PIRAMIDIBOSNIA2

Sta circolando questa notizia sconvolgente, tutta la storia dell’uomo dovrà esser riscritta da cima a fondo, le scoperte fatte da questo “noto” (?) antropologo (??) Semir Osmanagić americano (???- lui preferisce farsi chiamare: Sam Osmanagich ) sono di quelle rivoluzionarie, non so se l’emozione mi permette di raccontarle tutte…

“Riconoscere che siamo testimoni di prove fondamentali dell’esistenza di antiche civiltà avanzate risalenti a oltre 29 mila anni fa, e facendo un attento esame delle loro strutture sociali, costringe il mondo a riconsiderare totalmente la sua comprensione sullo sviluppo della civiltà attuale e della sua storia”

Queste le parole del noto studioso… parole forti, cacchio, ci dice che  29000 anni fa c’erano civiltà progredite sulla terra, civiltà provenienti da altri pianeti, civiltà che ci hanno permesso di progredire dove siamo ora.  Questo ovviamente fa si che scatti il tarlo della curiosità che è in me e vada a cercarmi chi è questo “noto” studioso.

Cominciamo col dire che Semir Osmanagić NON è un antropologo, non ha una laurea in antropologia ma in economia con dottorato in sociologia, non è americano, è nato in Bosnia Herzegovina (dove ha una cattedra in un università privata)m, ha studiato e si è laureato a Sarajevo e solo dopo ha avviato un’attività a Houston negli Stati Uniti dove ha preso residenza (e probabilmente cittadinanza, ma solo dalla fine degli anni 80).

E’ un archeologo dilettante alla Martin Mystère …e anche nel caso di Semir abbiamo a che fare con piarmidi, atlantidei, le Pleiadi..insomma sembra un fumetto della Bonelli. Ma non lo è, Semir è serio, serissimo nei suoi racconti, al punto che ha fondato un’associazione dove a riguardo vende libri e dvd (ma com’è che per ogni boiata circolante si scrive subito un libro e si produce un “documentario” su dvd mentre per le ricerche serie non si pubblica mai nulla?), qui trovate il sito della sua associazione, in caso siate interessati alle pubblicazioni:
http://www.bosnianpyramidofthesun.com/

Non è molto considerato nel panorama archeologico mondiale, se non come una barzelletta, come mai?
Beh vabbè intanto la cosa più ovvia, non ha una laurea in archeologia o qualcosa di strettamente collegato, questo è il suo curriculum universitario:

Tesi di dottorato: “La civiltà Maya” – Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Sarajevo
Master of Science in Economia Internazionale – Facoltà di Economia, Università di Sarajevo.
Si è laureato presso la Facoltà di Scienze Politiche, Dipartimento di Scienze Politiche.
Si è laureato presso la Facoltà di Economia.
Ha completato due anni presso il Dipartimento di Sociologia, Facoltà di Scienze Politiche.

FONTE: la pagina personale di Semir/Sam http://www.semirosmanagic.com/ba/education.html

Ma in generale tutta la sua teoria (senza alcuna prova a sostenerlo) non regge in piedi, Sam/Semir sostiene che le formazioni collinari in una zona non distante da Sarajevo siano in realtà piramidi costruite dall’uomo nel 12.000 a.c.. Senza nemmeno mettersi a pensare più di tanto gli studiosi di mezzo mondo l’hanno subito bollato come conta frottole, nel periodo da Semir indicato la zona di cui lui parla era (già da circa 15.000 anni) nella sua massima glaciazione, con clima secco e gelido, la zona era abitata da pochissimi cacciatori che hanno lasciato dietro di se accampamenti all’aperto e traccia dell’occupazione di certe caverne. Da alcuna parte nell’area sotto l’interesse di Semir sono state trovate tracce di ciò di cui lui parla. Si è vero vi è una collina con una forma piramidale ben marcata, ma è una collina, nulla di più. Osmanagić è stato prima addittato come un pyramidiot, ma quando si è incominciato a parlare di una raccolta fondi per finanziare gli scavi nell’area si sono sentiti costretti ad intervenire in maniera più ufficiale. Osmanagić gode, evidentemente, di supporto nel governo federale della Bosnia Herzegovina pertanto per bloccare la  raccolta fondi l’Associazione europea degli archeologi ha ritenuto opportuno scrivere al parlamento bosniaco e rilasciare questa breve e concisa dichiarazione:

