Su alcune testate italiane è apparso nei giorni scorsi un video che mostra un ragazzo nero, con indosso una giacca del Milan, vandalizzare un tram. Il video ripreso dall’interno del tram mostra il ragazzo in bicicletta mentre pedala stando sulla corsia del mezzo pubblico. Una volta che il tram si avvicina al ciclista suonando la campanella per avvertirlo di spostarsi, questo lancia via la bici e si avventa sui due tergicristallo del tram.

Il video è stato messo in circolazione da Massimo Bitonci, dalla sua pagina Facebook, con questa descrizione:

🔴👎Robe da matti…un immigrato in sella ad una bici, ha occupato il binario del tram, e non contento, con un’arroganza e una violenza inaudita, ha danneggiato i tergicristalli del mezzo pubblico. #senzarispetto…vergogna!

Sia chiaro, Bitonci non specifica minimamente dove sia avvenuto il fatto, non ne ha alcun bisogno, sa che i suoi follower s’indigneranno a priori, convinti che sia un immigrato su suolo italiano.

Ma il video circola da qualche giorno, e bastano poche ricerche per rendersi conto che quella che vediamo non è la sede stradale di un tram italiano. Qualche veloce ricerca su Google Maps ed ecco che scopriamo che il fatto è avvenuto in Francia, a Villeneuve-la-Garenne.

Nel tondino rosso il cartello che segnala l’entrata del magazzino Metro.
La stessa sede stradale e lo stesso cartello visti da Google nel 2018

Non sappiamo perché il ragazzo reagisca così, ma siamo tutti d’accordo che si tratta di un modo di comportarsi sbagliato. Come è sbagliato sfruttare un video estrapolato dal suo contesto per attaccare genericamente le persone con un colore della pelle diverso dal nostro.

A mio avviso si tratta di una delle forme più subdole di razzismo.

Ma lascio che siate voi a giudicare.

La notizia nel frattempo è stata ripresa da una certa stampa che dell’etica giornalistica pare infischiarsene.

Da Il Giornale:

La furia dell’immigrato: urla contro il tranviere e poi spacca il mezzo

Nell’articolo spiegano subito (per mettere le mani avanti) che non si sa dove sia avvenuto il fatto, ma allora non si capisce perché pubblicarlo…

Anche su Il Gazzettino stessa storia:

In bicicletta sulla pista del tram, lo ferma e spezza i tergicristalli: il video condiviso da Massimo Bitonci

Sembra quasi che i post dei rappresentanti di determinate forze politiche (verificati o meno) siano materiale che viene pubblicato a priori senza che ci sia bisogno di approfondire in alcuna maniera. Questo a mio avviso non è corretto per testate giornalistiche nazionali registrate. Questo non è fare informazione, ma politica.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!