Solito allarmismo mediatico, in circolazione da tempo e ritirato fuori per l’ennesima volta. Io onestamente fossi in Colgate farei causa alle paginette che ne parlano in termini come questi:

Colgate Total finisce nella bufera, dopo che un’indagine portata avanti dall’agenzia Bloomberg ha riacceso i riflettori sulla presenza del triclosan, sostanza chimica antibatterica utilizzata nel dentifricio che favorirebbe l’insorgere di tumori. 

TRICLOSAN

Partiamo col dire che Bloomberg non ha fatto nessuna indagine in merito, ma solo intervistato due personaggi che sono contro il Triclosano (come sono contro il fluoro e tanti altri)…Bloomberg in questo non ci ha messo del suo, ma solo intervistato i due soggetti in merito, nulla di più, nulla di meno.

Ma i due soggetti intervistati sono esserei subdoli, che usano le informazioni in loro possesso nella tipica maniera di chi è interessato ad attaccare un marchio, non un ingrediente…e difatti si parla di Colgate Total, non delle miriadi di prodotti (in vendita anche in Italia) al cui interno è presente il Triclosano. Cosa è esattamente il tricolosano? Così riporta wiki:

Triclosan is a chlorinated aromatic compound with antibacterial, antifungal and antiviral properties (sold under several trade names, including UltraFresh, Amicor, and BioFresh). Triclosan penetrates the skin on contact and enters the bloodstream.[17] According to the United States Food and Drug Administration (FDA) no evidence indicates that triclosan in personal care products provides extra benefits to health beyond its anti-gingivitis effect in toothpaste A systematic review of randomized controlled trials found that triclosan-containing toothpastes are marginally beneficial in reduction of tooth cavities and reduce dental plaque, gingival inflammation and gingival bleeding.

Il triclosan è un composto di clorurato aromatico con proprietà antibatteriche, antimicotiche e antivirali (venduti con diversi nomi commerciali, tra cui Ultrafresh, Amicor, e BioFresh). Triclosan penetra la pelle a contatto ed entra nel flusso sanguigno. Secondo la Food and Drug Administration (FDA) nessuna evidenza indica che triclosan nei prodotti di cura personale fornisca ulteriori benefici per la salute oltre il suo effetto anti-gengivite nel dentifricio…Una revisione sistematica fatta di studi randomizzati e controllati ha trovato che i dentifrici contenenti triclosan-sono marginalmente più utili nella riduzione delle cavità dei denti (carie)  e riducono la placca dentale, l’infiammazione gengivale e gengivale sanguinamento.

Ovvero, il triclosan ha effetti pratici solo nei dentifrici, non vi sono dimostrazioni che possano suggerire altri usi per la cura personale (e quindi i prodotti che non sono per denti ma che lo contengono non hanno ragione d’essere). Ma da nessuna parte si parla di possibili effetti collaterali come quelli che ci riporta Bloomberg. Si, è vero, esiste uno studio che parla di aumento di cellule tumorali nel cancro al seno…ma in vitro…e su cellule già presenti.

Tutti gli altri studi non hanno evidenziato pericoli per la salute, e difatti il triclosan è autorizzato sia negli Stati Uniti che in Europa. checché Bloomberg dia ad intendere. Alcuni (rari) produttori hanno scelto di eliminarlo dalla lista degli ingredienti, ma solo a causa dell’allarmismo mediatico che per reali pericoli per la salute. Chi diffonde questo allarmismo non fa informazione, ma sfrutta la cosa per raggranellare visite…e questo vale per Bloomberg come per i vari siti italiani che hanno ripreso la cosa senza fare alcuna ricerca e l’hanno rilanciata sul web italiano.

Giusto per capirci, anche ADNKRONOS ne ha parlato, senza attaccare Colgate ma pubblicando un riassunto di uno studio di Aprile 2014, studio che spiega abbastanza bene la cosa…peccato che la stessa ADNKRONOS la riporta malamente…peccato…

AGGIORNAMENTO:

L’FDA americana ha deciso di eliminare il triclosan (da settembre 2017) dai prodotti negli States, le ragioni però non sono evidenze della sua pericolosità, ma la mancanza di studi che ne dimsotrino l’efficacia come antibatterico e la mancanza di studi sulla sua sicurezza. Ad oggi non c’è una vera ricerca che ne attesti la pericolosità per l’uso come dentifricio.

In September 2016, the FDA announced that effective September 2017, it would prohibit the sale of “consumer antiseptic washes” containing triclosan or 18 other ingredients marketed as antimicrobials due to the FDA’s findings of the lack of efficacy in these products