Mi avete postato in più d’uno la bufala sui pignoramenti dei conti corrente! Ci si aggancia sempre al solito Decreto Salva Italia, quello che sconterebbe l’80% delle multe dei politici per intenderci (BUFALA). Qui si parla appunto dei pignoramenti da parte di Equitalia sui conti correnti DI CHI DEVE SOLDI ALLO STATO. Quindi NON stiamo parlando dei risparmi degli italiani, ma di chi per una ragione o un’altra NON HA PAGATO TASSE O MULTE! Comunque è vero nel 2013 Equitalia ha prelevato forzosamente da DUE conti correnti cifre superiori al quinto dello stipendio. L’ha fatto per errore e ha restituito quel che doveva. La legislazione in merito diceva che si poteva ritirare dai Conti Correnti solo cifre che stessero dentro appunto al quinto dello stipendio, a meno che lo stipendio non fosse superiore ai 5000 euro, nel qual caso potevano prelevare di più. Ad Agosto la cosa è cambiata, ora vi sono scaglioni di pignoramento suddivisi così:

un decimo trattenuto su redditi sotto i 2.500 euro (netti) mensili, un settimo tra 2.500 e 5.000 euro, un quinto sopra i 5mila , e partono solo dai datori di lavoro, non dal conto corrente!

Chi guadagna sopra i 5000 euro rimane il lavoratore a rischio, se Equitalia decide che sul Conto ce ne sono a sufficienza, vista l’entrata fissa mensile così alta possono scegliere di estinguere il debito prelevando forzosamente dal conto.

Ricordiamo comunque che stimao parlando di gente che quei soldi li deve allo Stato, quindi li deve a tutta la comunità (quelli che invece le tasse e le multe le pagano), quindi non ci stiamo rivolgendo al povero pensionato…

Creare sdegno nei confronti del governo non dovrebbe esser difficile, i nostri politici sono per il 99% incapaci…non capisco perché ci si debba inventare balle e notizie gonfiate per farlo, si perde di credibilità!

Qui un articolo di Repubblica a riguardo:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/04/23/equitalia-frena-sui-pignoramenti-stop-ai-prelievi.html