DECLARATION
We, the undersigned professional archaeologists from all parts of Europe, wish to protest strongly at the continuing support by the Bosnian authorities for the so-called “pyramid” project being conducted on hills at and near Visoko. This scheme is a cruel hoax on an unsuspecting public and has no place in the world of genuine science. It is a waste of scarce resources that would be much better used in protecting the genuine archaeological heritage and is diverting attention from the pressing problems that are affecting professional archaeologists in Bosnia-Herzegovina on a daily basis.
Professor Hermann Parzinger, President, German Archaeological Institute, Berlin
Professor Willem Willems, Inspector General, Rijksinspectie Archeologie (RIA), The Hague
Dr Jean-Paul Demoule, President, Institut nationale de recherches archéologiques préventives (INRAP), Paris
Professor Romuald Schild, Director, Institute of Archaeology and Ethnology, Polish Academy of Sciences, Warsaw
Professor Vassil Nikolov, Director, Institute of Archaeology, Bulgarian Academy of Sciences, Sofia
Professor Anthony Harding, President, European Association of Archaeologists, c/o Institute of Archaeology, Czech Academy of Sciences, Prague
Dr Mike Heyworth, Director, Council for British Archaeology, York
11 December 2006

Non voglio affondare il coltello nella piaga, fu lanciata anche una petizione online per bloccare la raccolta fondi, petizione lanciata dagli stessi cittadini e studiosi bosniaci, preoccupati che gli scavi potessero intaccare vestigia di epoca romana di cui invece vi è la certezza della presenza in situ. Gli stessi bosniaci che dovrebbero giovare da una scoperta del genere per turismo ed altro non volevano nemmeno s’iniziasse a scavare…vogliamo davvero dare credibilità al Sociologo Sam/Semir?

Andando ancora più in la, e cercando i restanti studio di Semir scopriamo che è l’autore di un altro sito ancora : http://www.alternativnahistorija.com
dove ci racconta di come i Maya fossero discendenti di esseri che venivano dalle pleiadi…

Un articolo sulla rivista ScienzaMAG del 2006 concludeva così:

A Visoko municipal official recently announced that all critics of Osmanagic’s
project should be denied access to research locations and have their degrees revoked.
Descending the hill back down to Visoko, a visitor wades through the friendly locals
selling official “Pyramid of the Sun” T-shirts and mugs. One thing is clear: Some people
will benefit from the hunt for a prehistoric Bosnian civilization. But they may not be
academic archaeologists…

Trad. Spicciola:

Un funzionario comunale di Viosoko ha ufficilamente annunciato che a tutti i critici del progetto verrà negato l’accesso alle aree di ricerca e vedranno le proprie lauree revocate. Passeggiando al ritorno dalla collina un turista deve guadare la via attraverso un fiume di amichevoli locali che vendono souvenir del luogo. Una cosa è chiara: qualcuno beneficerà dalla caccia alla piramide. Ma potrebbero non essere gli archeologi professionisti…

Non posso che concordare con loro.

Come sempre continuo a fidarmi della scienza ufficiale, se avete voglia di studiare un po’ anche voi qui qualche sito serio dove documentarsi a riguardo:

British ARCHEOLOGY http://www.archaeologyuk.org/ba/ba92/feat3.shtml

Un report di un vero archeologo che è stato in situ nel 2006: http://irna.lautre.net/At-last-Dr-Barakat-s-report.html

Un report di due noti appassionati di pseudo archeologia:
The Stone Balls in Zavidovici, Bosnia

Qui la notizia bufalara che circola in Italia da qualche giorno:

http://luniversovibra.altervista.org/antropologo-americano-rivela-abbiamo-la-prova-inconfutabile-che-la-storia-umana-e-completamente-da-riscrivere/

Qui la sua versione inglese:
http://www.wakingtimes.com/2013/11/12/houston-anthropologist-reveals-irrefutable-proof-recorded-history-wrong/

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!