FOTOREPUBBLICAVOL1

Ho l’impressione che alcune testate per raggiungere l’obbiettivo di aumentare i lettori a volte superino un po’ troppo il confine tra giornalismo e spazzatura.

È il caso di Repubblica che due giorni fa tra le gallery del proprio sito ne ha pubblicata una dedicata alle foto misteriose. Roba da camicia di forza, nella mia modesta opinione. Ma evidentemente in redazione c’è qualcuno a cui piace il soprannaturale!

La gallery è di 11 foto, tutte inquietanti, alcune con spiegazioni e debunkate già fatte, altre più misteriose (comunque con spiegazioni plausibili già date dalla scienza), ma per Repubblica sono tutte degne di nota. È lo stesso giochino delle testate  che pubblicano gli oroscopi, io per partito preso ho smesso di leggere qualsiasi rivista che ne pubblichi uno (eccetto Topolino) perché reputo che avere gente pagata per scrivere fuffa sia una cosa disdicevole per gli altri giornalisti a busta paga!

Veniamo ai nostri “scatti del mistero”.

155346525-5e751c92-dfdc-4ca5-b528-af49fd2acb73

La prima se la vedessi per la prima volta direi che è una foto di una bimba con photobombing di qualcuno che non si è accorto di esser nel campo dell’obbiettivo. Sono anni che gli “esperti” in fuffologia la studiano parlando di alieni, fantasmi e astronauti. Ma la BBC ha dato la spiegazione più semplice e normale, si tratta (probabilmente) della moglie del fotografo, ripresa di spalle.

_75012545_cumberland-spaceman2-1

L’immagine molto sgranata e chiara rende quasi certo che il vestito da azzurro in origine diventi bianco, senza per questo trasformarsi in un astronauta!

Freddy Jackson:

155346642-d55cc334-83b4-40fc-b6ac-8f812d1efb2a

La foto di Freddy Jackson invece è più inquietante, si più inquietante perché rivela una cosa non nota a tanti! A cavallo della prima Guerra Mondiale si era presa l’abitudine per tanti fotografi di creare fotografie dove insieme ai vivi ci si ricordasse anche  di chi non c’era più, magari perché aveva perso la vita al fronte! L’autore dello scatto è morto e la foto è venuta fuori dopo la sua dipartita, ma l’ipotesi più probabile è che il signore morto ritratto con il resto del suo squadrone sia stato inserito dal fotografo (come in migliaia di altri casi) per fare un gesto affettuoso.

Stiamo parlando di un periodo storico in cui c’era gente che amava fare foto con cadaveri vestiti e in posa come se fossero ancora vivi…

5878236a36e9a2ba89a5ae9a347a8f36

 

E passiamo alla prossima: foto di famiglia con corpo che sembra cadere di testa dal cielo. Si tratta di una foto apparsa sul web “da poco”, croppata, vignettata, elaborata, senza che nessuno abbia visto l’originale da cui si è partiti. La foto è questa:

155346661-41bb7b9d-d52f-4f8f-ad31-acbd52178cf3 (1)

 

Pare essere degli anni 50/60! La descrizione che accompagna la foto non ha alcuna possibilità di venire verificata, se esiste ancora la famiglia Cooper in Texas dovrebbero poter dire la loro sullo scatto, ma nessuno dei tanti appassionati debunker è stato capace di trovare traccia di questa foto e del misterioso corpo che cade. Che sia un fake? Possibile, ma anche possibile (e spiegazione più ovvia) che si tratti di una doppia esposizione, magari fatta per errore e non con l’intento di farne una foto misteriosa. Chi la rende automaticamente misteriosa sono i cretini che la condividono spacciandola per qualcosa che non è. La foto dei Cooper non ha un background da raccontare, non ha un racconto da film horror… ma viene sempre condivisa con qualche particolare INVENTATO per renderla più appetibile di condivisioni! Che sia un fake, un errore o una burla non si può dire, ma la foto è misteriosa solo per il contesto in cui viene inserita.

La quarta foto che ci passa Repubblica è quella a mio parere più bella e misteriosa, è l’unica dove vedo un vero “mistero” anche se solo scientifico:

155346658-e518eb5f-0ff0-4ea0-8871-d1db28a3aea5

Si tratta delle luci di Hessdalen, luci misteriose che appaiono da tempo in una vallata norvegese. Si tratta di un fenomeno davvero curioso e spettacolare, studiato fin dai primi anni Ottanta, senza che si sia venuti a capo di nulla. Ma il fatto che nella valle sia stato costruito un laboratorio che studia e registra le luci ogni volta che appaiono ha escluso l’ipotesi extraterrestre, si tratta di un qualche tipo di reazione tra pulviscolo, aria e temperature della zona. Esistono tre ipotesi scientifiche formulate, tutte valide, tutte possibili, nessuna delle tre vede coinvolti gli alieni!

Per ora è tutto, le foto sono 11, le altre sei vediamo di trattarle stasera… ché le trovo molto adatte alla notte delle streghe… brrrr!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!