AGGIORNAMENTO:

Il signore di cui veniva fatto linciaggio sui social alla fine è stato denunciato per davvero, e riconosciuto colpevole di quanto lo si accusava. Ma questo non cambia minimamente quanto volevamo spiegare in quest’articolo. Fare linciaggio a qualcuno sui social network è sempre errato, non potete sapere se le accuse che vengono mosse alla persona siano vere o meno, condividere post come quelli qui sotto, può, nella maggioranza dei casi, costarvi una denuncia e rovinare la vita ad un innocente, fino ad oggi sono molti più i post che attaccano soggetti innocenti che quelli che attaccano soggetti veramente colpevoli di qualcosa. Meditate gente, meditate.

 

LINCIAGGIO1

A volte vorrei accendeste il cervello prima di iniziare a navigare online. La mattina, prima di accendere il pc e dopo esservi lavati le mani e la faccia fate una verifica, è tutto a posto, siete davvero svegli? Vi siete fatti il caffè? Siete in grado di discernere le notizie? Bene potete connettervi. Siete ancora addormentati, avete bisogno di un secondo caffè, avete lavori arretrati da fare, bene dedicatevi ad altro, lasciate che la menti si scaldi, che i neuroni iniziano a girare a pieno ritmo, e solo allora potrete connettervi alla rete. Altrimenti il rischio è quella malattia per cui si condivide tutto a casaccio, si spaccia qualsiasi fuffata trovata per la rete e la si sparge in giro, senza minimamente aver idea di chi sia la persona di cui si sta parlando.

Nel caso in questione nemmeno io ho la minima idea di chi sia il signore nella foto che circola sul web, e nessuno delle migliaia di persone che l’ha condivisa lo sa, o può saperlo. Ci si fida, la si condivide perché l’ha postata un amico, che a sua volta l’ha presa da un altro amico ancora…e noi pensiamo, confidiamo…che quello all’inizio della catena sapesse cosa stava facendo…e invece spesso non è così.

Il testo con cui circola la foto è il seguente:

Questo è lo stronzo psicopatico di Trescore Balneario (BG) che si diverte a torturare e ad uccidere i gattini e li tortura fino ad ucciderli. Li chiede a tutti, ai gattili, alle volontarie e a semplici cittadini! Diffondete la sua brutta faccia e NON date gattini a nessuno che non sia identificabile e controllabile! Facciamo in modo che abbia la sua giusta punizione.

stronzo-testo copy

Che il signore sia davvero un torturatore di animali? Bene si va alla polizia con la foto e lo si denuncia, ma quante sono le probabilità che invece si tratti di qualcun altro? Di qualcuno che ha fatto girare le balle al primo che ha condiviso la cosa, magari per motivi TOTALMENTE scollegati dalla storia dei gattini? Magari per motivi che noi reputeremmo corretti (tipo un Vigile solerte, un impiegato di Banca che ha negato un prestito…che ne so). O magari le scatole sono girate per altri motivi ancora (gelosia, litigio, affari).

In questo caso specifico ad esempio, mi sembra che nulla centrino gattini ma solo il soggetto della foto, che in altro post viene anche identificato con nome e cognome. Cercando in rete sembra che il signore (ma senza nessuna certezza) possa esser coinvolto in alcune truffe online . Ho trovato un forum dove già nel 2011 si davano generalità ed indirizzo mail del soggetto spiegando che trattasi di persona inaffidabile. Il problema però è che a parte questo non esiste altro sul signore della foto, nessuna conferma che sia lui, nessuna smentita, e nessuna verifica fotografica…

Cosa ne pensereste se al posto della sua foto ci fosse la vostra, o quella di un vostro amico?

Per divertirmi ho preso la foto profilo di alcuni dei più sfegatati a condividere la cosa… (ovviamente scegliendo tra chi NON ha una foto profilo con il proprio volto):

Capite che stavolta, probabilmente, è per farla pagare cara ad un mezzo truffatore (ma non possiamo comunque esserne certi), ma la prossima potreste esserci voi, perché magari state antipatici a qualcuno…
Dopo un linciaggio di questo genere state tranquilli: anche se avete ragione al 100%, la vostra foto continuerà a circolare sul web per anni a venire…

Siete sicuri di volerlo?

La cosa che fa puzzare il tutto ancora di più è che io credo di aver trovato la fonte della cosa, fonte che ad un accurata ricerca usando la cache di google riporta ancora il post in questione…ma che l’ha già fatto sparire dalla propria bacheca;  giusto qualche giorno prima postava (insieme a questa foto che sta circolando ora) un altro tweet dove dava dello stronzo ad un bancario… Non so, ma il fatto che il tweet incriminato sia svanito e che solo Google Cache lo scovi  mi fa pensare che la suddetta sappia bene cosa ha scatenato (e i rischi che sta correndo legalmente parlando)…

Beh sappiate che tutti voi che diffondete quella foto (in teoria) siete accusabili come la prima ad averla diffusa, visto che la foto al momento non risulta pubblicata da altra parte se non nei vostri post…quindi non risulta esser di pubblico dominio, state facendo Pubblico Linciaggio su una persona di cui non sapete nulla, la prossima volta potreste esser voi al suo posto, occhio alla penna!