Ed eccola lì: dopo la Germania e l’Inghilterra, anche la Francia espelle i Rom. Ma sarà vero? A me non sembra.

L’articoletto di bassa lega che sta circolando in rete ci racconta in poche righe la sua storia.

La Francia dice ‘Stop’ ai campi nomadi sul proprio territorio nazionale: l’annuncio viene direttamente dal ministro dell’Interno francesce Manuel Valls. ”Gli accampamenti illegali in Francia verranno smantellati e gli zingari romeni e bulgari verranno espulsi nei loro paesi d’origine. Hanno la vocazione di tornare in Romania o in Bulgaria”, commenta il ministro durante un’intervista alla radio francese ‘France Inter’ -Queste popolazioni hanno uno stile di vita estremamente diverso dal nostro: l’unica soluzione è la loro espulsione. Il Ministro Valls ha ordinato, nel mese scorso, lo smantellamento del campo nomadi di Lille, nella Francia del nord: si trattava di uno dei più grandi campi nomadi illegali di Francia.

Manuel Valls è il Primo Ministro francese, non il Ministro dell’Interno; chi spaccia così la notizia già parte male – un errore così macroscopico denota malafede e zero verifica delle fonti. Poiché magari Valls avrà comunque emanato un editto di quel genere, ho proseguito nella mia ricerca.

Si parla di un’intervista rilasciata a France Inter, radio francese, eppure io sul sito della radio stessa non trovo riportate le dichiarazioni di Valls. L’unico che riporta qualcosa di simile è il POST… ma l’articolo sia di Settembre 2013. Non esattamente “la notizia del giorno”, direi.

valls-rom

Valls si è dichiarato contrario ai rom e spiegava chiaramente le sue ragioni, ovvero l’impossibilità d’integrazione attraverso i campi nomadi. Vedeva inoltre possibilità d’inserimento nei villaggi, ma solo per poche famiglie con probabilmente più possibilità d’integrazione che non la creazione di ghetti di roulotte. Di nuovo: stiamo parlando di DICHIARAZIONI che risalgono a un anno fa. Dichiarazioni a cui non ha fatto seguito un editto contro i rom.

Valls è stato ampiamente criticato per quelle dichiarazioni e più di una volta ha spiegato le ragioni dell’esternazione.

valls-rom2

Può anche essere che ne arrivino di meno in Francia, ma quelli che vediamo in Spagna – dove sono ben più numerosi che in Italia- non possono che esser passati dalla Francia. E non è merito di nuove norme o smantellamenti, ma solo di un corpo di polizia e una corte di giustizia più leste ad intervenire. Di certo non come da noi, dove il borseggiatore colto in flagranza di reato spesso resta a piede libero per uno o due anni prima di venire giudicato – e questo a prescindere dalla sua nazionalità.

Di questo non ha colpa l’Unione Europea o l’attuale governo: sono 40 anni che la situazione è penosa nel nostro paese e NESSUNO ha fatto nulla per risolverla. In 40 anni al governo ci son saliti proprio tutti, tanti buoni solo a scaldar le sedie e incassare i lauti stipendi che vengono loro concessi.

La cosa più “bella”? L’articolo fuffaro viene riportato nei commenti ad un pezzo giornalistico, dimostrando come dietro a queste bufale ci sia una specie di “regia” atta a rendere la disinformazione l’unica fonte di “verità”. Patetici!

commento-giornalettismo-valls