SUPERCRONO-GOOGLE

La notizia che hanno pubblicato su Libero non è propriamente una bufala, è vero Google ha lanciato Google Takeout, io sto preparando il mio archivio con l’account di Bufaleuntantoalchilo, a seguire provvederò anche a farlo con gli altri. Devo dire che trovo la funzione molto utile, specie per poter fare un salto nel tempo, e magari ricostruire determinati passaggi, specie nell’ottica del debunking stesso.

Ma c’è una cosa che Libero (e tanti altri) non ha specificato bene, Google crea queste cronologie SOLO ed unicamente se prima di fare le vostre ricerche vi siete collegati con il vostro account, altrimenti google non saprà chi siete, e non salverà nulla.

Se usate un browser senza accedere al vostro account google nulla di quanto farete sarà poi incluso nella vostra super cronologia, anche se OVVIAMENTE il vostro provider saprà comunque dove siete andati e cosa avete fatto!

Quindi ricapitolando, si è vero Google ha lanciato un servizio innovativo ed utile (per chi non è analfabeta funzionale), ma basta usare il browser senza accedere al proprio account che il servizio si nullifica.

Libero concludeva così il suo articolo di “scienze e tecnologia”:

Ma oltre al fatto che queste ricerche vengano inserite in super cervelloni informatici c’è il più banale timore che possano essere viste dalla moglie curiosa o dal marito geloso. Che con un clic, a questo punto, può scoprire molto, anche cose che dovevano restare segrete. E questo sì per molti è un attentato alla propria riservatezza.

La moglie curiosa e il marito geloso per poter vedere questa super cronologia devono avere accesso al vostro account di google, conoscerne la username e la password. Se usate lo stesso PC in casa e quindi lo stesso browser basta inserire più account ed evitare che il pc si ricordi la vostra password per il vostro account, nulla di più facile, nulla di così complesso.

Ma tanto basta sbirciare le vostre bacheche sui social per accorgersi di quanto l’incapacità di tenere anche il più piccolo segreto sia ormai all’ordine del giorno. Giusto ieri navigavo sulla bacheca di una donna, over 40, ad una prima occhiata la bacheca era di una persona in carriera, intelligente, con svariati interessi. Girando però mi sono imbattuto in svariati post che sono sicuro lei crede siano visibili SOLO ai suoi amici (io non lo sono)…per farvi un esempio ci racconta quanto le piaccia fare l’amore con il suo compagno sul tavolo della cucina (sia chiaro non c’è nulla di male in tutto ciò, non fosse  che è una mamma, per ora con un neonato, che magari in futuro potrà visitarsi da solo la bacheca di mammà), e le amiche ribattono che è meglio la lavatrice (e sono serie, non stanno scherzando, stanno chiacchierando come farebbero a casa di fronte ad una tazza di te).

Credo che per gente così la super cronologia di google sia superflua, i panni in piazza li mettono sempre e comunque.

Un suggerimento, usate diversi browser, uno per la navigazione ufficiale, con gmail e tutto i frizzi e lazzi di Google, e un altro magari con adblock installato dedicato ai soliti siti porno. Non è così difficile, ma l’analfabetismo funzionale, tristemente, in Italia è una cosa MOLTO sottovalutata!

sex-facts-google-cough