cristo

Snopes è già giunta alla conclusione della storia già da 5 giorni, ma basta fare una veloce ricerca online per accorgersi che in un paese cattolico come il nostro il loro articolo non viene menzionato da nessuna delle testate giornalistiche che hanno avuto il coraggio di riportare la notizia.

Tutti gli articoli che esistono in rete e che non vogliono esprimersi sui fatti riportano le stesse identiche descrizioni:

Per settimane il video è stato visionato da oltre 20 esperti che ne hanno certificato la genuinità.

Peccato che di questi esperti non si facciano mai i nomi, non vengano mostrati gli studi fatti in merito, non venga raccontato nulla. No, si tratta di fede, dovete crederci.

Butac non ama parlare di religione, come non ama parlare di politica, ma qui la religione, quella vera, è ben lontana. La puzza di fuffa si sente fin dal Messico. Intanto la prima cosa che dovrebbe saltare agli occhi di tutti, compresi gli pseudogiornali che hanno scelto che era una notizia che valesse la pena pubblicare in evidenza, è che chi ha trasmesso il video e ne certifica l’autenticità è una trasmissione che ha la stessa identica valenza di Mistero, trasmissione che certifica anche l’autenticità di UFO e simili. Qualche dubbio dovrebbe venirvi, no?

Difatti come ci mostra Snopes le manipolazioni al video sono evidenti, basta ingrandire il Cristo in primo piano per accorgersi che in contemporanea all’aprirsi/chiudersi degli occhi altre parti del video subiscono modifiche.

The best clue to the fact that the video was doctored is the fact that alterations in other areas of the image occur at precisely the same moments the eyes open and close. For example, here, in sequence, are three frames showing the statue’s eyes wide open, in the process of closing, and completely closed. Observe the changes in the shadows around the eyes and — not to be indelicate, but this is a giveaway — the change in the shape of Jesus’ right nipple.

Il miglior indizio del fatto che il video ha subito manipolazioni è il fatto che le alterazioni in altre zone dell’immagine avvengono esattamente nello stesso istante in cui si aprono e chiudono gli occhi . Ad esempio, qui sopra, in sequenza, sono tre istantanee mostrano gli occhi della statua aperta, in fase di chiusura, e completamente chiuso. Osservate i cambiamenti nelle ombre intorno agli occhi e – non per essere indelicato, ma questo è una prova – il cambiamento della forma del capezzolo destro di Gesù ‘

Un esperto, appassionato di UFO australiano, ci mostra in questo video le modifiche che fanno capire come si tratti della solita sòla digitale ad uso e consumo degli innumerevoli uTonti che ci cascano:

Stavolta la fatica è stata davvero minima, merito di Snopes e del canale youtube AustralianPhenomena, non mi prendo alcun merito.

Alcuni di voi rimarranno scettici sulla questione, lo so, ovviamente le prove di qualcosa di manipolato non sono sempre facili da digerire per chi ci è cascato, ma il fatto che i preti della Chiesa si siano rifiutati di commentare negando di fatto qualsivoglia miracolo fin da subito (quando ben sappiamo quanto per alcune diocesi sia importante avvicinare fedeli alla chiesa) dovrebbe dimostrare ancor di più che qui gli unici a menar il can per l’aia sono i fuffari di Adimensional che non fanno altro che cercare sciocchezze da dare in pasto ai propri follower, gente evidentemente sveglia.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleLe scie chimiche in Cilento
Next articleButac e Macchianera Internet Awards
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.