NOTIZIEFALSEMAROCCHINOPALPEGGIA

Altro giro sulla ruota dell’alimentazione bufale xenofobe. Stavolta andiamo a Rapallo, in compagnia dei soliti amici: Gazzetta della sera, Mafia Capitale, Catena Umana, e la new entry News24Oggi.

Tutte testate che non suggerirei di seguire, visto che pubblicano FUFFA. Io potrei capire fosse disinformazione, se la notizia avesse almeno qualche parte verificabile. E invece no, la notizia ha una sola “fonte”. La fantasia degli autori.

Secondo quanto confessato dai tre ai Carabinieri, avrebbero aggredito l’uomo perché colpevole di molestie nei confronti di una giovane ragazza. Il marocchino, venditore abusivo di merce contraffatta, avrebbe molestato una ragazza.I fatti, la ragazza passeggiava in compagnia di un’amica su lungomare, curiosando la merce del nordafricano, il venditore si è avvicinato con avance e allungando le mani, palpando la ragazza sul seno. La ragazza è immediatamente fuggita, raggiungendo il proprio ragazzo che immediatamente ha radunato 2 amici ed organizzato il raid punitivo.

In realtà se andiamo indietro nel tempo esiste una “fonte” è BlitzQuotidiano, che, nel 2012, riportava una notizia quasi identica come titolo, lievemente diversa nei fatti:

Secondo quanto i tre avrebbero confessato ai carabinieri, avrebbero aggredito l’uomo perché esasperati dai furti subiti. Uno dei tre aveva subito un furto qualche giorno fa. I tre italiani, un operaio, un muratore e un pensionato, sono tutti incensurati e abitano a Cicagna. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri i tra avrebbero usato un bastone e un cacciavite per aggredire il marocchino, che si trova tuttora in ospedale a Chiavari in condizioni gravissime.

L’articolo di Blitz, riporta in più punti le stesse parole di quello messo in circolo dai nostri amati fuffari. Inclusa la frase finale:

Secondo gli investigatori, scrive Repubbliac, si sarebbe trattato di un vero e proprio “raid punitivo”. (Repubblica scritto sbagliato è un refuso presente nell’originale)

Quindi è abbastanza evidente che si tratta di un rimaneggiamento di una notizia vecchia di tre anni e basata su fatti totalmente diversi.

Ma ispirare la gente ad avere comportamenti violenti nei confronti dell’immigrato, indignarli con falsità e notizie inventate sta diventando sport nazionale. A me spaventa.

Spero che prima o poi qualcuno si degni d’intervenire anche contro questo tipo di pseudo giornalismo.

Per verificare la notizia oggi avevo anche contattato i carabinieri di Rapallo, ma dopo un primo e veloce No, alla richiesta di verifiche aggiuntive ci eravamo un po’ arenati. Ora, trovato il pezzo che viene da Blitz (e la notizia in quel caso è verificata, ed è stata riportata su tutta la stampa nel 2012) posso tranquillamente bollare la cosa come Bufala, inventata ad hoc per uTonti indignati.

Avete amici che l’han condivisa? Segnalate loro l’infondatezza dei fatti, linkate il nostro articolo, e clikkate ignora sulle prossime notifiche da quelle bacheche. Ne guadagnate in neuroni e tranquillità.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!