AGGIORNAMENTO del 21 maggio 2014
Gli uTonti non si placano mai e continuano a diffondere questa fuffata, Vi prego evitate di fare girare questi appelli e se per caso conoscete al signorina che l’ha condiviso 20 giorni fa e che è arrivata a 25k di condivisioni di cancellare la cosa dal suo profilo fate una cosa BUONA E GIUSTA!
sanguearhnegativo
Cara Giulia Ferri, condividere questa roba fa male alla stessa AVIS, intasa i  centralini e costringe il poveretto che si è trovato il proprio numero di cellulare pubblicato sull’appello a cambiare numero, comportarsi così non è solo uTonto ma anche sciocco, perché sarebbe bastato che lei chiamasse quel numero prima di condividere la cosa per accorgersi che si trattava di un appello FALSO E VECCHIO, ma evidentemente il suo ditino era in grado di premere su Condividi ma non sulla tastiera del cellulare…peccato!
sanguearhnegativo2
Chi condivide queste cose andrebbe internato, sempre e comunque, che ci sia o meno bisogno di sangue, organi, o quant’altro sia legato alla salute  le strade per fare queste richieste sono altre. Queste richieste fatte così generano solo traffico sulle pagine di chi crea l’annuncio, confusione tra chi ha davvero bisogno (che inizia a domandarsi se la Sanità funzioni visto i metodi di passaparola) e confusione negli ospedali che si trovano i centralini intasati da chiamate per offrire sangue…
Ragazzi il messaggio sta girando come una trottola, si basava su un appello reale (è vero una bimba aveva bisogno di una trasfusione di quel sangue, ma non c’era nessuna emergenza che l’AVIS non fosse pronta a fronteggiare), ma nessuno ha richiesto che la cosa venisse gestita così, e AVIS e Ministero della Sanità sono stati costretti anche a mandare comunicati stampa su svariati siti per spiegare la cosa, qui uno dei tanti!
 In caso di vera necessita’, eventuali appelli per carenze di plasma e richieste impellenti, vengono sempre lanciati dagli organi preposti, ovvero il Centro Trasfusionale del territorio o le Associazioni all’uopo delegate, tra cui l’Avis.

Ok? Avete capito bene tutti? Chiunque di voi che condividerà bufale di questo tipo (che intasando centralini di ospedali e associazioni tipo AVIS rischia d’intralciare il lavoro di chi le emergenze le tratta ogni giorno) peste lo colga! Giusto per chiarire, qui sopra l’annuncio viene da Terni, ma nell’ultima settimana (uguale identico) ha circolato con indicazioni geografiche varie ed eventuali, perché i signori, col pisellino piccolo, che l’hanno messo in circolo si sono divertiti a farlo girare con Modena, Ferrara, Terni, e altre ed eventuali…Ogni volta che vedete messaggi simili a questo segnalate a chi l’ha condiviso che NON STANNO FACENDO un servizio ma stanno causando un DISSERVIZIO.