Sfruttando il fatto che è notte ed è difficile riconoscere chi siano i soggetti inquadrati ci sono alcune menti geniali che stanno diffondendo un video. Lo scopo è chiaro: dare adintendere ai proprio follower di essere di fronte all’ennesimo video che mostra quanto siano selvaggi i musulmani. Chi lo condivide per primo non è italiano, perché di razzisti è piena l’Europa (purtroppo).

Il video è questo:

Il post con cui viene condiviso da molti spagnoli (dopo averlo estrapolato da Youtube e rimosso i riferimenti corretti) è questo:

En Londres por no haberles cerrado la carretera como ellos pidieron durante el ramadán

che tradotto in italiano significa:

A Londra, per non aver chiuso la strada come richiesto durante il Ramadan

Ma siamo di fronte a un falso, o meglio, il video è vero, ma è quello che raffigura che non ha nulla a che vedere con i musulmani o il Ramadan. Il video viene dalla Svizzera, e quelli che attaccano le macchine sono ultras del Basilea che si accaniscono contro ultras dello Zurigo. Nulla a che vedere con i musulmani, nulla che vedere col Ramadan. Ma di italiani furbetti che stanno commentando e condividendo ne troviamo già un discreto numero.

Gerardo ad esempio commenta (errori di battitura inclusi, ma sarà dal cellulare, nervoso per quanto ha appena visto, scusiamolo):

Come vedete tutti nn solo im ITALIA,,,,,,,questi bisogns “CONFETTARLI”con del piombo caldo…….ma vorrei vedere noi cattolici,testimoni di geova,protestanti eccc ANDARE nei loro paesi e solo pensare di dare seguito alle nostre usanze,credo,e CULTURA…..

Confettarli col piombo

Come sempre basta che una storia confermi il nostro bias cognitivo che siamo tutti felici di condividerla, anche senza aver fatto la minima verifica dei fatti. Io, fossi nelle Forze dell’Ordine, a casa di Gerardo andrei a fare un giretto, sia mai che abbia del materiale per confettare abusivo… Che di imbecilli armati che scelgono di scendere in strada ad ammazzare la gente perché credono di essere nel Far West ne abbiamo già visti abbastanza. Non trovate anche voi?

È davvero una tristezza vedere il nostro Paese scendere in questo baratro fatto di razzisti leoni da tastiera, ma purtroppo è segno dei tempi. Vigilare per un uso più corretto della rete è l’unica cosa che ci resta da fare, sperando che il nuovo governo cominci a pensare a come aiutare fin dalla scuola elementare i nostri ragazzi ad affinare il loro spirito critico.

Lo dico da anni: è solo con tanta buona educazione digitale e tanto dialogo che si può sperare di uscire da questo brutto tunnel in cui siamo finiti. Purtroppo chi non riconosce che c’è un problema è esso stesso parte del problema. E tra i tanti che fanno orecchie da mercante, purtroppo, vedo giornalisti e politici e questo per me è gravissimo.

Continuiamo così, facciamoci del male (cit.).

Non credo sia necessario aggiungere altro, tanto il cretino che ci farà presente che questo video è falso ma che ne esistono altri veri lo si trova sempre (e lo aspettiamo a braccia aperte).

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!