anisakis2

Premesso non amo il sushi, pur essendo un amante della carne alla tartara, il pesce crudo non mi va proprio giù, anzi, in certi casi mi fa venire proprio la nausea, ma questo non vuol dire che lasci passare l’allarmismo gratuito pubblicato ieri dai falsi bufalocomicari del falso Corriere del Mattino (.it), non contenti di aver scippato il dominio agli autori originali(.altervista.org), ora spacciano anche roba che potrebbe costargli una denuncia! La denuncia per procurato allarme:

cdmsushi

Sushi killer: parassita letale nel pesce crudo. Già 50 casi in Italia

L’articoletto che accompagna questo titolone spropositato per essere letto necessita di un like alla pagina, tanto per non scordarsi che siamo pagine a cui interessa solo avere follower e condivisioni, poco importano i fatti!

un parassita letale che depone le uova nei tonni e salmoni quando sono ancora vivi, per poi schiudersi una volta morto il corpo ospite.
Si tratta del temutissimo Anisakis (Pseudoterranova decipiens), ematode parassita di colore biancastro, che può raggiungere la lunghezza di diversi centimetri. Questo organismo risiede dormiente nel pesce crudo e se ingerito da essere umano, si schiude all’interno dell’intestino, infestando di parassiti così le pareti gastriche, provocando inizialmente dolori addominali, vomito e febbre alta. Se non si viene sottoposti a cure tempestivamente, l’anisakis porta alla morte. ..

…E’ già a 50 il numero delle vittime nel Nostro Paese. Il Capo ministro del controllo alimentare italiano, ha diramato un’allerta 8 per tutti i cittadini, consigliando vivamente di evitare di ingerire pesce crudo e in particolare sushi per le prossime settimane.

Non esiste una fonte, nessun tipo di datazione del pezzo, e il tanto generico quanto insulso Capo ministro del controllo alimentare italiano! Siamo tutti d’accordo la pagina si spaccia per satirica e questa è una notizia inventata; ma come ben sappiamo, tanti, per mancanza di tempo, o mera pigrizia si fermano al titolo, e solo a quello, non si rendono conto di avere letto sciocchezze: la notizia è credibile  per cui gira, e sono sempre di più quelli che la vedranno, e tra i tanti magari qualcuno deciderà che questa settimana invece di andare a mangiare sushi vado all’indiano…ecco io fossi in quel ristorante di sushi…chiederei i danni! 😀

Detto ciò a rendere ancora più assurda tutta la vicenda ci sono quelli del corriere del mattino (quello originale) che per una volta per ribattere ai loro doppelgänger  ribattono con uno dei rarissimi esempi di articoli VERI sulle loro pagine bufalocomicare!

In questi giorni, false informazioni allarmistiche hanno procurato spavento nei consumatori di sushi italiani. La falsa notizia parlava di 50 casi di infezione da parte di un “Parassita Killer” denominato AnisakisNiente di più falso. Nessun caso in Italia è stato segnalato dalle autorità.

Il motivo è semplice. E’ obbligatorio, per tutti i ristoranti che servono Pesce crudo, l’uso dell’abbattitore di temperatura, prescritto da norme comunitarie, (Regolamenti 852/2004 e 853/2004) e i controlli delle ASL sono rigidi e nessun ristorante Giapponese avrebbe la possibilità di aprire la propria attività senza quest’apparecchiatura. Inoltre, il pesce servito senza previa abbattitura, risulterebbe durissimo e immangiabile.

Adesso, che ci sia stato spavento nei consumatori italiani non so, sicuramente in quelli che han letto questa banda di spaccia fuffa senza accorgersi di trovarsi sempre e comunque su siti che dichiarano di esser…

…un sito satirico e dunque alcuni articoli contenuti in esso  sono inventati. La redazione non vuole offendere nessuno. Se qualcuno dovesse ritenersi offeso dai contenuti di uno o più articoli è pregato di mandare un’email!

A mio avviso la guerra tra i bufalari è appena incominciata…

…ho preparato una scorta di pop corn…