Influencer dalla Svezia

...che forse sarebbe il caso ci pensassero due volte prima di parlare.

Ho voglia di andare in Svezia quando finisce sta cacchio di emergenza sanitaria, una delle ragioni per cui vorrei andarci è per andare a fare un saluto dal vivo a certi soggetti. Uno dei quali è la psichiatra Martina D’Orazio, protagonista dell’ennesimo video del nostro simpaticissimo stupidello.

Riccardo Palleschi, admin della pagina Italiani nel mondo, che v’invito a seguire e magari a segnalare quando pubblica contenuti non propriamente verificati, ha intervistato questa italiana che dal 2010 risiede in Svezia. La dottoressa D’Orazio ci racconta di essere medico, psichiatra per la precisione, e ammetto che non mi è chiarissimo grazie a quale specializzazione in virologia e epidemiologia abbia acquisito le competenze per dare un’opinione particolarmente autorevole su Covid-19. Io ovviamente dovrei stare zitto visto che non ho una laurea in medicina. Ma ci metto un po’ di ricerche e tanta passione, quando invece Riccardo e Martina sembra che l’unica cosa che vogliano fare è metterci un po’ di avvelenamento del pozzo.

La notizia di quest’intervista ovviamente viene ripresa sui canali italiani, quelli seri, come OltreTv che titola:

Medico in Svezia distrugge Conte, i giornalisti e gli “esperti” italiani

Non è ben chiaro cosa abbia a che fare Conte con la Svezia, non mi pare l’abbia mai citata nei suoi lunghi monologhi serali, ma vabbè. La dottoressa D’Orazio mi pare chiaro che abbia in odio una certa politica italiana. La dottoressa è da aprile 2020 che si fa intervistare sul tema lockdown in Svezia. La dottoressa è da aprile che sostiene che in Svezia, grazie alle misure (non) prese, vada tutto bene. La dottoressa è da aprile che ci piglia per il sedere.

In Svezia al momento la statistica parla di 596,28 morti per milione d’abitanti. In Italia siamo a 690,52, ma in Finlandia sono 65,51, in Norvegia 52,57, in Danimarca 128,97.

Chiunque abbia un minimo di buon senso si rende conto che la Svezia va paragonata agli altri Paesi scandinavi, insistere col fare un paragone con l’Italia denota ottusità. Che a essere ottusi siano politici, giornalisti e pseudo influencer ci sta, che lo siano persone laureate in materie scientifiche è deprimente.

Non comprendo come sia avvenuto che la dottoressa D’Orazio sia diventata una voce da intervistare più volte sulla situazione svedese. Non è esperta in virologia o epidemiologia, è una psichiatra, magari è interessante sentirla parlare dei problemi che può causare l’isolamento da lockdown. Ma ascoltarla raccontare come le cose vadano bene in Svezia davvero lo trovo assurdo. Specie quando come avete visto sopra le cose non vanno affatto bene rispetto ai Paesi limitrofi.

Ovviamente la versione della dottoressa D’Orazio ha trovato spazio su tutti i canali di avvelenamento del pozzo italiani, oltre al canale Facebook di Palleschi e Oltre Tv lo stesso video è stato ripreso anche da SocialTv Network, che l’ha condiviso con la sua solita eleganza:

BASTA STRONZATE SULLA SVEZIA. Ascoltate Martina, una donna italiana, un MEDICO ITALIANO chirurgo specializzato in psichiatria, che in Svezia vive e lavora da 10 anni. ASCOLTATE e CONDIVIDETE la sua testimonianza precisa e illuminante sulla realtà svedese. Noi non sappiamo nulla, non ci dicono nulla, anzi, menzogne su menzogne. CONDIVIDETE LA VERITA’ DEI FATTI raccontata da chi CI VIVE in quel paese. Quanti morti il Governo italiano avrebbe potuto salvare se avesse fatto lo stesso ragionamento? 
Io la risposta al post di SocialTv ce l’avrei anche, ma vorrei che voi leggeste i dati attuali. Perché è su quelli che dovremmo basarci. Le cose vanno ancora peggio di prima. 
  • In Finlandia la seconda ondata sta facendo una media di circa 200 nuovi contagi al giorno
  • In Norvegia hanno meno costanza nel comunicare i risultati ma se facciamo la media siamo a circa 500 casi al giorno negli ultimi 15 giorni.
  • In Danimarca circa 1000 casi al giorno.
  • In Svezia si superano i 2500 casi al giorno.

Da noi, purtroppo, i numeri sono molto più alti, lo sappiamo bene, ma abbiamo una densità generale di abitanti che è quasi dieci volte la Svezia, distribuiti molto diversamente. Non siamo paragonabili.

Non capirlo significa tenere la testa sotto la sabbia. La dottoressa D’Orazio sta da dieci anni in Svezia, credo non abbia problemi a tradurre per i tanti che la seguono la frase detta dal Primo Ministro svedese il 5 novembre:

Utvecklingen går åt fel håll snabbt. Fler smittas. Fler dör. Det är en allvarlig situation.

Non credo di dover aggiungere altro.

Abbiamo già parlato della gestione svedese dei contagi qui e qui.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!