Ne avevamo già parlato sulla paginetta Facebook mesi fa, ma il Fatto Quotidiano evidentemente non segue i nostri post…
E oggi puntuale come una mozzarella fresca ci propone per l’ennesima volta il solito articolo sull’AirPod della MDI (ma anche della Tata). Sembra che finalmente a Cagliari in Sardegna si sia presa la decisione definitiva, l’AirPod si produrrà, lo faranno stabilimenti sull’isola e verrà venduta a 6/7000  € circa. Gran bazza, spinta produttiva dell’isola, lavoro per tanta gente e successo assicurato…

Successo assicurato…

La stessa cosa che dicevano alla Tata quando promettevano di aver stretto accordi in merito nel 2009…

Siccome la cosa non è mai stata postata qui sul blog vi ripropongo le parole che usai a suo tempo su Facebbok:

La notizia é di quelle che vorremmo vere con tutto il cuore, finalmente liberi dalla schiavitú della benzina potremmo girare il mondo a costi irrisori…ma…
Ma, si perche ovviamente c’é un ma, sebbene la notizia di Repubblica (di marzo 2012) abbia fondamenti di veritá (sul fatto che MDI e Tata abbiano stretto accordi in merito, come tanti altri distributori di veicoli abbiano creduto in questa cosa) mancano le spiegazioni tecniche, mancano da anni, le uniche dimostrazioni fatte riguardano veicoli prototipi che hanno fatto pochissima strada (si calcola non piú di 7,2 km con un pieno), anche se MDI parla di circa 140 km, gli investitori non abbiano MAI messo le mani sul prodotto, ma l’hanno solo visto in uso guidato da tecnici MDI, e la stessa Tata non ha MAI rilasciato comunicati dove si dica che hanno in progetto di venderne una a partire dalla seconda meta del 2013, l’unica press realese da parte di Tata sono queste poche righe rilasciate nel 2012, per il resto sul sito di Tata non si trovano altri cenni a riguardo! Stiamo scherzando, hanno un prodotto RIVOLUZIONARIO in mano e non ne fanno cenno se non con 5 righe di comunicato stampa?
Secondo me anche loro sono caduti nella “truffa” e si vergognano di averne finanziato le ricerche.
Detto ció noi attendiamo speranzosi, non vogliamo bollarla come Bufala della settimana (anche se in cuor nostro sappiamo che le speranze son giá morte in partenza)….
Che dire: ai vostri amici che condivideranno per l’ennesima volta che il motore ad aria é una realtá fate presente che se ne parla dagli anni 60 e ad oggi NESSUNO é riuscito a produrne un esemplare da far testare a tecnici esterni, la stessa MDI mentre cercava di partecipare a competizioni per vetture ad emissione zero e stata squalificata piú volte per non rispondere ai requisiti necessari…quindi??
Ai posteri l’ardua sentenza!

Tutte le parole che avevo scritto valgono anche riguardo le novità sardfe, PER ORA non si è ancora visto un esemplare testabile da tecnici esterni ai progettisti dell’MDI e IMHO rimane fuffa, spero che la Regione Sarda faccia valere la coscienza e prima di cacciare anche solo 1 euro vedano qualchecosa di concreto.

Qui l’articolo sul Fatto Quotidiano:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/02/ecomobilita-consorzio-di-imprenditori-sardi-produrra-lauto-ad-aria-compressa/728394/

E qui articoli più vecchi a riguardo!

http://www.repubblica.it/motori/attualita/2012/06/07/news/arriva_l_auto_ad_aria-36653710/
Qui qualche info da Tata:
http://www.tatamotors.com/media/press-releases.php?id=750
E qui qualche dubbio da hoax slayer:
http://www.hoax-slayer.com/compressed-air-car.shtml

Qui un quattroruote del 2008 http://www.quattroruote.it/notizie/auto-novita/guy-negre-ci-prova-ancora-lauto-ad-aria-compressa
Che conclude dicendo che entro la fine dell’anno sarebbe stata testata in alcuni aeroporti (nel 2008) NON E’ MAI SUCCESSO, come nessuna della annunciate messe in produzione si è mai avverata!