Sta tornando a circolare una catena che ha dell’incredibile per la longevità che ha ormai raggiunto:

Giralo per favore bimbo di 17 mesi necessita di sangue GRUPPO B POSITIVO per LEUCEMIA FULMINANTE. TEL. 3282694447 RICCARDO CAPRICCIOLI FAI GIRARE LA MAIL E’ URGENTE E IMPORTANTE SE LA FERMI SEI UN MOSTRO.

Paolo Attivissimo trattò la storia nel 2007 quando uscì la prima volta come catena via mail, il suo commento dopo le dovute verifiche fu:

… l’appello non va diffuso, perché il bambino esiste realmente ma non c’è alcuna carenza di sangue e l’ospedale è intasato da richieste di informazioni. Lasciateli lavorare.

Poi un mese dopo fu costretto a tornare sulla storia una seconda volta:

Nel mio primo articolo avevo omesso per privacy il numero di telefono dell’ospedale e il nome del minore, ma a questo punto ritengo prevalga sulla privacy l’interesse pubblico: infatti aumentano gli ospedali coinvolti dall’appello, e non solo in Italia, perché qualcuno, nell’inoltrarlo, ha alterato i numeri di telefono e le coordinate dell’istituto. Il nome del bambino e il numero di telefono (con relative varianti) sono chiaramente fra le parole-chiave che verrebbero cercate su Internet da chiunque si prendesse la briga di verificare prima di inoltrare, per cui li pubblico allo scopo di facilitare il reperimento di notizie sull’appello.

Poi una terza:

mi tocca tornarvi ancora, perché ha subito una nuova mutazione che rende difficile cercare informazioni in proposito, dato che sono stati alterati sia il numero di telefono citato, sia il nome del bambino.

Nel corso degli anni sono tanti i colleghi che ne hanno dovuto parlare e riparlare, perché le catene non si fermano mai. Eppure bastava poco per verificare l’idiozia. Chi è un mostro è chi continua a fare circolare questa roba. Se ne siete venuti in contatto perché un amico o un familiare ve l’ha condiviso tramite chat, eliminatelo dalle vostre amicizie, lasciate che pascoli sui social in compagnia dei suoi simili. Cercare di fare ragionare chi diffonde queste catene è inutile. Sono analfabeti digitali che non comprendono minimamente di fare danni e aiutare la profilazione degli utonti. Non serve spiegar loro niente, rischiate anche di venir insultati.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!