Pseudo Giornalismo di quello italiota, sensazionalismo ad uso e consumo di chi non leggerà mai la notizia ma si fermerà alle prime righe:

All’inizio era un semplice mal di denti. Sembrava un dolore da sopportare senza drammatizzare troppo. Eppure in seguito si è trasformato in un ascesso poi degenerato in infezione. Una patologia trascurata, forse anche per motivi economici, che ha provocato la morte di una ragazza di 18 anni, Gaetana Priolo. La giovane, che abitava a Palermo nel quartiere Brancaccio, non si era curata; qualcuno dice che non aveva i soldi per pagare il dentista.

Quel qualcuno dice è stato trasformato in fonte così affidabile da passarlo per titolo, senza che nessuno s’informasse di come funziona la sanità in Italia e lo stesso articolo dimostra che non si è minimamente investigato per capire COME MAI sia morta questa povera 18enne. Sicuramente non per cure troppo care, il servizio sanitario nazionale magari non passerà trattamenti estetici ai denti, ma le cure base quelle necessarie a non incorrere in casi come quello di Gaetana si!
Come riporta anche il sito del Ministero della salute:

Si ricorda che il Servizio sanitario nazionale offre, come previsto dai Livelli essenziali di Assistenza (LEA), le cure odontoiatriche nell’età evolutiva e assistenza odontoiatrica a cittadini in condizioni di particolare vulnerabilità, sociale ed economica secondo criteri individuati dalle singole Regioni. Infine, a tutti i cittadini, inclusi quelli che non rientrano nelle categorie di protezione indicate (tutela età evolutiva e condizioni di vulnerabilità), sono garantite le visite odontoiatriche al fine della diagnosi precoce di patologie neoplastiche del cavo orale ed il trattamento immediato delle urgenze odontostomatologiche, per esempio infezioni acute e dolore acuto.

Io non conosco la situazione palermitana, ma gli articoli stessi raccontano una storia diversa dai loro titoli:

L’inizio del calvario per Gaetana comincia il 19 gennaio scorso: il dolore è insopportabile tanto da far perdere i sensi alla diciottenne. La ragazza in prima battuta viene trasportata al Buccheri La Ferla e visitata al pronto soccorso per sospetto ascesso dentario. «Dopo due ore circa, in seguito alla terapia, essendo diminuito il dolore, – afferma una nota della direzione del nosocomio – è stata dimessa per essere inviata per competenza presso l’Odontoiatria del Policlinico di Palermo». Dove però Gaetana non è mai andata. Si è invece fatta ricoverare il 30 gennaio al Civico dove le sue condizioni sono apparse subito gravi: in seconda rianimazione le viene diagnosticata una fascite, un’infezione grave che partendo dalla bocca si è già diffusa fino ai polmoni – dicono all’ospedale -. I medici fanno di tutto per salvarla, ma le condizioni critiche si aggravano ulteriormente fino al decesso avvenuto la settimana scorsa.

Fonte: Il Messaggero

Quindi la povera ragazza ha subito un intervento il 19 gennaio e avrebbe potuto usufruire delle cure al Policlinico, ma non si è è presentata. La voce che sostiene sia un problema monetario non è mai identificata in nessuno degli articoli, chissà, che sia una voce poco fondata? E allora perché sfruttarla come titolo? Forse perché così si vendono i giornali?

Non so che dire, sono desolato, avevo letto la notizia appena è uscita sui giornali, e subito avevo controllato quel che supponevo essere.

Una bufala, ma speravo (visto che c’era di mezzo una ragazza morta) non si sfruttasse pure questo per uno stupido meme della rete, purtroppo ho avuto torto, peccato!