RQI-OLISTICHE-FUFFA

Che dire, io resto sconvolto che ci sia gente così uTonta che riesce a cascare in questa robaccia, e resto schifato all’idea che ci sia gente così scaltra che sull’uTontaggine di questi soggetti riesce a camparci.

Ma è il mondo d’oggi, se non stai attento qualcuno è sempre pronto a mettertela nel di dietro. Anche giocando sulla tua salute.

Tra il 1963 e il 1966, prima di morire misteriosamente, il medico koreano Kim Bong-Han, professore di Fisiologia alla Seoul National University e direttore dell’Istituto di Ricerca sui Meridiani di Agopuntura di Pyongyang, pubblicò una serie lavori che descrivevano una rete di connessioni completamente nuove, poi denominate Sistema di Bong-Han, che in realtà identificava i Punti dell’Agopuntura e i Meridiani della Medicina Tradizionale Cinese. Queste connessioni e punti definite da Bong-Hon non erano assimilabili ai sistemi già conosciuti (quello sanguigno e quello linfatico) e formavano un sistema di nodi e tubili completamente nuovo definito successivamente da più recenti ricerche come Primo Vascular System (PVS).

Kim Bong-Han è un medico vero e ha davvero fatto una “scoperta” che si chiama Primo-vascular system. Ricerca che nessuno ha occultato anche se i cari amici del Metodo RQI vorrebbero che voi pensaste questo. Perché raccontarvi che le cose sono tenute segrete vi fa credere di più nella bontà di queste pseudo cure, e vi fa sborsare soldini più volentieri.

Ma tutto questo è sbagliato, il Primo Vascular System è noto, si trova anche su wiki se vogliamo fare i laureati all’Università di Internet. Nessuno ha tenuto la cosa segreta, anzi, basta guardare Science.Gov per accorgersi che esistono svariati studi in merito, specie negli ultimi 13 anni, quando si è deciso di scavare più a fondo anche se la ricerca di Bong-Han è di 50 anni fa.

Peccato che nessuno degli studi finora fatti abbia portato alle conclusioni che invece la paginetta del MetodoRQI da per consolidate, o meglio vuol farci credere che lo siano:

La parte più interessante delle ricerche inerenti il PVS riguarda la possibilità che questo sistema agisca come un vero e proprio sistema di trasmisione “ottico”, cioè basato sul trasporto di informazioni elettromagnetiche e luminose, e in particolare dei cosiddetti “biofotoni”. Essi possono essere recepiti e irradiati dalle cellule e dal DNA, ricoprendo una funzione importantissima nella regolazione delle funzioni biochimiche del corpo.

Questo conferma quindi la grande efficacia della Medicina Tradizionale Cinese e dell’agopuntura nel trattare patologie specifiche intervendendo proprio sui flussi elettromagnetici del corpo attraverso punti specifici sui Meridiani.

Se sapete l’italiano come prima lingua capite dove sta l’inghippo, da un lato ci viene detto che c’è la POSSIBILITÁ, dall’altro si parla di conferma. Quindi gli studi confermano la teoria? No, gli studi ipotizzano una cosa senza averla provata, si tratta di ipotesi, come quando mi dite che l’Artemisia Annua distrugge il 98% dei tumori, o quando si parla di molecole ammazza cancro, sono studi, che non hanno ancora dimostrato nulla, e che per questo non possono essere impugnati a dimostrare nulla. Qualcuno ha fatto ipotesi, ha provato a dimostrarle ma per ora non c’è riuscito.

Curarsi sulla base di questo usando metodi alternativi a quelli ufficiali è come scommettere sui cavalli. Solo che in gioco c’è la nostra vita, io non scommetterei mai. Voi?

