillo in questi giorni) e si parla di due sperimentazioni, una a Milano e una a Bologna, che sembravano promettenti. Cercando due secondi su internet ho trovato che questa non è una novità: già nel 2004 si parla di queste sperimentazioni di inibitori della pompa protonica in associazione ai chemioterapici
Il trial, il primo al mondo su questo aspetto, e’ il frutto di una ricerca condotta dall’ISS, pubblicata nel novembre 2004 sul Journal of National Cancer Institute, e della successiva approvazione di un brevetto d’uso internazionale sugli inibitori delle pompe protoniche
Si parla comunque di brevetti. Non è che ci facciamo le iniezioni di Gaviscon o Maalox e guariamo dai tumori. E nessuno sta parlando di bicarbonato. L’unico accenno al bicarbonato che viene fatto nell’articolo di Repubblica è questo
[…]mentre al Cancer Center di Tampa in Florida si sta sperimentando l’impiego del bicarbonato assunto per bocca
Basta, solo questo. Tutte le citazioni fatte durante il video riguardano i farmaci PPI, non il bicarbonato. Anche noi avevamo parlato dell’uso del bicarbonato nella traduzione dei miti sul cancro debunked (mito numero 5), e che si stia studiando e testando il bicarbonato non è sta gran scoperta ma ad oggi ancora i risultati non sono convincenti. Nulla di nascosto dai poteri forti, basta cercare su internet, almeno per informarsi.
La platea e chi guarda il video, che si interrompe qui, sono indotti a pensare che ci sia un complotto contro il bicarbonato, soprattutto per i suoi utilizzi in campo medico oltre a quelli domestici, e per saperne di più ovviamente deve affidarsi a loro per ricevere l’illuminazione. Come abbiamo già detto, non sono dei medici,  nè chi sta facendo la presentazione nè Fincati stesso, e il loro disclaimer è
disclaimer
Il visitatore/iscritto/cliente/praticante accetta di essere l’unico responsabile di qualsiasi effetto risultante dall’utilizzo o dall’applicazione delle tecniche o tecnologie descritte. Il Dr. Marco Fincati e i Praticanti/Facilitatori/Istruttori delle tecniche descritte non possono sostituire un medico, uno psicologo o un professionista della salute. Rivolgiti sempre ad un professionista riconosciuto per la diagnosi dei tuoi problemi e prima di utilizzare qualsiasi tecnica, tecnologia o dispositivo. I metodi, le tecniche e le tecnologie descritte non possono garantire risultati per il benessere e la salute, la crescita personale e spirituale, la realizzazione di sè e dei propri desideri. Sta a ognuno scegliere liberamente.
Quello che vi viene venduto, si paga ovviamente e giustamente per i servizi offerti, non ha nessuna garanzia di funzionamento, cioè potrebbe anche essere diversamente vero. Ci sono dei canali autorevoli per cercare informazioni sulle malattie e sulle cure, e sarebbe meglio affidarsi a medici e ricercatori, non a laureati in Scienze Statistiche o esperti di marketing. Internet è una giungla, lo sappiamo, ma se dedichiamo anche pochi secondi ad approfondire quello che ci viene raccontato senza bercelo tutto come dei fessi possiamo capire quando le informazioni che ci vengono fornite siano manipolate o quantomeno distorte. Chiunque sia, se si parla di “complotto” o “nascosto” e si tratta di una cosa che si trova sotto il nostro naso è facile capire che si stia parlando di fuffa. Quando si tratta di salute non si scherza.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!