LEBBRA2014

Qui siamo veramente messi male, nel mentre sui giornali non si parla d’altro che di allarme ebola a destra e a manca qualcuno vede bene di creare altro INUTILE allarmismo!

Un cittadino bengalese ricoverato oggi a Treviso per LEBBRA…dopo secoli il TERRORE ritorna in Italia. Grazie Alfano grazie Renzi! #ribellione subito

Stefano Salmé

 

 

Vabbé, la foto di per sé è falsa, ma questo è poco importante, perché tutto il resto del messaggio è sullo stesso tono. A parte il paziente bengalese…la lebbra non è scomparsa da secoli, ma si tratta di pochi casi in Italia all’anno, quindi di nessuna rilevanza. La rilevanza data a questa notizia è data dal fatto che a cavalcare l’allarmismo è stato il governatore Zaia, così riporta La Stampa:

Zaia, non appena informato dal direttore generale dell’Ulss 9 Giorgio Roberti e dal direttore generale della sanità veneta Domenico Mantoan, ha incaricato quest’ultimo di «alzare al massimo livello la sorveglianza sanitaria, la prevenzione e la profilassi su tutto il territorio, sia a livello ospedaliero che territoriale». 
«Si tratta di un segnale molto brutto – sottolinea Zaia – che testimonia come purtroppo le nostre preoccupazioni sulla ricomparsa di malattie da tempo debellate fossero fondate. Una giovane donna morta di Tbc poco tempo fa, oggi questo caso di lebbra – aggiunge Zaia – sono elementi che provano il ritorno di patologie, perlopiù infettive, che qui erano scomparse da 200 anni, nei confronti delle quali l’attenzione del nostro sistema sanitario è e sarà massima. Il nostro primo obiettivo – prosegue il governatore – è quello di salvaguardare la salute pubblica e quella di ogni singolo cittadino Veneto e lo faremo mettendo in campo tutte le elevate professionalità dei nostri medici e l’intera organizzazione sanitaria ospedaliera e territoriale». 

Ma la Stampa giustamente in chiusura d’articolo riporta la corretta informazione:

 In malattie infettive è iniziato trattamento specifico in accordo col centro di riferimento nazionale di Genova. Si tratta, precisano i sanitari, di una malattia poco contagiosa che, sinora, la letteratura scientifica ha quantificato in una decina di casi l’anno in Italia. 

Si perché come riporta correttamente anche la wiki italiana:

La lebbra (o morbo di Hansen) è una malattia infettiva e cronica, causata dal batterio Mycobacterium leprae, che colpisce la pelle e i nervi periferici in vari modi e gradi, anche molto invalidanti. Un tempo considerata una maledizione di Dio e incurabile, in era moderna si è rivelata molto meno temibile e meglio curabile di quanto ritenuto in passato. Le dizioni “morbo di Hansen” o “Hanseniasi” vengono oggi privilegiate per evitare lostigma che la parola “lebbra” ancora reca con sé nell’opinione comune.

Quindi il morbo di Hansen è meno terrificante di quanto ci vogliano far credere…Sia chiaro, non voglio sminuire la cosa, è giusto che venga trattata con la dovuta sicurezza, ma non farne allarmismo, da anni abbiamo casi in Italia, quasi sempre provenienti da fuori, il controllo è provato, occorre sempre stare all’erta. Ma finora ha sempre funzionato come anche quest’anno…perché Zaia si è inalberato solo adesso? Perché all’ASL non si parla di alcuna incidenza nel numero dei casi? E lo stesso non si fa all’OMS? Perché si tratta di Fuffa, come alcuna di quella su Ebola, di cui vi parlava PA questa mattina!

Tristemente mi tocca dire che mentre mi aspettavo si trattasse di un immagine da una pagina fasulla, insomma dei troll…ho trovato la cosa sulla pagina ufficiale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, quindi consci d’aver diffuso una foto falsa…

movsocialefiamma

Grazie a MLP che mi ha segnalato la cosa.