Oggi, le Biotecnologie Olistiche consentono a chiunque di ottenere gli stessi risultati senza avere le competenze di un agopuntore, applicando sui meridiani specifici un semplice dispositivo, per stimolare i punti di agopuntura allo stesso modo di un agopuntore. Ma con un vantaggio in più: mentre l’agopuntura agisce sul campo elettrico del corpo umano, questi dispositivi agiscono sul campo informazionale, risultando molto più potenti e più rapidi e non influenzabili dalle interferenze distruttive di cellulari, wi-fi, bluethooth… ai quali è invece soggetta l’agopuntura.

E che cacchio sono le biotecnologie olistiche? Non m’interessa, visto che nella riga successiva senza alcuna pezza d’appoggio si parla di interferenze distruttive di cellulari, wi-fi, bluetooth. Chi cita cose così senza alcun approfondimento è in malafede, sa benissimo che le ricerche serie in merito non hanno dato alcun valore distruttivo ai sopradetti, ma che solo ricerche sui generis ne hanno parlato venendo di volta in volta smentite. Anche da noi con ben due articoli:

La cosa più “preoccupante” è notare come la wiki italiana sia chiaramente redatta da qualcuno che nella scienza olistica crede molto, e che cerca di passarla come cosa seria.

Quando basta farsi un giro sulle pagine scientifiche reali per accorgersi di come stiano per davvero le cose. La scienza olistica pur avendo ottenuto dei risultati teorici è sempre stata vista dalla Scienza come complemento, e gli studi in merito hanno dato all’olistica lo stesso identico valore del placebo, basta vedere qual’è il parere dell’American Cancer Society:

What is the evidence?

Although there has been research on various complementary methods that may be considered part of a holistic approach, scientific research generally does not focus on complementary or alternative methods alone to cure for cancer or any other disease. Available scientific evidence does not support the idea that alternative practitioners are more effective than conventional physicians in persuading their patients to improve their lifestyle. Nor have available scientific studies shown that any of these approaches are effective against any disease if holistic methods are used without conventional medical treatment.

Some health care professionals suggest that cancer pain and some side effects of treatment can be managed with a holistic approach that includes the physical, psychological, and spiritual factors involved with each person. Increasingly, the health care team is made up of a varied group of health care professionals. Members of this team are drawn from the specialties of medicine, nursing, surgery, radiation therapy, oncology, psychiatry, psychology, and social work. In addition, the team may call on dietitians, physical therapists, and the clergy for support. Health professionals realize that a person’s health depends on the balance of physical, psychological, social, and cultural forces. However, available scientific evidence does not support claims that holistic medicine without mainstream medical care can cure illness.

Ve lo devo tradurre? Io credo basti l’ultima riga:

Detto ciò, le prove scientifiche disponibili ad oggi non supportano il “claim” che la medicina olistica possa curare qualsivoglia malanno senza l’uso della medicina mainstream.

In conclusione, la medicina olistica in quanto CURA DELLA PERSONA non è fuffa, è corretto quando si sta male non concentrarsi SOLO sul malanno ma sul miglioramento generico dello stile di vita di una persona, alimentazione, cicli di sonno, esercizio e compagnia bella. Ma se si vuol passare il messaggio che con la medicina olistica ci si cura da malattie gravi (come sembrano volerci far credere sulle pagine del Metodo RQI) allora si sta spargendo fuffa di quella pericolosa!

Oltretutto gli agopuntori, quelli veri,  sono dei medici (laureati in medicina) che hanno deciso di specializzarsi anche in agopuntura. Come riporta anche la wiki italiana:

In Italia possono praticare l’agopuntura solo medici e veterinari laureati, poiché la si considera un atto eminentemente medico

Quindi la frase riportata dal blog sul Metodo RQI oltre ad esser errata rappresenta un illecito:

Oggi, le Biotecnologie Olistiche consentono a chiunque di ottenere gli stessi risultati senza avere le competenze di un agopuntore.

Perché in Italia la cosa è seriamente regolamentata, se vedete qualcuno praticarla seguendo le indicazioni date va denunciato alle autorità.