PIRAMIDALE
 Aggiornamento del 4 Febbraio 2015
Questo articolo non viene letto molto, ed è un peccato, ma il problema so qual è, non è indicizzato con i nomi delle aziende che più spesso promuovono schemi simili a quello ivi descritto. Non posso farli, tristemente questa gente da sempre ha più soldi che etica, e ogni qual volta ne nomino qualcuno in relazione al MLM vengo intimato alla rimozione da vari uffici legali. Quindi vi tocca accontentarvi di un articolo generico male indicizzato sui motori di ricerca, ma resta un articolo SEMPRE VALIDO, che non dovrebbe mai smettere di circolare, è importante, vedete amici che propongono affari mai sentiti, legati a nuovi sistemi di vendita con sconti? Rileggetevi questo pezzo! Vi offrono di acquistare materiali preziosi guadagnando MOLTISSIMO in pochissimo tempo? Rileggete questo articolo. Fatelo circolare, le keywords di ricerca mi segnalano che siete in tantissimi a cercare informazioni sui principali operatori di questi sistemi, nel nostro archivio ci sono alcuni articoli loro dedicati (12, 3, 4, 5) ma sempre senza puntare il dito più di tanto. Qui però trovate esempi degli schemi che vi vengono proposti, e cerco di spiegarvi che anche quando non ve lo dicono alla fine si tratta sempre di uno schema riconducibile a quello piramidale. Stateci attenti, siete davvero in tanti a chiedermene notizie.
Schema_Piramidale
Aggiornamento dell’11 marzo 2014:
In questo articolo parlavo genericamente di MLM, come mi è stato fatto più volte notare esistono (rare) aziende che sfruttano il sistema in maniera non fraudolenta, esistono sul mercato da decenni e seppur con la crisi persistono. Si tratta davvero di pochissime aziende che vendono i propri prodotti SOLO attraverso il canale del passaparola, ed essendo un buon prodotto riescono ad avere una solida rete, ma ripeto stiamo parlando di mosche bianche. Non posso fare nomi, ma seguendo l’articolo qui sotto e di volta in volta ripetendo i miei passi credo che sarete sempre in grado di discernere l’erba buona da quella cattiva senza grandi fatiche!

 

La crisi economica che affligge il nostro paese sta riportando in auge vecchi sistemi truffaldini per raggranellare denaro, uno di questi che mi ha sempre spaventato un bel po’ è appunto il sistema multilivello piramidale, sistema che esiste da sempre ma che miete molte vittime proprio durante periodi di crisi.

Perché ne miete tante?

Perché promette guadagni alti con investimenti relativamente bassi, e la gente disperata pensa che l’investimento sia così basso che il gioco vale la candela.

Non stiamo a fare nomi d’aziende, sono tante quelle che si stanno proponendo sul mercato italiano, oggi quasi tutte usano video virali su youtube, pubblicità accattivanti che si rifanno ai grandi portali dell’e-commerce come Zalando e Amazon senza che in realtà siano minimamente comparabili.

LEGGI ANCHE:  Curare il tumore senza chemio né interventi

Ammetto che negli anni ho avuto più di un amico che ci è caduto e che ha provato  a portare dentro anche me, l’ultima volta (qualche anno fa) andai anche ad una delle riunioni di presentazione qui a Bologna… quando mi alzai per fare delle domande venni subito zittito, e poco dopo mi fecero accomodare fuori… il mio amico non gradì.

Di solito chi vi propone di farne parte esordisce così:

Posso raccontarti di un incredibile opportunità per il tuo business? Dai vediamoci una sera a cena che ho degli amici da presentarti…

E spesso qui se per sbaglio diamo l’idea di esser minimamente interessati inizia un calvario di telefonate appuntamenti a cui se non andiamo verremo re-invitati più e più volte.
L’unico sistema è non dar mai l’idea di esser interessati o dire va bene vengo e poi alla cena comportarsi come feci io, con domande scomode che ti facciano allontanare come persona non gradita.

Voglio andarmene perché quella del MLM è una pratica che esiste da svariati anni ed è economicamente provato che (9 volte su dieci) è una frode conveniente solo per chi sta in cima alla piramide, tutti gli altri vengono sistematicamente spremuti di denari (pochi) e richieste di portare più gente (ovvio, più gente ci sta più quelli in alto guadagnano)… con la conseguenza che gli amici ti evitano (e che palle ancora sta riunione misteriosa per far soldi… no, non ci voglio venire, bona) e il tuo portafoglio non s’ingrossa quanto promesso, anzi spesso si assottiglia sempre di più.

Quelli che ho visto in giro ultimamente ti invitano su di un portale ad accesso gratuito dove si vende merce di vario tipo (per ora gli articoli disponibili erano veramente pochi e di poco interesse), tu ti iscrivi apri il tuo account e dopo poco ti viene chiesto se vuoi diventare membro attivo, pagando appunto una piccola quota (30 euro nel caso che mi è capitato sottomano), quei soldi servono a te per raggiungere più prodotti che sono solo per i membri paganti, con sconti di un certo tipo (il 30% del prezzo di cartellino se non erro) e quei soldi vanno (in parte) a chi ti ha introdotto al sito…

LEGGI ANCHE:  Una guida al network marketing – Parte V

Tu a tua volta avrai la possibilità di portare altra gente all’interno del giro (magari pubblicizzando la cosa con video sui social o slogan carini condivisi in giro, spesso il portale stesso mette a disposizione vari tipi di messaggi per attirare altra gente e tu potrai usarli come se fossero tuoi)…

E la gente che entrerà nel portale usando il tuo codice se pagherà la quota associativa contribuirà a fare aumentare il tuo portafoglio.
Peccato che la piramide venga aperta al pubblico solo quando in cima ci sono già sufficienti compari dei titolari del portale (li definirei complici) e che tu parta da un livello così basso che per rivedere davvero i tuoi trenta euro dovresti presentare al portale trenta amici che a loro volta diano trenta euro a testa…

Quindi per rivedere i tuoi denari devi farne spendere tanti ai tuoi amici (che dopo saranno sicuramente meno amici)…e la cosa prosegue, per ogni amico portato da un tuo amico vedi qualcosa..e si sale, appunto la piramide!

Peccato che la realtà invece sia che il meccanismo si blocca in fretta, quando tu e i tuoi amici avete finito i vostri possibili amici investitori non apportate più nulla al meccanismo, non ricavate più nulla dal meccanismo e ne siete in parte tagliati fuori.

Rimanendo quasi sempre con meno della metà dell’investimento iniziale.

Certo ci sarà quello che sostiene che lui ci ha comperato la macchina con quei guadagni, ma sono appunto quelli che stanno in cima, tu per poter acquistare la macchina dovresti aver presentato all’azienda così tanta gente da impazzire (e da esserti creato il vuoto attorno a te).

Cosa c’è che non va? 

Beh mi pare ovvio: il sistema funziona solo per i primi iscritti mentre alla fine sono tutti gli altri a pagarne le conseguenze…

Ma ciò non toglie, magari questi ci credono davvero e tutti sperano di esser tra i primi iscritti!

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!