BUTAC ha bisogno di voi!

3610

Nell’ultima settimana su BUTAC sono stati segnalati almeno 4 casi di presunte aggressioni da parte di cittadini stranieri nei confronti di cittadini italiani. Una prima analisi mi porterebbe a dire che si tratta di fake news, ma non posso certificare nulla senza che la questura mi confermi denunce, e io, come ben sapete, non sono un giornalista, ma solo un blogger.

Questo sistema di avvelenamento del pozzo l’abbiamo già visto usare in precedenti occasioni, e la problematica è sempre la stessa: non possiamo mettere bollini BUFALA senza una dichiarazione delle Forze dell’ordine. Non posso metter la mano sul fuoco quindi che si tratti di notizie false, ma vorrei monitorare la situazione in Italia.

Userò le risorse di BUTAC, e se possibile anche quelle di #FAKE, per poterci stare dietro, e cercare di fare il maggior numero di verifiche possibili. Perché solo con dichiarazioni delle Forze dell’ordine è possibile certificare il grado di attendibilità di post di questo genere.

Ci aiutate?

Si tratta di monitorare le pagine social regionali e cittadine e i quotidiani locali, è lì di solito che si annidano questo genere di condivisioni e notizie. Quel sottobosco che ama la cronaca nera, anche se di solito è più il luogo dove vengono raccontate storie violente, dove l’italiano è sempre il povero cristo, l’immigrato una bestia immonda. Denunce social tante, tracce di denunce reali quasi nessuna. Nel passato i casi che avevo visto si sono sgonfiati mesi dopo, senza nulla di concluso, segno che la denuncia era molto debole.

Uno dei post che ho visto negli ultimissimi giorni ha oltre un milione di visualizzazioni… Un milione di persone che non credo mettano in dubbio che la signora tumefatta sia veramente vittima di un’aggressione da parte di una pazza straniera. Ma è andata veramente così?

Su queste indago nei prossimi giorni, ma voi andate a sfoderare l’animo di cani da tartufo (anzi da bufala) che è in voi, aiutateci, e mandateci le segnalazioni a [email protected] inserendo nell’oggetto #avvelenamentopozzo, che così le vediamo subito.

Grazie!

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!