PUNZIONICORPORALI

Mi è stato segnalato un video che da qualche giorno circola su Facebook, si vede un adulto in un cortile schiaffeggiare svariati bambini! I commenti che lo accompagnano ovviamente sono anti islamici nel 99% dei casi, spesso urlati con vigore in CAPS LOCK.

Non posso dirvi che il video sia fasullo, o che si tratti di una bufala, è tutto vero, non posso nemmeno dirvi che si tratti di roba vecchia, ma per istinto di debunker sono andato a farmi un giro nei commenti sotto alla fonte che lo pubblica per prima.

Da quel che colgo, tra un offesa e l’altra, mi pare di poter affermare con quasi totale certezza che il video si riferisca ad un insegnante iracheno, insegnante, da quel che leggo nei commenti, che subito dopo è stato segnalato al preside della sua scuola e sospeso dall’insegnamento.

Quindi diffondere il video e farlo condividere oggi è comunque uTonto, ma tanto chi lo sta facendo girare sappiamo bene che se ne infischia della storia, e sta solo cercando di farci credere che quella sia la norma di come agiscono i maestri nelle scuole islamiche, poco importa la provenienza, poco importano i fatti. Colpire alla pancia i lettori è diventato il sistema migliore per raggranellare voti e simpatie verso i partiti che diffondono odio per gli altri…che gl’importa dei fatti e della verifica degli stessi?

Ma vorrei andare un po’ oltre, le punizioni corporali come quelle viste nel video sono abbastanza comuni, in tutto il mondo, ed erano cosa comune anche in Italia fino a qualche decina d’anni fa, fare gli scandalizzati, gridare al musulmano, è ridicolo.

Come riporta anche wiki:;

Le punizioni corporali sono state utilizzate come metodo prevalente di disciplina all’interno delle scuole in ogni parte del mondo, ma negli ultimi decenni sono state bandite nella maggior parte dei paesi europei, oltre che in Canada, Giappone, Sudafrica, Nuova Zelanda e molte altre nazioni. Rimane comunque ancor oggi un certo numero di stati in Africa, nel Sud-est asiatico e in Medio Oriente che le ammettono da sempre (vedi paragrafi appositi, più sotto).

Certo che oggi ci scandalizziamo, ma mio nonno non ci avrebbe trovato nulla di male in un insegnante che mi sculacciasse o mi bacchettasse le dita col righello. Nell’impero britannico era normale FUSTIGARE gli studenti, e non stiamo parlando di 200 anni fa, ma si faceva ancora normalmente negli anni 70 dello scorso secolo! 40 anni fa:

pounizionicorporali

 

Ma senza andare così in la negli anni, il POST a marzo ci raccontava del caso francese:

punizioni-bambini

Le accuse alla Francia per le punizioni corporali sui bambini

Il Consiglio d’Europa ritiene che non abbia leggi sufficientemente chiare per vietare ceffoni e sculacciate (e in Italia come funziona?)