La pagina Facebook ZeroGas fa parte di quelle pagine nate per diffondere allarmismo, sono ambientalisti, raccolgono fondi via Paypal, e non producono quasi nessun contenuto originale. Ma anche così si sono creati un gruppo di fedelissimi che condivide ogni cosa loro mettano in circolazione.

Mi avete segnalato un loro post, un video che lentamente sta acquisendo sempre più visualizzazioni.

Il testo del post:

Quest’uomo ha usato la sua laurea
per pulire il suo lago d’infanzia.

Ecco la fantastica storia di come l’ha fatto.

Potete seguire i suoi progressi a Marino Morikawa, PhD,
Grazie mille Marino per questa fantastica opportunità!!!

FAI UNA DONAZIONE PAYPAL
PER SOSTENERE L’INFORMAZIONE LIBERA
DI ZeroGas
cliccando qui: (no il link al loro paypal ve lo scordate…)

Si vede un signore che usando un prodotto bio ripulisce un lago. Nel video le cose sono spiegate in maniera abbastanza fumosa. Fanno vedere il signore che mangia un cucchiaio del prodotto usato per ripulire il lago (per dimostrare la non nocività), fanno vedere il lago perfetto e lindo (ma sfruttano una giornata con foschia: è risaputo che senza sole diretto le acque dei laghi diventano più scure e sembrano più pulite), ma non ci raccontano molto altro.

Qual è il problema? Che nel video parlano di inquinamento, generico, senza specificare nulla. Ci mostrano (senza mai farci vedere l’etichetta) il prodotto che viene usato, senza dirci molto su quel che faccia. Il video (tradotto immagino da ZeroGas) nella versione originale chiede fondi per sponsorizzare questo magico prodotto che depura i laghi. ZeroGas invece sposta l’attenzione su donazioni a loro stessi…

Tutto troppo fumoso, occorre approfondire i fatti.

Se nella vostra testa si è formata l’idea che quel prodotto pulisca i laghi dall’inquinamento – inteso come prodotti dell’uomo che sporcano il lago – state prendendo una cantonata. Esistono svariate aziende che realizzano prodotti simili, servono per pulire da alghe e batteri; alghe e batteri che vivono normalmente in quegli specchi d’acqua.

Nessuno di questi prodotti fa miracoli, ma possono aiutare a ripulire uno specchio d’acqua quando è così intorbidito come nel video di ZeroGas. Questo però non lo trasforma magicamente in un lago “non inquinato”, solo in un lago più limpido. Il lago ripulito fa parte del Cascajo Wetlands, come potete vedere da Google Maps non è che sono stati fatti miracoli, le alghe tornano, così come i batteri…

Perché questo non viene spiegato? Perché tradurre un video dove, nell’originale, s’invita a donare per sostenere il signore che ripulisce il lago, sostituendo quest’invito con la donazione al sito che ha tradotto? A cosa serve quella donazione? La invieranno loro al ricercatore? Cosa fanno con le donazioni che ricevono i signori di ZeroGas?

Questa e altre domande meriterebbero una risposta, specie visto il quantitativo di allarmismo e sensazionalismo diffuso dalla pagine in questione.

Io come sempre v’invito a stare attenti a queste pagine ambientaliste, è più la disinformazione che condividono che la vera informazione. E quando sulla bilancia pesa di più il sensazionalismo rispetto ai fatti, il rischio di rimanere vittima dell’information disorder è alto.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su Paypal! Può bastare anche il costo di un caffè!